sito ufficiale tavolo ecclesiale servizio civile

12 marzo, XIII Incontro dei volontari in servizio civile per San Massimiliano

IMG-20180312-WA0003Si è svolto ieri a Sotto il Monte (BG), l’annuale Incontro nazionale dei volontari del Tavolo Ecclesiale sul Servizio Civile, nella ricorrenza del 12 marzo, festa di san Massimiliano di Tebessa, martire a 21 anni nel 295 d.C. per obiezione di coscienza alle armi e “patrono” del servizio civile. Promosso dal TESC (Tavolo Ecclesiale sul Servizio Civile), che riunisce 18 organismi, organizzazioni ed associazioni cattoliche tra cui Caritas Italiana , Acli - Associazioni cristiane lavoratori italiani e Focsiv, questo XIII Incontro di san Massimiliano ritorna a Sotto il Monte a 15 anni dalla sua prima edizione nel 2003, quando il nuovo servizio civile volontario muoveva i primi passi dopo la sua istituzione nel 2001. Sul sito di Caritas Italiana sono disponibili tutti i documenti e le foto dell'iniziativa.

marzo 13, 2018 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

12 marzo, oggi a Sotto il Monte incontro dei volontari in servizio civile per San Massimiliano

6a00d8341c897953ef01b8d2dbdfd6970c-120wiSi svolge oggi a Sotto il Monte (BG), dove si tenne già la sua prima edizione nel 2003, l’annuale Incontro nazionale dei volontari del Tavolo Ecclesiale sul Servizio Civile, nella ricorrenza del 12 marzo, festa di san Massimiliano di Tebessa, martire per obiezione di coscienza. Oltre 400 i giovani in servizio civile, provenienti da tutta Italia, attesi presso la Tensostruttura a Brusicco di Sotto il Monte che farà da sede dell'iniziativa. Il tema di questo XIII Incontro è quello scelto da Papa Francesco per la Giornata mondiale della Pace 2018 "Migranti e rifugiati: uomini e donne in cerca di pace". Nel pomeriggio l'iniziativa si concluderà con la Santa Messa presieduta da S.E. Mons. Francesco Beschi, vescovo di Bergamo.

marzo 12, 2018 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

A Sotto il Monte (BG) il XIII incontro nazionale dei volontari del Tavolo Ecclesiale sul Servizio Civile

6a00d8341c897953ef01b7c75ea6ab970bTorna a Sotto il Monte Giovanni XXIII (BG), dove si tenne la sua prima edizione nel 2003, l’annuale Incontro nazionale dei volontari del Tavolo Ecclesiale sul Servizio Civile, nella ricorrenza del 12 marzo, festa di san Massimiliano di Tebessa, martire per obiezione di coscienza. Il tema di questo XIII Incontro è quello scelto da Papa Francesco per la Giornata mondiale della Pace 2018 "Migranti e rifugiati: uomini e donne in cerca di pace". L’appuntamento, che partirà alle ore 10.00 presso la Tensostruttura a Brusicco (in via Baradello), vedrà anche le testimonianze di volontari in servizio civile in Italia e all’estero e le riflessioni di alcuni testimoni. Nel pomeriggio i partecipanti si divideranno in gruppi per una visita ai luoghi legati a San Giovanni XXIII. L’evento si concluderà alle ore 16.00 con la Santa Messa nella Chiesa parrocchiale presieduta da S.E. mons. Francesco Beschi, Vescovo di Bergamo.

febbraio 20, 2018 nella Appuntamenti, Esperienze, San Massimiliano, Servizio civile in cifre | Permalink | Commenti (0)

A Lamezia Terme 500 giovani in servizio civile per San Massimiliano

Oltre 500 giovani in servizio civile provenienti da tutta Italia si sono riuniti il 12 marzo per il XII incontro nazionale dei volontari del Tavolo Ecclesiale sul Servizio Civile, nella ricorrenza liturgica di San Massimiliano di Tebessa (martire del 295 d.C. per obiezione di coscienza al servizio militare). Tema dell'incontro quello della Giornata mondiale della Pace: “La nonviolenza: stile di una politica per la pace”, declinata anche come attenzione alla legalità. A questo link è possibile trovare un resoconto della giornata, insieme ad una fotogallery e uno storify.

marzo 14, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

XII incontro dei volontari in servizio civile per San Massimiliano

San_Max_2017_webSi svolgerà domani 12 marzo, ricorrenza liturgica di San Massimiliano di Tebessa (martire del 295 d.C. per obiezione di coscienza al servizio militare), l'incontro nazionale dei giovani in servizio civile del Tavolo Ecclesiale sul Servizio Civile che nella sua XII edizione verrà ospitato a Lamezia Terme (CZ) in Calabria sul tema della Giornata mondiale della Pace: “La nonviolenza: stile di una politica per la pace”. «Quest’anno abbiamo scelto la Calabria proprio per riflettere su questo tema – spiega al Sir Diego Cipriani, responsabile dell’ufficio per il servizio civile di Caritas italiana -. Lo spunto ci è stato dato dal messaggio del Papa per la Giornata mondiale della pace che parla di nonviolenza e politica come forma per costruire la pace».

La giornata, con inizio alle 10 presso il Teatro Grandinetti, prevede il saluto della Rappresentanza nazionale e la presentazione di testimonianze di giovani in servizio civile in Italia e all’estero con l’intervento di don Giacomo Panizza, della Comunità Progetto Sud, e di Deborah Cartisano, di Libera Locride, moderati da Antonella Ventre, giornalista di Tv2000. Nel pomeriggio verranno invece presentate esperienze di pace e servizio in 12 luoghi del centro cittadino. Poi, alle 16, il vescovo di Lamezia Terme, monsignor Luigi Antonio Cantafora, presiederà la celebrazione eucaristica nella Cattedrale dei santi Pietro e Paolo.

marzo 11, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Mayr-Nusser, obiettore di coscienza al nazismo, sarà beato

Josef_mayr-nusserPapa Francesco ha ricevuto oggi in udienza il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, autorizzando il Dicastero a promulgare i Decreti riguardanti nove prossimi Beati e 6 nuovi Venerabili Servi di Dio. Tra i prossimi nuovi Beati, come racconta un articolo di Radio vaticana c’è anche Giuseppe Mayr-Nusser, antinazista durante la seconda guerra mondiale e dirigente dell'Azione Cattolica sud-tirolese. Arruolato a forza dai nazisti nelle SS, fa obiezione di coscienza e al momento del giuramento a Hitler si rifiuta. Scrive alla moglie: «Prega per me, affinché nell’ora della prova io possa agire senza esitazioni secondo i dettami di Dio e della mia coscienza (…)». Imprigionato viene spedito su un treno merci verso il campo di concentramento di Dachau, ma morirà di stenti e maltrattamenti durante il viaggio all'età di 34 anni. Mayr-Nusser segue un altro beato martire, Franz Jägerstätter, contadino austriaco, anche lui obiettore di coscienza rifiutando di prestare obbedienza a Hitler e di entrare nell’esercito tedesco. Sulla vicenda di Giuseppe Mayr-Nusser si può leggere il libro di Francesco Comina "Non giuro a Hitler".

luglio 8, 2016 nella Libri e siti utili, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (1)

Video incontro San Massimiliano 2016

Di seguito il video dell'XI Incontro di San Massimiliano dei giovani in servizio civile del TESC, svoltosi nella chiesa di San Gregorio VII nel pomeriggio del 12 marzo dopo l'udienza con Papa Francesco. A questo link su storify, il racconto con tweet e foto della giornata.

marzo 15, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, San Massimiliano, Storia del SC, Udienza con il Papa, Video | Permalink | Commenti (0)

Papa Francesco ricorda figura obiettore san Massimiliano a giovani servizio civile

Volontari_scn«Oggi ricorre la memoria liturgica di San Massimiliano di Tebessa, martire per obiezione di coscienza durante l’impero romano. Cari giovani, imparate da lui a difendere i valori in cui credete». Così papa Francesco ha salutato i giovani in servizio civile del TESC presenti in piazza san Pietro sabato 12 marzo scorso in occasione del loro XI incontro di San Massimiliano, dedicato quest'anno al tema: "Vinci l’indifferenza e conquista la pace". Nel pomeriggio, nella chiesa di San Gregorio VII, si è svolta la seconda parte dell’incontro, coordinata da Nicola Ferrante, giornalista di TV2000, e composta da momenti di riflessione e testimonianze dei volontari. Hanno portato i loro saluti S.Em. il Card. Francesco Montenegro (Presidente di Caritas Italiana), Calogero Mauceri (Capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale), Francesco Violi (Rappresentante nazionale dei volontari nella Consulta del servizio civile), suor Michela Marchetti (suore della Divina volontà di Crotone) e padre Giulio Albanese (missionario comboniano). Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il sottosegretario con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, hanno inviato due messaggi di saluto. Per approfondire leggi questo articolo di Luca Liverani su "Avvenire" del 13 marzo [PDF].

marzo 14, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, San Massimiliano, Storia del SC, Udienza con il Papa | Permalink | Commenti (0)

12 marzo: San Massimiliano, giovani in servizio civile incontrano Papa Francesco

Manifesto_sanMax_2016Anche quest'anno in occasione del 12 marzo, ricorrenza liturgica di San Massimiliano di Tebessa (martire del 295 d.C. per obiezione di coscienza al servizio militare), il Tavolo Ecclesiale sul Servizio Civile organizza un incontro tra tutti i volontari in servizio civile dei propri enti. Cuore dell’incontro di quest’anno sarà la partecipazione all’Udienza giubilare con papa Francesco che si terrà, con inizio alle ore 10.00, in Piazza San Pietro. Dopo l’udienza, i giovani e i loro responsabili faranno il passaggio della Porta Santa in Basilica. Nel pomeriggio, dalle ore 14.00 alle 16.30, nella vicina chiesa di San Gregorio VII, si svolgerà la seconda parte dell’incontro, coordinata da Nicola Ferrante, giornalista di TV2000, e composta da momenti di riflessione e testimonianze dei volontari sul tema scelto da papa Francesco per la recente Giornata mondiale della Pace: "Vinci l’indifferenza e conquista la pace". È prevista la presenza di S.Em. il Card. Francesco Montenegro (Presidente di Caritas Italiana), di Calogero Mauceri (Capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale), di Francesco Violi (Rappresentante nazionale dei volontari nella Consulta del servizio civile), di suor Michela Marchetti (suore della Divina volontà di Crotone) e di padre Giulio Albanese (missionario comboniano).

marzo 10, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, San Massimiliano, Storia del SC, Udienza con il Papa | Permalink | Commenti (0)

Lunedì prossimo il nuovo bando di servizio civile da 36mila posti

«Salvo intoppi burocratici, lunedì 16 marzo prossimo uscirà il nuovo Bando nazionale», pari a 36mila posti, dei quali circa 600 all'estero. Lo ha annunciato oggi il sottosegretario con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, intervenendo al Seminario sul servizio civile promosso dal TESC.

marzo 12, 2015 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Normativa e progetti, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

San Massimiliano: 10 anni di Esseciblog

Si ricorda oggi la memoria liturgia di San Massimiliano di Tebessa, giovane martire cristiano per obiezione di coscienza al servizio militare nel 295 d.C, scelto per questo come "protettore" degli obiettori di coscienza e del servizio civile. Proprio in questo giorno, 10 anni fa, andava ufficialmente on-line questo blog, di cui ricordiamo qualche dato in questa infografica:

Info_esseciblog

 

marzo 12, 2015 nella Appuntamenti, Libri e siti utili, San Massimiliano, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

San Massimiliano 2015: verso un nuovo servizio civile

San_MassimilianoS.E. Mons. Nunzio Galantino, Segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana, il prof. Alessandro Rosina, docente dell’Università Cattolica di Milano, l’ on. Donata Lenzi, della Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati, il dott. Marco Tarquinio, direttore di Avvenire, e l’on. Luigi Bobba, Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali con delega al servizio civile. Saranno i partecipanti al Seminario sul servizio civile, il suo valore e la sua riforma che si svolgerà il 12 marzo a Roma e promosso per la dodicesima volta dal Tavolo ecclesiale sul servizio civile (TESC), nel giorno in cui si ricorda San Massimiliano, giovane martire cristiano per obiezione di coscienza al servizio militare nel 295 d.C. Durante l'incontro saranno ricordati anche i 10 anni di attività di questo blog.

marzo 10, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Idee, Normativa e progetti, Riforma SC, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (5) | TrackBack

San Massimiliano 2015: seminario a Roma sul servizio civile e riforma

San_Massimiliano_incontroPromosso per la dodicesima volta dal Tavolo ecclesiale sul servizio civile (TESC), nel giorno in cui si ricorda San Massimiliano, martire per obiezione di coscienza al servizio militare nel 295 d.C., giovedì 12 marzo 2015 si terrà a Roma un seminario nazionale sul servizio civile per i referenti regionali/diocesani degli Uffici, delle Associazioni e degli Enti accreditati che fanno parte del TESC. L'incontro sarà l’occasione per riflettere insieme sul “nuovo” servizio civile nazionale la cui riforma legislativa è all’esame del Parlamento e che, a distanza di quasi 15 anni dall’avvio, pone importanti interrogativi sul rinnovato senso da dare a questa esperienza, alla luce dei mutati scenari della società e del mondo giovanile in particolare.

febbraio 26, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

2014: l'anno della possibile svolta per il servizio civile

2014"Redattore Sociale", insieme ad altri temi, ha riassunto nei giorni scorsi il 2014 del servizio civile. «Quest’anno - segnala l'articolo - va ricordato innanzitutto per l’avvio della Riforma del servizio civile nella prospettiva “universale”, ossia dei 100.000 giovani, introdotta da Matteo Renzi ad inizio 2014 prima come Segretario del PD appena eletto e poi come Presidente del Consiglio. “Io penso che il servizio civile universale – dichiara il 25 febbraio Renzi nel suo discorso durante la discussione della fiducia al suo Governo - sia un valore educativo importante in una realtà in cui l'educazione civica ha lasciato spesso spazio alla maleducazione civica, in questi anni, in modo devastante, non soltanto all'interno delle istituzioni”.

La Riforma, preceduta tra maggio e giugno da un’ampia consultazione aperta a tutti i cittadini, è collegata a quella del Terzo Settore e viene approvata in Consiglio dei Ministri il 10 luglio, per arrivare poi alla Camera il 26 agosto dove è attualmente in discussione nella Commissione Affari Sociali della Camera. Attive su questo fronte anche alcune Regioni come Lazio, Piemonte e Lombardia, e la Provincia Autonoma di Trento, che nei loro rispettivi ambiti propongono o approvano normative specifiche sul servizio civile. Nel I Governo Renzi ad aprile la delega al servizio civile viene assegnata al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, ed in particolare al Sottosegretario on. Luigi Bobba. Sempre ad aprile arriva la conferma che il servizio civile entrerà nelle azioni previste da “Youth Guarantee” (Garanzia Giovani), il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile destinato a tutti i giovani tra i 15 ed i 29 anni, disoccupati o "neet" (né occupati, né studenti, né coinvolti in attività di formazione). “Con l'utilizzo delle risorse del Fondo nazionale del servizio civile disponibili per gli anni 2014 e 2015 e con quelle previste per l'attuazione del programma Garanzia Giovani - annuncia a giugno il Sottosegretario Bobba - sarà possibile far partire circa 37mila giovani, di cui circa 11.000 con i progetti di Garanzia giovani”. Per il 2014 il bando di Garanzia Giovani si svolgerà a dicembre e coprirà circa 7mila posti distribuiti sulle 11 Regioni che aderiranno al Piano in maniera diretta. Intanto il 25 aprile con l’evento a Verona “Arena di Pace e Disarmo 2014”, l'incontro nazionale promosso dalle varie realtà italiane del pacifismo e della nonviolenza, al quale partecipano anche i giovani in servizio civile, viene lanciata la Campagna “Un’altra Difesa è possibile”, che prevede una proposta di legge di iniziativa popolare – che sarò poi depositata il 3 luglio in Cassazione - "per l’istituzione e il finanziamento del Dipartimento per la difesa civile, non armata e nonviolenta" che “dovrà comprendere il Servizio civile nazionale, i Corpi civili di pace e la Protezione civile”. Il 2 luglio viene anche presentata dall'on. Giulio Marcon (SEL) una proposta di legge costituzionale (2509) che prevede "Modifiche all'articolo 52 della Costituzione, concernenti le forme di adempimento del dovere della difesa della Patria". Lo stesso giorno a Strasburgo il Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, presenta al Parlamento europeo il programma del semestre di Presidenza italiana. Nel suo discorso ricorda come “non ci sarà un’Europa degna di questo nome finché non ci sarà un servizio civile europeo”. Sul fronte economico continua però in tutto il 2014 la rincorsa ad uno finanziamento stabile per il servizio civile nazionale. Con un primo impegno il Sottosegretario Bobba recupera ad agosto circa 12milioni di euro – su 21 totali - che l’Ufficio Bilancio della Presidenza del Consiglio dei Ministri aveva accantonato, mentre a novembre la nuova Legge di Stabilità prevederà per il servizio civile appena 63milioni di euro di stanziamento sul 2015. Le proteste di enti e giovani volontari portano ad un emendamento dello stesso Governo che prevede uno stanziamento aggiuntivo di 50milioni, aumentando così il fondo a circa 115milioni. Accanto a questo, nelle stese settimane, il Sottosegretario Bobba stipula 4 protocolli di intesa con il Ministero dell’Ambiente, quello dei Beni e delle Attività Culturali, quello dell’Interno e l’Autorità Anticorruzione per l’avvio congiunto di specifici progetti di servizio civile. Settembre segna poi un ricambio nella Rappresentanza dei volontari, che elegge in Consulta nazionale Edda D'Amico, in servizio presso l'Ente "Proteo Fare Sapere", e Francesco Violi, "casco bianco" all'estero in servizio con Caritas Italiana, rispettivamente per la Macroarea Centro e per quella dell'Estero. Il 1 ottobre si conclude poi l’annosa questione dell'esclusione dei giovani stranieri dai progetti di servizio civile nazionale, partita con due ricorsi nel 2012. Si pronunciano infatti su uno di essi le Sezioni unite della Corte di Cassazione che definiscono questa esclusione "ne' proporzionata ne' ragionevole", e vista la rilevanza la questione viene rimessa alla Corte Costituzionale affinché valuti la costituzionalità dell’esclusione prevista dalla legge. Nei giorni successivi, il 9 ottobre, si pronuncerà anche il Consiglio di Stato “affermando che la norma della legge del 2002 - che vietava agli stranieri di poter fare il servizio civile,- va disapplicata e che dunque i prossimi bandi dovranno essere aperti anche a coloro che non hanno la cittadinanza italiana”. “Finalmente – commenta il Sottosegretario Bobba - un po' di chiarezza e sopratutto non andremo più incontro a ricorsi e a tempi necessariamente più lunghi per la gestione dei prossimi bandi”. E a poche settimane dalla conclusione del semestre europeo, il 12 dicembre, l’Italia lancia in occasione del Consiglio dei ministri Ue con delega alle politiche giovanili una sorta di "Erasmus del servizio civile", un programma per consentire ad un giovane che voglia fare un’esperienza di cittadinanza attiva e di impegno volontario per la comunità, di poterlo fare non solo per la propria comunità nazionale o locale ma anche per quella di un altro Paese europeo. Sulla stessa linea si colloca l’assegnazione da parte della Commissione Europea a Italia, Francia e Germania della sperimentazione del progetto del servizio civile europeo». [Fonte: Redattore Sociale]

dicembre 29, 2014 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Europa, Giovani e rappresentanza, Idee, Libri e siti utili, Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, San Massimiliano, Servizio civile e stranieri, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Servizio civile, se ne parla su "A sua immagine settimanale"

320-87gNell'ultimo numero del settimanale "A sua immagine", la rivista ufficiale dell’omonima trasmissione di Raiuno, in un ampio articolo di Lorenza Rossi si parla del servizio civile nazionale e della sua riforma. Spazio anche al racconto dell'esperienza del Tavolo Ecclesiale sul servizio civile, dei Caschi Bianchi e di San Massimiliano. Leggi tutto l'articolo qui in PDF.

settembre 12, 2014 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Libri e siti utili, Riforma SC, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

San Massimiliano 2014: video e materiali dell'incontro dei giovani in servizio civile

Foto_gruppo_sanmax2014Sul sito di Caritas Italiana sono disponibili i materiali, la rassegna stampa e le video-testimonianze realizzate per il X Incontro dei giovani in servizio civile per San Massimiliano, svoltosi a Genova mercoledì 12 marzo scorso. Ricordiamo come nell'occasione S.E. card. Angelo Bagnasco, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, sia tornato a precisare sull'argomento come occorra «offrire ai giovani in modo organico, strutturato e anche obbligatorio, nei tempi corretti e giusti, una palestra del vivere insieme, con fatiche, gioie, soddisfazioni ed impegno. Questo mi pare che si assolutamente necessario appunto in questo clima di forte individualismo».

marzo 17, 2014 nella Appuntamenti, Esperienze, Libri e siti utili, Normativa e progetti, Regioni, San Massimiliano, Storia del SC, Video | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Card. Bagnasco: "necessario un servizio civile obbligatorio per tutti"

Cardinale_BagnascoUn "servizio civile obbligatorio per tutti". E' quello che è tornato a chiedere ieri, in occasione dell'incontro a Genova dei giovani in servizio civile per San Massimiliano, S.E. card. Angelo Bagnasco, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana. «Servono palestre di buone relazioni e del vivere insieme – ha spiegato il card. Bagnasco – soprattutto in questo momenti connotati da forte individualismo e consumismo che intaccano non solo la società e la persona, ma anche l’economia e la politica». Come ricorda un articolo di Paolo Lambruschi su "Avvenire" di oggi, "dopo aver chiesto, nell’ultima prolusione, l’istituzione di una qualche forma di servizio civile come tirocinio per una gioventù che deve imparare a pensare in modo comunitario, al "noi", l’Arcivescovo di Genova ieri ha precisato la sua proposta".

«Sono molto convinto, insieme ai miei confratelli, che un servizio civile strutturale e anche obbligatorio, nei tempi giusti e corretti - una vera palestra del vivere insieme, con fatiche, gioie, soddisfazioni e impegno - sia necessario in questo clima. C’è bisogno di tornare alla scuola delle buone relazioni, dove si impara a stare con gli altri, nelle differenze e tra generazioni come fondamento di quel vivere insieme nella giustizia, nell’equità, nell’aiuto reciproco che sono fondamento della pace. Auspico che sia un servizio civile più organizzato e aperto a tutti». Leggi tutto l'articolo qui in PDF.

marzo 13, 2014 nella Appuntamenti, Esperienze, Idee, Libri e siti utili, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

San Massimiliano: oggi a Genova incontro dei giovani in servizio civile

Manifesto_SanMassimiliano2014Oggi a Genova l'annuale incontro dei giovani volontari del Tavolo Ecclesiale sul servizio civile, il coordinamento di organismi della Chiesa italiana che dal 2003 promuove questa importante esperienza formativa, di servizio agli ultimi, di testimonianza dei valori della pace, della giustizia, della nonviolenza, della cittadinanza attiva e della solidarietà. La data del 12 marzo è legata alla memoria di un altro giovane, San Massimiliano, martire per obiezione di coscienza al servizio militare nel 295 d.c..

L'appuntamento avrà un programma articolato su tre luoghi simbolici, a partire dal Palazzo Ducale (Sala del Maggior Consiglio), poi nei caruggi del centro storico ed infine nella cattedrale di San Lorenzo, e vedrà gli interventi tra gli altri di don Luigi Ciotti e del Cardinale di Genova, S. Em. mons. Angelo Bagnasco. In vista dell'appuntamento in questi giorni sono stati pubblicati i video delle testimonianze di chi ha svolto dagli anni '80 ad oggi il servizio civile come obiettore di coscienza e poi da volontario, oltre all'esperienza dell'Anno di Volontariato Sociale (AVS).

marzo 12, 2014 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Verso l'incontro dei giovani in servizio civile di San Massimiliano

Logo S.Max_DEFManca ormai poco all'annuale incontro nazionale dei giovani in servizio civile del 12 marzo, promosso dal Tavolo ecclesiale sul servizio civile nel giorno in cui si ricorda San Massimiliano, martire per obiezione di coscienza al servizio militare, che quest'anno si svolgerà nel capoluogo ligure. L'appuntamento avrà un programma articolato su tre luoghi simbolici, a partire dal Palazzo Ducale (Sala del Maggior Consiglio), poi nei caruggi del centro storico ed infine nella cattedrale di San Lorenzo. Significativi anche alcuni gesti, come ad esempio l'adesione all’iniziativa [PDF] “Una mano amica, oltre le sbarre”, la raccolta di prodotti per l’igiene personale a favore delle 2.000 persone detenute in Liguria, promossa da molte associazioni liguri. Continua infine la raccolta in video di varie testimonianze, come quella di Maria Celentano, in servizio civile nazionale nel 2010, e di Pippo Armas, obiettore di coscienza nel 1983.

marzo 10, 2014 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

San Massimiliano 2014: programma e testimonianze sul servizio civile

Manifesto_SanMassimiliano2014In vista dell'incontro dei giovani in servizio civile per San Massimiliano il prossimo 12 marzo a Genova, è disponbile il programma completo e le video-testimonianze di chi ha svolto l'esperienza da obiettore, come Egidio Canciani, obiettore di coscienza nel 1986. Tra i vari interventi e saluti previsti duante l'incontro quelli di S.E. mons. Giuseppe Merisi, Presidente di Caritas Italiana, di Paola Paduano, Capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, Lorena Rambaudi, Assessore Regione Liguria alle Politiche Sociali, Silvia Conforti, Rappresentante volontari Consulta nazionale servizio civile, don Luigi Ciotti, Gruppo Abele, e suor Giuliana Galli, Suore di San Giuseppe Benedetto Cottolengo.

marzo 7, 2014 nella Appuntamenti, Giovani e rappresentanza, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

A Genova il X Incontro nazionale dei giovani in servizio civile per San Massimiliano

Manifesto_SanMassimiliano2014Si svolgerà a Genova il 12 marzo prossimo il X Incontro nazionale dei giovani in servizio civile, promosso dal Tavolo ecclesiale sul servizio civile nel giorno in cui si ricorda San Massimiliano, martire per obiezione di coscienza al servizio militare nel 295 d.C.. Sarà l’occasione per riflettere insieme sul tema della Giornata Mondiale della Pace del 1° gennaio 2014, "Fraternità, fondamento e via per la pace", e sul contributo che il servizio civile può dare in ordine alla realizzazione della fraternità e della pace. Tre i luoghi dell’incontro: i lavori della mattinata si terranno presso il Palazzo Ducale (Sala del Maggior Consiglio); nel pomeriggio si svolgeranno dei percorsi di pace e fraternità attraverso i caruggi del centro storico; la Santa Messa conclusiva sarà celebrata nella cattedrale di San Lorenzo e presieduta da S.Em. Card. Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova.

febbraio 20, 2014 nella Appuntamenti, Regioni, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

46ª Marcia per la pace e Convegno Pax Christi

E' in svolgimento da ieri a Campobasso, il tradizionale Convegno di fine anno di Pax Christi, il movimento cattolico per la pace, che ha per titolo "Signore, insegnaci a lottare! Nel cantiere della fraternità: lavoro, diritti e accoglienza". Com'è tradizione il Convegno è collegato al Messaggio per la pace del Papa e alla 46ª Marcia per la pace, che si svolgerà a partire dalle 16.30 nel capoluogo molisano. Leggi qui in PDF il programma dei due appuntamenti.

dicembre 31, 2013 nella Appuntamenti, Esperienze, Libri e siti utili, San Massimiliano | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Jägerstätter: marito e obiettore al nazismo nelle lettere della moglie Franziska

Lettere_FranziskaSarà presentato domani a Trento il libro "Una storia d'amore, di fede e di coraggio" dedicato a Franziska Jägerstätter, moglie del beato Franz, morto in carcere per aver obiettato al servire le armi sotto il regime nazista nel 1943. Come raccontano i Curatori del testo «Franziska e Franz sono sposati da meno di due anni quando i carri armati hitleriani entrano in Austria. Hanno rispettivamente 25 e 31 anni. Vivono in un minuscolo paese di campagna, St. Radegund, a metà strada tra Salisburgo e il confine con la Germania. Dalla loro unione nasceranno tre figlie. Franz fa il contadino, non è né colto né politicizzato ma ha capito che non si può essere cristiani e nazisti senza rinnegare i valori più profondi. Aiutato e sorretto dalla moglie, unica a stargli vicino quando tutti lo abbandonano, riesce a resistere alle pressioni dell’ideologia e di un ambiente remissivo, facendo obiezione di coscienza contro l’arruolamento nell’esercito di Hitler». Le 139 lettere raccolte nel volume coprono gli anni dal 1940 al 1943 e mostrano «la straordinaria esperienza coniugale di una donna ed un uomo uniti da una relazione che ha saputo diventare baluardo contro il dilagare del Male», scrivono ancora i Curatori. Franziska Jägerstätter è morta centenaria il 16 marzo scorso.

dicembre 3, 2013 nella Appuntamenti, San Massimiliano | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

7 settembre: una giornata di digiuno e preghiera per la pace in Siria

Papa_FrancescoNell'Angelus del 1° settembre scorso è tornata a levarsi alta la voce di papa Francesco contro ogni forma di violenza: «Guerra chiama guerra, violenza chiama violenza». Ed ha poi aggiunto: «Per questo, fratelli e sorelle, ho deciso di indire per tutta la Chiesa, il 7 settembre prossimo, vigilia della ricorrenza della Natività di Maria, Regina della Pace, una giornata di digiuno e di preghiera per la pace in Siria, in Medio Oriente, e nel mondo intero, e anche invito ad unirsi a questa iniziativa, nel modo che riterranno più opportuno, i fratelli cristiani non cattolici, gli appartenenti alle altre Religioni e gli uomini di buona volontà». E proprio nei giorni scorsi, una delegazione di Caritas Italiana è stata in missione in Giordania e a Gerusalemme "come segno di vicinanza e di incoraggiamento a tutte le Caritas del Medioriente".

settembre 3, 2013 nella Appuntamenti, San Massimiliano | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

70° anniversario Franz Jägerstätter, obiettore al nazismo

JaegerstaetterRicorre domani 9 agosto il 70° anniversario della morte di Franz Jägerstätter, il contadino austriaco che fece obiezione di coscienza rifiutando di prestare obbedienza a Hitler e di entrare nell’esercito tedesco, e che per questo fu condannato a morte il 9 agosto 1943, dopo un lungo periodo di prigionia. È stato proclamato beato nel 2007. Come ogni anno nel suo paese natale – St. Radegund, a nord di Salisburgo – si tengono nell'anniversario conferenze, momenti di ricordo e di celebrazione liturgica.

agosto 8, 2013 nella Appuntamenti, Libri e siti utili, San Massimiliano | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Celebrazioni per i 70 anni dalla morte di Franz Jägerstätter

JaegerstaetterIl prossimo 9 agosto cadrà il 70° anniversario del sacrifico di Franz Jägerstätter, che sotto il regime nazista si rifiutò per motivi di coscienza di svolgere la leva militare, fu condannato per renitenza e per questo, dopo un lungo periodo di prigionia, decapitato. Il 26 ottobre 2007 è stato proclamato beato. In vista della ricorrenza del prossimo agosto, la parrocchia di St. Radegund e Pax Christi ne celebreranno la memoria liturgica con una commemorazione, che vedrà anche una conferenza a Tarsdorf e una messa sulla sua tomba e quella di sua moglie Franziska, morta lo scorso 16 marzo.

luglio 11, 2013 nella Appuntamenti, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

A 20 anni dalla morte di don Tonino Bello

Anima_attesaIl 20 aprile 1993, venti anni fa, moriva don Tonino Bello, vescovo di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, instancabile operatore di pace e presidente di Pax Christi Italia. In questo suo impegno, più di una volta, si trovò a difendere e a promuovere la scelta dell’obiezione di coscienza e il valore del servizio civile, “dall’obiezione di coscienza alla coscienza dell’obiezione” usava dire. Portò avanti anche in prima persona scelte coraggiose, come ad esempio quando già malato, nel dicembre 1992, ideò e partecipò alla marcia nonviolenta su Sarajevo nel momento più critico della guerra. Per ricordare l'anniversario, Pax Christi ha promosso la realizzazione del film "L’anima attesa”, diretto dal regista salentino Edoardo Winspeare dedicato a don Tonino Bello ed ispirato al suo messaggio.

aprile 19, 2013 nella Appuntamenti, Libri e siti utili, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

A 50 anni dalla Pacem in terris

Logo_Chiesa_tuttiSi terrà domani 6 aprile a Roma, presso l'auditorium di Via dei Frentani, l'assemblea convocata da quasi cento associazioni e riviste di base del mondo cattolico per ricordare la firma avvenuta 50 anni fa (11 aprile 1963) dell'enciclica "Pacem in terris", l'ultima di Papa Giovanni XXIII prima della sua morte. Durante il convegno, promosso da realtà come Pax Christi e Cipax di Roma (Centro interconfessionale per la pace), alle relazioni di approfondimento si alterneranno le testimonianze di testimoni di quell'epoca e di operatori di pace.

aprile 5, 2013 nella Appuntamenti, San Massimiliano | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

In ricordo di mons. Romero

Mons_RomeroIl 24 marzo 1980, veniva ucciso, durante una celebrazione liturgica, mons. Oscar Arnulfo Romero, vescovo di San Salvador. Il giorno precedente, in una omelia, aveva affermato: «Desidero fare un appello agli uomini dell’esercito e in concreto alla guardia nazionale della polizia della caserme: fratelli, siete dello stesso popolo, ammazzate i vostri fratelli campesinos. Davanti all’ordine di ammazzare dato da un uomo deve prevalere la legge di Dio che dice “non ammazzare”». Dal 2010 l'ONU ha dichiarato proprio questa data "Giornata Mondiale per il Diritto alla Verità".

marzo 25, 2013 nella Appuntamenti, Libri e siti utili, San Massimiliano | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

San Massimiliano: la festa dei giovani in servizio civile

San_massimiliano_2013Erano quasi 400 i giovani volontari che hanno partecipato a Mirandola, presso il Centro di coordinamento Caritas, al IX Incontro nazionale di San Massimiliano, promosso dal Tavolo ecclesiale sul servizio civile. «L’obiezione di coscienza oggi è più attuale che mai, perché il servizio civile vive tempi duri, quelli dei tagli e dei mancati finanziamenti», ha affermato Silvia Conforti, rappresentante volontari nella Consulta nazionale servizio civile. «Oggi la nostra obiezione è l’opportunità di dare una mano al nostro Paese, senza per forza scegliere il servizio militare. Noi ancora oggi dobbiamo batterci per fare il servizio civile perché è un’opportunità e contribuisce a costruire ciò che è andato distrutto». Leggi qui l'articolo di "Avvenire" in formato PDF e quello de "Il Resto del Carlino".

marzo 14, 2013 nella Appuntamenti, Giovani e rappresentanza, Regioni, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Servizio civile: le voci di San Massimiliano

Albania_AntennePaceRicca di contributi la IX edizione dell'Incontro nazionale dei giovani in servizio civile degli enti aderenti al Tavolo Ecclesiale sul servizio civile (TESC), che si svolge oggi a Mirandola (provincia di Modena, diocesi di Carpi), nella tradizionale ricorrenza di san Massimiliano di Tebessa, il giovane martire cristiano nel 285 d.C. per obiezione di coscienza al servizio militare. Tra le testimonianze dei giovani in programma quelle di Enzo Rubinetti, Casco bianco Caritas Italiana in Guatemala che ha vissuto anche l'esperienza del terremoto nel paese centramericano, di Patrizia Bettineschi, una dei 6 volontari che hanno partecipato al progetto sperimentale di Difesa civile non armata e nonviolenta (DCNAN) in Albania “Caschi Bianchi: oltre la vendetta”, di Assi Manzama-Esso, proveniente dal Togo e che nel 2008/09, ha svolto il Servizio Civile volontario presso la Caritas di Reggio Emilia, e di Salvatore Mignognia, volontario servizio civile Salesiani Torre Annunziata (NA). Tra gli interventi previsti, oltre a don Francesco Cavazzuti (missionario della Diocesi di Carpi), a Giuliana Martirani (Docente di geografia politica ed economica) e a Giovanni Ramonda (Responsabile Generale "Comunità Papa Giovanni XXIII", anche quello di Federico Ghillani, padre di Daniele, il giovane volontario originario di Parma morto a Senador Canedo (Brasile) lo scorso 16 ottobre.

marzo 12, 2013 nella Appuntamenti, Esperienze, Regioni, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Programma IX Incontro dei giovani in servizio civile TESC

Caritas_servizio_civile_volantinoSi svolgerà domani a Mirandola (provincia di Modena, diocesi di Carpi), nella tradizionale ricorrenza di san Massimiliano di Tebessa, il giovane martire cristiano nel 285 d.C. per obiezione di coscienza al servizio militare, il IX Incontro nazionale dei giovani in servizio civile degli enti aderenti al Tavolo Ecclesiale sul servizio civile (TESC). Tra gli interventi previsti, oltre ovviamente alle testimonianze dei giovani volontari, anche quelli di Paola Paduano (capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale), di Teresa Marzocchi (Assessore regionale dell'Emilia Romagna alle Politiche sociali) e di Silvia Conforti (Rappresentante nazionale dei volontari). Sempre la mattina si terrà una tavola rotonda, moderata dal giornalista di Avvenire Paolo Lambruschi, su "Come essere operatori di pace oggi?", con i contributi di don Francesco Cavazzuti (missionario della diocesi di Carpi), Giuliana Martirani (docente di Geografia politica ed economica) e Giovanni Ramonda (responsabile Generale "Comunità Papa Giovanni XXIII"). Nel pomeriggio, prima della messa presieduta da S.E. Mons. Francesco Cavina, vescovo di Carpi, saranno visitati alcuni dei luoghi colpiti dal terremoto dello scorso maggio.

marzo 11, 2013 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

San Massimiliano, IX Incontro nazionale dei giovani in servizio civile TESC

Avs_caritasSi va definendo il programma del IX Incontro nazionale dei giovani in servizio civile degli enti aderenti al Tavolo Ecclesiale sul servizio civile (TESC), che si svolgerà quest'anno a Mirandola (provincia di Modena, diocesi di Carpi). La data del 12 marzo ricorda la memoria liturgica di san Massimiliano di Tebessa, il giovane della Chiesa di Cartagine, martire nel 285 d.C. per obiezione di coscienza al servizio militare. Come sottolineano i promotori, «sarà l’occasione per riflettere insieme sul tema della Giornata Mondiale della Pace del 1° gennaio 2013 "Beati gli operatori di pace" e sul contributo che il servizio civile può dare alla costruzione della pace». La scelta della sede è inoltre «un modo per offrire un segno di vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma del maggio di un anno fa». Scarica qui la scheda di iscrizione e il programma provvisorio [PDF].

marzo 6, 2013 nella Appuntamenti, Esperienze, Libri e siti utili, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

2013: un anno per ricordare Franz Jägerstätter, martire per obiezione al nazismo

JaegerstaetterIl 2 marzo 1943, 70 anni fa, il contadino, sacrestano e padre di famiglia Franz Jägerstätter di St. Radegund si presentò alla caserma di Enns e rifiutò di vestire la divisa dell'esercito tedesco nazista. In quell'occasione dichiarò subito «che egli rifiuta il servizio militare con armi per la sua posizione religiosa, che se avesse combattuto per lo stato nazionalsocialista avrebbe agito contro la sua coscienza religiosa…, egli non può essere contemporaneamente nazionalsocialista e cattolico… e ci sono cose in cui bisogna obbedire più a Dio che agli uomini; in base al comandamento “ama il prossimo tuo come te stesso”, egli non può combattere con le armi in mano. È tuttavia pronto a prestare servizio come soldato in sanità» (Dalla motivazione della sentenza della corte marziale del Reich del 6 luglio 1943). Condannato per renitenza alla leva, il 9 agosto 1943, dopo un lungo periodo di prigionia, Jägerstätter sarà condotto a Brandeburgo sull’Havel e decapitato. Il 26 ottobre 2007 nel Duomo di Linz è stato accolto come martire tra i beati e i santi della Chiesa. Per quest'anno saranno molte le iniziative in suo ricordo, a partire proprio dalle commemorazioni di questi giorni e passando dal 21 maggio (Pentecoste) a Linz, festa liturgica del calendario ecclesiale e giorno della nascita di Jägerstätter.

marzo 4, 2013 nella Appuntamenti, Libri e siti utili, San Massimiliano | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

San Massimiliano: a Mirandola l'incontro annuale dei giovani in servizio civile del TESC

San_MassimilianoSi terrà il prossimo 12 marzo a Mirandola, in provincia di Modena e diocesi di Carpi, nelle terre colpite dal terremoto dello scorso maggio, l'incontro dei volontari promosso dal Tesc (Tavolo ecclesiale sul servizio civile) nella memoria di san Massimiliano di Tebessa, il giovane della Chiesa di Cartagine, martire nel 285 d.C. per obiezione di coscienza al servizio militare. Il tema, come per le edizioni precedenti, è ripreso dalla Giornata Mondiale della Pace del 1 gennaio scorso: “Beati gli operatori di pace”, e sarà collegato con la scelta del luogo, «che - dichiarano i promotori - vuole essere un segno di vicinanza alle chiese sorelle colpite dal terremoto della scorsa primavera». «Il Bando speciale del servizio civile per le zone terremotate - ricordano poi -, nel quale sono coinvolti anche alcuni degli enti membri del Tesc, è un ulteriore elemento che sarà presente nella costruzione dell’evento». L'iniziativa, avviata 10 anni fa, nel 2012 non si è tenuta a causa dello scaglionamento degli avvii dei progetti e fu sostituita da un seminario di approfondimento a Roma.

febbraio 15, 2013 nella Appuntamenti, Libri e siti utili, Regioni, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Pax Christi: convegno di fine anno nel ricordo di don Tonino Bello

Manifesto_PaxChristi2012Si terrà dal 29 al 31 dicembre a Santa Maria di Leuca (Lecce), il tradizionale convegno di fine anno di Pax Christi, il movimento cattolico per la pace, dedicato quest'anno alla figura di don Tonino Bello, scomparso nel 1993. Il convegno ha per titolo "In piedi, costruttori di pace! Tonino Bello maestro di nonviolenza per una Chiesa della tenerezza" e si collega anche alla Marcia nazionale della Pace, che si svolgerà la sera del 31 dicembre a Lecce.

dicembre 27, 2012 nella Appuntamenti, Esperienze, Libri e siti utili, San Massimiliano | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

40anni di obiezione di coscienza e servizio civile: Licio Palazzini

Licio_PalazziniIn occasione del Convegno "Avrei (ancora) un’obiezione!", che si svolgerà a Firenze il 15 e 16 dicembre prossimo per ricordare i 40 anni dalla prima legge sull'obiezione di coscienza, abbiamo chiesto a vari protagonisti del servizio civile di allora e di oggi di raccontarci la loro personale storia. Licio Palazzini, attuale Presidente di Arci Servizio Civile ed uno dei relatori del Convegno, ricorda come la sua personale esperienza di obiettore «si sia svolta fra San Giovanni Valdarno e Firenze fra il 1981 e il 1982 ed ha accompagnato la mia collaborazione con ARCI Valdarno e ARCI Toscana». «L'impegno più insidioso - ci spiega Palazzini - fu quello di non essere totalmente assorbito dalla sfida di far crescere l’associazione e mi furono di aiuto le letture e soprattutto alcune amicizie acliste. Mi tenevano con la testa sopra le attività! Fu un’esperienza individuale e anche questo mi pesava, ragion per cui mi dissi che nel futuro avrebbe dovuto essere di gruppo». Anche per questo - prosegue -, riflettendo sull'attuale Servizio civile nazionale, questo «deve essere un’esperienza che ti fa crescere individualmente e quindi ti fa operare in gruppo. Dalla formazione alle attività e alla loro verifica». «Proprio l’importanza della formazione è un valore che appresi con l’obiezione e che continua nel servizio civile nazionale», conclude il Presidente di ASC.

dicembre 12, 2012 nella Appuntamenti, Giovani e rappresentanza, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

50 anni fa la scelta di Gozzini, primo obiettore cattolico

Giuseppe_GozziniIl 13 novembre 1962, 50 anni fa, Giuseppe Gozzini, adducendo motivi religiosi, rifiutava di indossare la divisa militare. Fu il primo caso in Italia, almeno ufficialmente, di un obiettore di coscienza “cattolico”. La sua condanna provocò un clamoroso dibattito, di cui fu protagonista soprattutto padre Ernesto Balducci, a sua volta processato e condannato per avere preso le sue difese. Gozzini all’epoca non improvvisò la sua scelta. Come racconta lui stesso nel libro "Voci sull'obiezione", aveva avuto modo di incontrare don Primo Mazzolari, padre Balducci, Aldo Capitini, e aveva fatto già esperienze con il Servizio Civile Internazionale e il MIR. Alla domanda “perché non fai come gli altri”, rispondeva «che il Vangelo parla chiaro, così come la storia della Chiesa dei primi secoli: c’è una tradizione nella Chiesa che rifiuta la guerra, il servizo militare, anche con il martirio», come san Massimiliano di Tebessa. E sulla sospensione della leva Gozzini, che è morto due anni fa, era netto: «O nel nuovo servizio civile nazionale c’è il sale della ribellione, dell’obiezione di coscienza… oppure diventa un impiego come tutti gli altri. […] Certo, rispetto profondamente le motivazioni di chi fa questa scelta, se hanno dei valori forti che vogliono testimoniare anche grazie al servizio civile. Il pacifismo radicale è chiamato oggi a costruire un progetto alternativo di società, con i giovani del servizio civile in prima linea. Ma il germe della ribellione ci vuole, altrimenti ci ritroviamo a sfilare sui Fori Imperiali con i militari…»

novembre 13, 2012 nella Appuntamenti, Esperienze, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

4 ottobre: Giornata nazionale della Pace

PaxetbonumOggi in Italia si celebra la settima “Giornata della pace, della fraternità e del dialogo tra appartenenti a culture e religioni diverse”, istituita dalla legge n. 24 del 10 febbraio 2005 in onore dei Patroni d'Italia san Francesco d'Assisi e santa Caterina da Siena. Il 4 ottobre durante le celebrazioni di questa giornata, si possono organizzare, secondo quanto prevede la legge, anche cerimonie, iniziative ed incontri, «in particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, dedicati ai valori universali di cui i Santi Patroni speciali d'Italia sono espressione». La ricorrenza cade due giorni dopo la “Giornata internazionale della nonviolenza", indetta dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite scegliendo come data quella della nascita di M.K. Gandhi.

ottobre 4, 2012 nella Appuntamenti, Libri e siti utili, San Massimiliano | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Cappellani militari, i cristiani e la guerra: opinioni a confronto

Cappellano_militareA ridosso del 9 agosto, memoria del beato Franz Jägerstätter, obiettore di coscienza al militare e alla guerra, si è sviluppato sui giornali un piccolo dibattito sull'atteggiamento dei cristiani verso la pace, la guerra e sul ruolo dei cappellani militari. E' Pax Christi, il movimento cattolico per la pace, che apre il confronto replicando ad una intervista apparsa il giorno prima su "Avvenire" all’arcivescovo Vincenzo Pelvi, ordinario militare.

«Chiediamo - scrive Pax Christi - di aprire un confronto serio e schietto sul tema della guerra, del servizio militare, oggi non più legato all’obbligo della leva, e della presenza dei Cappellani tra i militari, magari proprio con il Direttore di Avvenire e l’Ordinario militare. L’unica occasione di confronto risale al lontano 1997, in un convegno a Firenze promosso da Pax Christi, con un rappresentante dell’Ordinario Militare. Come era stato detto allora ribadiamo l’esigenza che “si ritorni a discutere sul ruolo dei Cappellani Militari, non per togliere valore alla presenza e all’annuncio cristiano tra quanti, soprattutto giovani, stanno vivendo la vita militare, ma per essere più liberi, senza privilegi e senza stellette”». In due successivi articolo, il 12 agosto e il 17 agosto [PDF], è proprio il direttore di "Avvenire", Marco Tarquinio, a rispondere a Pax Christi, mentre su "il Manifesto" un articolo [PDF] di Luca Kocci ricostruisce la storia dei cappellani militari e il loro costo. E c'è chi come Claudio Di Blasi di "Associazione Mosaico" ha fatto subito il conto: «Con i soldi risparmiati dallo Stato sullo stipendio dei cappellani militari si potrebbero far partire circa 2.000 giovani in servizio civile all'anno».

agosto 23, 2012 nella Idee, Libri e siti utili, San Massimiliano | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Commemorazione della morte del beato Franz Jägerstätter

Monumento_JägerstätterSi è svolta lo scorso 9 agosto a Tarsdorf, in Austria, la commemorazione della morte del beato Franz Jägerstätter, obiettore di coscienza e martire della resistenza al nazismo. La giornata è stata caratterizzata nella mattina da una conferenza dal titolo: “Dalle grinfie del potere e della violenza a Gesù, via di libertà. Due testimoni per i nostri tempi: Franz Jägerstätter (1907-1943) e Jean Goss (1912-1991)”. Il pomeriggio nella chiesa di St. Radegund alle 16:00 si è tenuta la riflessione nell'ora della morte di Franz Jägerstätter, organizzata da Pax Christi Austria, alla presenza delle tre figlie, Maria, Rosi ed Aloisia. In serata infine la messa di suffragio celebrata dal mons. Manfred Scheuer, postulatore della causa di beatificazione, Vescovo di Innsbruck e Presidente di Pax Christi Austria.

agosto 22, 2012 nella Appuntamenti, Europa, San Massimiliano | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

In ricordo di Jägerstätter, obiettore al nazismo

JaegerstaetterIl 9 agosto 1943, dopo un lungo periodo di prigionia, veniva ucciso per decapitazione Franz Jägerstätter (1907-1943), obiettore e martire della resistenza al nazismo in nome della sua fede cristiana, beatificato il 26 ottobre di cinque anni fa. Chiamato al servizio militare, Jägerstätter il 1 marzo 1943 si presenta alla sua compagnia ad Enns, ma dichiara subito «che egli rifiuta il servizio militare con armi per la sua posizione religiosa, che se avesse combattuto per lo stato nazionalsocialista avrebbe agito contro la sua coscienza religiosa» (Sentenza della corte marziale del Reich del 6 luglio 1943). Nel suo testamento ricorderà: «Scrivo con le mani legate, ma preferisco questa condizione al sapere incatenata la mia volontà. Non sono il carcere, le catene e nemmeno una condanna che possono far perdere la fede a qualcuno o privarlo della libertà […]. Perché Dio avrebbe dato a ciascuno di noi la ragione ed il libero arbitrio se bastava soltanto ubbidire ciecamente? O, ancora, se ciò che dicono alcuni è vero, e cioè che non tocca a Pietro e Paolo affermare se questa guerra scatenata dalla Germania è giusta o ingiusta, che importa saper distinguere tra il bene ed il male?».

agosto 9, 2012 nella Appuntamenti, Libri e siti utili, San Massimiliano | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Un dvd su "30+10" anni di servizio civile

Dvd_sc_10anniA 40 anni dalla prima legge sull'obiezione di coscienza (1972) e a 10 anni dall'istituzione del servizio civile nazionale (2001), il Tavolo ecclesiale sul Servizio civile rilancia il tema dell'educazione dei giovani alla pace e al servizio, e pubblica un dvd che contiene le riprese video realizzate il 12 marzo 2011 all'VIII incontro nazionale dei giovani in servizio civile. Nel dvd, insieme ad altri materiali ed articoli, sono raccolte anche alcune delle puntate della trasmissione "Mentre" in onda su Tv2000 nella settimana precedente l'evento del 12 marzo e dedicate al servizio civile, con le testimonianze dei giovani volontari.

luglio 19, 2012 nella Appuntamenti, Libri e siti utili, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Giornata Mondiale della Pace 2013

Papa_benedetto_xviE' stato annunciato lunedì il tema della 46° Giornata Mondiale della Pace del prossimo 1° gennaio 2013 che sarà: "Beati gli operatori di Pace". Nel comunicato, che accompagna tradizionalmente l'anticipazione del tema della Giornata, si ricorda che «l’annuale Messaggio del Pontefice, nel complesso contesto attuale intende incoraggiare tutti a sentirsi responsabili riguardo alla costruzione della pace».

Tra l'altro il Messaggio, atteso per dicembre prossimo, «guarderà anche al 50° anniversario del Concilio Vaticano II e dell’enciclica di Papa Giovanni XXIII, Pacem in terris, secondo la quale il primato spetta sempre alla dignità umana e alla sua libertà, per l’edificazione di una città al servizio di ogni uomo, senza discriminazioni alcune, e volta al bene comune sul quale si fonda la giustizia e la vera pace». "Beati gli operatori di pace" sarà l’ottavo Messaggio di Papa Benedetto XVI per la Celebrazione della Giornata Mondiale della Pace. I precedenti sono stati: "Nella verità la pace" (2006); "Persona umana, cuore della pace" (2007); "Famiglia umana, comunità di pace" (2008); "Combattere la povertà, costruire la pace" (2009); "Se vuoi coltivare la pace, custodisci il creato" (2010); "Libertà religiosa, via per la pace" (2011) ed "Educare i giovani alla giustizia e alla pace" (2012).

luglio 18, 2012 nella Appuntamenti, San Massimiliano | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Antonio Giuriolo: la Resistenza e la nonviolenza

Antonio_giurioloIl vicentino Antonio Giuriolo, amico di Aldo Capitini, fu un singolare caso di capo partigiano che pur impegnandosi attivamente nella Resistenza al nazifascismo - ieri si è celebrata la Festa della Liberazione - cercò di vivere anche i suoi ideali nonviolenti. Capitini nel suo testo "Antifascismo tra i giovani" del 1966 lo ricorda  così: «Qualcuno stette con i partigiani, perché non aveva dove andare e non voleva staccarsi dall'insieme antifascista, ma non sparò. Antonio, nostro amico, che era stato, nel servizio di leva, alpino, questa volta era con i partigiani, e diceva loro: "Si può vincere anche senza sparare". Fu ucciso mentre soccorreva un compagno ferito».

«Questo raro atteggiamento - prosegue Capitini - era segno che, di contro alla violenza del fascismo, c'era, si, chi contrapponeva una violenza che doveva servire semplicemente a liberare, e non ad opprimere, ma ci fu anche chi intravvide un ulteriore contesto, quello di una società che rifiuta di distruggere gli avversari, e si costruisce mediante il consenso e il dissenso, utilizzando anche le molteplici forme della non cooperazione e della disobbedienza civile, senza violenza. Ma l'idea che fosse possibile liberarsi dal fascismo in questa forma, persistente ed eroica, dicendogli "no", stabilendo più larghe solidarietà popolari, era assolutamente immatura, e soltanto ora, per la conoscenza ed esperienza delle grandi campagne nonviolente, si fa strada nel mondo».

aprile 26, 2012 nella Appuntamenti, Libri e siti utili, San Massimiliano | Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Oggi a Modena processo per obiezione fiscale

A quasi un anno e mezzo dalla sua presentazione, arriva oggi all'udienza in Commissione tributaria di I grado di Modena il ricorso di Andrea Mazzi riguardante l'obiezione fiscale alle spese militari e abortive. Mazzi, 45 anni, già obiettore di coscienza al servizio militare e ingegnere modenese, padre di due figli e membro dell’associazione "Comunità papa Giovanni XXIII", come ricorda "Vita" che lo ha intervistato, ha voluto lui questo momento.

Infatti qualche tempo fa «ha presentato ricorso contro la decisione di Equitalia di annullare le sue azioni di disobbedienza civile a livello fiscale, non pagando una quota dell’Irpef o il bollo dell’auto e destinando una quota fissa (50 euro all’anno) a un’associazione che si occupa di promozione della nonviolenza o addirittura all’Unsc-Ufficio nazionale servizio civile, oggi a rischio chiusura per mancanza di fondi». 

aprile 24, 2012 nella Libri e siti utili, Normativa e progetti, San Massimiliano | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

"Tu non uccidere", La Pira e l'obiezione di coscienza

Locandina_nonuccidereE' disponibile interamente on-line il celebre film di Claude Autant-Lara "Tu ne tueras pas” del 1961. Ispirato a un caso di cronaca del 1948, è la storia di François Cordier che, chiamato a fare il servizio di leva, obietta e rifiuta di indossare la divisa. Al tribunale militare il suo caso è abbinato a quello di Adler, sacerdote tedesco che nel 1944, arruolato nella Wehrmacht, uccidere un partigiano francese. Alla fine mentre Adler sarà assolto per aver ucciso "su ordine superiore", Cordier sarà condannato in quanto obiettore di coscienza.

In un periodo in cui l'obiezione di coscienza era reato, la sua uscita in Italia fu vietata dalla censura e fu al centro di uno storico caso che vide protagonista l'allora sindaco di Firenze Giorgio La Pira. Il 18 novembre 1961 infatti, La Pira organizzò una "proiezione privata" del film a Firenze e per questa sua iniziativa, finì sotto processo. La sua azione è stata definita «un atto di disobbedienza civile "al quadrato", perché da un lato pone il problema della libertà di pensiero sancita dalla Costituzione e dall'altro ripropone il diritto alla libertà di coscienza di fronte alla guerra». L'attuale Ministro con delega al servizio civile, lo storico Andrea Riccardi, in un suo intervento di qualche anno fa sulla figura di La Pira ha ricordato come egli «dette in Palazzo Vecchio un premio ai direttori dei giornali che avevano protestato contro il provvedimento. Fu un gesto studiato e provocatorio in favore della cultura della pace, ma anche della libertà di espressione». Guarda tutto il film a questo link.

aprile 24, 2012 nella Libri e siti utili, San Massimiliano, Storia del SC, Video | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

In ricordo di padre Balducci

Padre_Ernesto_BalducciIl 25 aprile 1992, 20 anni fa, moriva in un incidente stradale padre Ernesto Balducci, sacerdote della congregazione degli Scolopi e grande figura di religioso ed intellettuale. Tra le sue molte azioni, nel 1963 difese pubblicamente Giuseppe Gozzini, primo obiettore di coscienza cattolico in Italia, e per questo fu processato e condannato per apologia di reato. Varie le iniziative che ne ricorderanno la figura in questi giorni, come l'incontro "A Ernesto Balducci, maestro di pace", che si terrà domani alla Badia Fiesolana (FI).

aprile 23, 2012 nella Appuntamenti, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

In ricordo di don Piero Tubino

Don_piero_tubinoE' morto giovedì scorso a Genova don Piero Tubino, fondatore della Caritas genovese della quale è stato direttore fino al 1998. In questo ruolo, tra le tante cose,  fu anche tra coloro che accolsero nel settembre 1977 i primi obiettori di coscienza targati "Caritas", per effetto della convenzione siglata il 10 giugno di quell'anno tra il Ministero della Difesa e Caritas Italiana.

Si trattava in particolare di Alfredo Giuseppe Remedi, primo obiettore Caritas in Liguria, che svolse il suo servizio presso la Caritas diocesana di Genova e che ricorda le parole di don Tubino in questa intervista del 2002 a "Italia Caritas" [PDF]. Come direttore della Caritas, don Tubino è stato inoltre tra i primi a credere e far partire l’anno di volontariato sociale per le donne. E’ stato in prima linea in tutte le lotte degli obiettori con il Ministero della Difesa e  in molte azioni nonviolente (come la lotta contro la Mostra Navale Bellica a Genova e la marcia Mir Sada verso Sarajevo). Più volte con Caritas Italiana è stato in teatri di guerra e calamità, come ad esempio in Libano. I funerali di don Piero si svolgeranno questa mattina presso la Basilica di San Siro.

aprile 14, 2012 nella Appuntamenti, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Pace e servizio civile nell'approfondimento di "Italia Caritas"

IC0412«Negli ultimi mesi, dopo il decreto “Salva Italia!”, si è parlato molto di “Cresci Italia!”: siamo proprio convinti che il servizio civile non centri nulla con la crescita del paese?». La domanda (retorica) la pone Diego Cipriani in un articolo sulla situazione del servizio civile nazionale nell'ultimo numero del mensile "Italia Caritas". Lo stesso numero della rivista di Caritas Italiana ospita anche un articolo di Sergio Paronetto, vicepresidente di Pax Christi Italia, sui tema della pace e del disarmo, a partire dai cacciabombardieri F35, la discussione sui quali in questi giorni è arrivata anche in ParlamentoLeggi qui tutti gli articoli in PDF.

marzo 30, 2012 nella Esperienze, Idee, Libri e siti utili, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0) | TrackBack