sito ufficiale tavolo ecclesiale servizio civile

« Giacomo D'Arrigo nuovo Direttore dell’Agenzia nazionale per i giovani | Home | 46ª Marcia per la pace e Convegno Pax Christi »

Servizio civile obbligatorio? Meglio "per tutti e di tutti"

Europa_giovani_visoServizio civile "volontario", "obbligatorio", "universale" o "per tutti"? Le parole di Matteo Renzi a "Che tempo che fa" di sabato 21 dicembre scorso hanno riaperto un dibattito che viene da lontano. «Partendo dal periodo post-bellico - ricordava un anno fa Diego Cipriani, nel suo intervento a Firenze al Convegno "Avrei (ancora) un'obiezione! -, è certamente Ernesto Rossi il primo a elaborare un’idea di questo tipo. Nel suo “Abolire la miseria” (1946), Rossi ipotizza la creazione di un “esercito del lavoro” al quale sarebbero obbligati “i giovani dei due sessi, terminata la loro preparazione scolastica” per due anni».

Ma l'obbligatorietà di questo servizio porrebbe oggi molti problemi, il «“Patto internazionale sui diritti civili e politici” del 1966 (che anche l’Italia ha sottoscritto nel 1977), vieta qualsiasi lavoro obbligatorio imposto ai cittadini, fatta eccezione per i lavori dei detenuti e per il servizio militare», aggiungeva poi Cipriani. Su "Il Post" boccia l'idea di Renzi anche Alberto Mingardi, ricordando come «La libertà di vivere la propria vita come meglio si crede viene prima: viene prima della difesa dei sacri confini, viene prima anche del sentirsi europei. Non si può costringere nessuno ad essere altruista, e nemmeno lo si può costringere a sentirsi europeo. Provarci non è né un’idea nuova, né un’idea buona». «In ogni caso - commentava ancora Cipriani -, che esso sia obbligatorio o volontario, il servizio non può non essere per tutti, oltre che di tutti. Mentre infatti si può ammettere che la difesa armata venga delegata a un gruppo ristretto di persone (anche in una prospettiva di “transarmo”, come si diceva qualche anno fa), non si può accettare che la difesa civile non armata e nonviolenta, di cui il servizio civile è parte integrante, sia riservata a pochi, a un’élite. Purtroppo, i numeri del sistema del servizio civile italiano ci dicono che esso è già, di fatto, destinato a una élite».

dicembre 31, 2013 nella Europa, Giovani e rappresentanza, Idee, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink

TrackBack

URL per il TrackBack a questo post:
https://www.typepad.com/services/trackback/6a00d8341c897953ef01a3fb68dbf2970b

Listed below are links to weblogs that reference Servizio civile obbligatorio? Meglio "per tutti e di tutti":

Commenti

Scrivi un commento