sito ufficiale tavolo ecclesiale servizio civile

« 127 Enti scrivono a Conte, Spadafora e Gualtieri per sostenere il servizio civile | Home | Servizio civile: da oggi e fino al 16 ottobre elezioni online dei delegati regionali »

2 ottobre: Giornata internazionale della nonviolenza. Movimento Nonviolento rilancia Rete Italiana Pace e Disarmo

2_ottobreOggi 2 ottobre, nella ricorrenza della nascita di Gandhi, Padre della Patria indiano e del «satyagraha», il movimento per la disobbedienza civile e nonviolento, si celebra la “Giornata internazionale della nonviolenza", istituita nel 2007 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite per «divulgare il messaggio della nonviolenza, anche attraverso l'informazione e la consapevolezza pubblica». In una nota il Movimento Nonviolento ricorda il pensiero di Gandhi e di Aldo Capitini, e cita Alexander Langer: «Mi capita con una certa frequenza di partecipare a iniziative e incontri per la pace. Spesso ho l’impressione che si tratti di una pace astratta, e di un pacifismo privo di strumenti per raggiungere i suoi obiettivi. Un movimento per la pace che fosse fatto principalmente o esclusivamente di marce e petizioni per chiedere disarmo o condanna di certe aggressioni militari, non avrebbe grande credibilità, soprattutto se si limitasse ad invocazioni generiche di pace cui nessuno potrebbe dirsi contrario, ma dalle quali non deriva nessun effetto concreto. Sono convinto che oggi il settore ricerca e sviluppo della nonviolenza debba fare grandi passi in avanti e non debba fermarsi alle ormai tradizionali risorse».

«Ecco la sfida cui siamo chiamati - continua il Movimento Nonviolento - se vogliamo stare sul binario della nonviolenza senza deragliare: il salto di qualità da un pacifismo generico ad un movimento maturo. Noi del Movimento Nonviolento, insieme a tantissime altre associazioni del mondo pacifista, nonviolento, disarmista, della solidarietà, del servizio civile, della giustizia sociale, della cultura, dell’ambientalismo, ci stiamo provando con la Rete Italiana Pace e Disarmo. La nuova Rete è uno strumento per lavorare insieme su alcune campagne concrete e precise in corso (Difesa Civile non armata e nonviolenta, Adesione al Trattato per la messa al bando della armi atomiche, No F35, Stop Bombe in Yemen, Io Accolgo, Pace Diritto Giustizia in Israele/Palestina, Interventi civili di pace nei conflitti in corso, per la riduzione delle spese militari, per il controllo dell’export di armi, ecc.) e per andare avanti insieme su quanto fatto e quanto ci resta ancora da fare, per dare voce alle esperienze di resistenza civile e nonviolenta e fissare nuovi obiettivi comuni. C’è bisogno oggi di competenze, di studio, di pensiero, di informazioni e di azioni, personali e politiche. Slogan vuoti e gesti simbolici lasciano il tempo che trovano. Per questo abbiamo unito le nostre forze e trovato terreni di unità per un futuro di pace e disarmo. La nostra forza è la nonviolenza, la nostra unità è nell’azione concreta diffusa sui territori. Ci pare questo l’unico modo concreto per dare un senso alla Giornata internazionale della nonviolenza, e ai giorni che seguiranno».

ottobre 2, 2020 nella Appuntamenti, Esperienze, Storia del SC | Permalink

Commenti

Pensiero sempre fortemente attuale

Scritto da: Fertile G. | 02/nov/2020 21:34:24

Scrivi un commento