sito ufficiale tavolo ecclesiale servizio civile

« L'impegno Caritas per i profughi in Bosnia con il servizio civile | Home | Borrelli (AMESCI) il nuovo Presidente della Consulta nazionale del Servizio Civile Universale »

A Pisa il 15 dicembre la IV Giornata nazionale del Servizio Civile

2023 06 15 Giornata Servizio civileSi svolgerà quest'anno a Pisa (Stazione Leopolda, piazza Guerrazzi, a partire dalle ore 10), la prima volta fuori Roma, la IV Giornata nazionale del Servizio Civile Universale, istituita nel 2020 e indicata per il 15 dicembre, anniversario dell'entrata in vigore della prima legge sull'obiezione di coscienza, la n. 772 del 1972.
La presentazione il 6 dicembre a Pisa con la partecipazione del Sindaco Michele Conti, di Michele Sciscioli (Capo del Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri), e del professore Pierluigi Consorti, in rappresentanza dell’Università di Pisa, membro fondatore del Consorzio interuniversitario di studi sul servizio civile. «Mi fa piacere - ha esordito il primo cittadino - che il Governo continui il percorso di attenzione particolare al tema del servizio civile universale e che il Ministero per lo sport e i giovani abbia scelto Pisa per ospitare l’annuale Giornata nazionale del servizio civile universale. Una occasione per i nostri giovani per entrare in contatto con le pubbliche amministrazioni, gli enti locali, le associazioni del Terzo settore, e svolgere funzioni anche civiche e di solidarietà verso le proprie comunità di appartenenza».


«Si tratta di un appuntamento importante e sono orgogliosa che il ministro Andrea Abodi, che ringrazio, abbia voluto organizzare questo evento nella nostra città - ha detto l’assessore alle politiche giovanili Frida Scarpa - è infatti la prima volta che questa Giornata non viene organizzata a Roma e questo è un motivo in più per accogliere con soddisfazione e impegno l’appuntamento ringraziando per la fiducia. Il servizio civile ha un significato valoriale che, dal 2000 quando è stato sospeso il servizio militare obbligatorio, va oltre quella che un tempo era l’obiezione di coscienza alternativa alle armi. Oggi, il servizio civile è avvertito socialmente come generatore di azioni civili, strumento di solidarietà, cooperazione nazionale ed internazionale e tutela di diritti civili, rivolto ai nostri giovani in un processo di costruzione di quello che è il progresso sociale delle nostre comunità».

dicembre 7, 2023 nella Appuntamenti, Esperienze, Storia del SC | Permalink

Commenti

Scrivi un commento