sito ufficiale tavolo ecclesiale servizio civile

2017, sintesi di un anno di Servizio civile verso attuazione riforma

Logo-circolare_scuIl Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale ha pubblicato ieri un Report sulle attività 2017 inerenti il servizio civile universale, evidenziando in particolare "le prime misure di attuazione della Riforma, quanto realizzato in termini di avvisi per nuovi progetti, di bandi di selezione, di avvio in servizio dei volontari, di novità e sperimentazioni, di controlli e verifiche". «Sono davvero soddisfatto di quanto è stato realizzato nel 2017 - dichiara il Capo del Dipartimento Calogero Mauceri - I risultati raggiunti sono, innanzitutto, il frutto dell’impegno e della passione del personale del Dipartimento, cui va il mio ringraziamento e il riconoscimento per l’insostituibile lavoro svolto. Ma questi risultati sono anche l’effetto positivo del clima sereno e costruttivo instaurato con le altre amministrazioni centrali, con le Regioni, con gli enti locali e con le loro rappresentanze, con la Consulta nazionale del servizio civile, preziosa compagna di strada in questo anno di cambiamenti, con i singoli enti con cui ci si è rapportati. Così come tanto si deve alla perfetta intesa con le Autorità politiche di riferimento, che hanno costantemente indirizzato, stimolato e sostenuto l’azione tecnica e amministrativa del Dipartimento. Nel rapporto troverete date e numeri dietro i quali facilmente si riconosce il peso decisivo delle relazioni virtuose e del leale confronto tra i tanti soggetti che operano quotidianamente per il nostro Servizio Civile». Leggi tutto il report qui in PDF.

gennaio 17, 2018 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile: nuovo bando di progettazione per 3.684 posti con i fondi europei di "Garanzia Giovani"

LogogganpalIl Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha pubblicato ieri un nuovo bando di progettazione, per un totale di 3.684 posti finanziati con i fondi europei di "Garanzia Giovani" e distribuiti nelle Regioni Abruzzo (300 posti), Basilicata (90 posti), Calabria (980 posti), Lazio (940 posti), Sicilia (1.000 posti) e Sardegna (374 posti). «Per garantire il rispetto della tempistica per la totale rendicontazione relativa alla prima fase del PON IOG, prevista entro il 31 dicembre 2018 - spiega in una nota il Dipartimento -, gli enti di servizio civile nazionale iscritti all'albo nazionale e agli albi regionali possono presentare progetti di Servizio civile nazionale a decorrere dal 19 dicembre 2017 ed entro e non oltre le ore 14,00 del 5 febbraio 2018 a pena di esclusione».

dicembre 20, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Normativa e progetti, Regioni, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, avviati l'11 dicembre altri 5mila giovani

Sono 5.759 i ragazzi e le ragazze che hanno iniziato il loro servizio civile l'11 dicembre, relativamente al bando ordinario dello scorso giugno che prevedeva 47.529 posti complessivi tra Italia ed estero. Il totale dei giovani volontari avviati per questo bando sale così a 33.098. Tra i giovani avviati ieri anche i 270 che presteranno servizio presso le sedi della Città di Torino (biblioteche civiche, Archivio Storico, servizi sociali e d’informazione) e presso altri enti pubblici e del privato sociale ad essa collegata. Proprio ieri presso l’Aula Magna d’Ateneo “Cavallerizza Reale” sono stati salutati dall’Assessore comunale ai Diritti e con delega alle Politiche giovanili, Marco Giusta. «È stata l’occasione per un confronto sui temi attuali del servizio civile, con la testimonianza di alcuni volontari e volontarie degli scorsi anni», precisa il Comune di Torino.

Sempre l’11 dicembre, secondo quanto specifica il Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale, sono stati inoltre avviati al servizio 4 volontari relativi al bando per la selezione di 110 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale per l’attuazione del Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani da attuarsi in Italia per la realizzazione di finalità istituzionali individuate dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, dal Ministero dell’Interno, dal ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

dicembre 12, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Giovani e rappresentanza, Regioni, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Roma Capitale festeggia 20 anni di servizio civile

20annicivile_d0Si è svolto ieri mattina nella Sala della Protomoteca in Campidoglio l'incontro per ricordare i 20 anni di Servizio Civile a Roma Capitale. All'evento, oltre ai giovani attualmente in servizio accompagnati dai loro OLP, hanno partecipato la sindaca Virginia Raggi, Francesco Rutelli – già sindaco di Roma, firmatario della convenzione con il Ministero della Difesa nel 1997 –, l’Assessore capitolino Daniele Frongia (Sport, Politiche Giovanili e Grandi), il capo del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, Calogero Mauceri, e l'Assessore alle Politiche giovanili e per le famiglie del Comune di Torino, Marco Giusta. «L’attuale rete del nostro Servizio Civile – principalmente presso le biblioteche comunali, la Sovrintendenza Capitolina, la Protezione Civile, i Municipi – offre oggi a molti giovani un’importante opportunità di crescita culturale e formazione professionale. E rappresenta per l’amministrazione una piccola ma preziosa risorsa di buone pratiche e di cittadinanza attiva», ha ricordato in una nota Roma Capitale.

novembre 29, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Belluno: nasce rete per la promozione del servizio civile

SCN Belluno 2017-18 (3)Parte dall'Unione montana feltrina (Belluno) la nuova Rete per la promozione del “Servizio civile Bellunese”, un percorso nato tra gli stessi giovani attualmente impegnati nei tre progetti partiti in provincia a settembre (negli ambiti cultura, assistenza sociale e protezione ambientale e civile) gestiti in collaborazione con il Comitato d'Intesa di Belluno. Martedì 7 novembre, durante il secondo pomeriggio di formazione sulla comunicazione nella sala riunioni di via Carlo Rizzarda, i trenta giovani in servizio civile hanno lanciato la campagna “Servizio civile Bellunese” per unificare la percezione, la comunicazione e la sensibilizzazione sul tema, ancora diffusamente confuso con l'obiezione di coscienza al servizio militare.

È stata aperta una pagina Facebook, che sarà gestita da un gruppo di giovani con l'intento di valorizzare le singole esperienze di servizio negli enti ospitanti (biblioteche, musei, associazioni, enti e uffici comunali). Contestualmente è stato rispolverato e aggiornato il sito https://serviziocivilebelluno.wordpress.com/, dove saranno raccolti i racconti in prima persona dai volontari bellunesi, le storie degli enti che li ospitano, i dettagli sui prossimi bandi e sulle graduatorie. «Uno dei nostri obiettivi è quello di promuovere i servizi e le attività relative al Servizio civile in provincia di Belluno - affermano i ragazzi -, per questo abbiamo colto subito la proposta di promuovere il nostro servizio. Il nostro auspicio è di coinvolgere tutti coloro i quali non conoscono ancora questa preziosa realtà». In prospettiva, l'obiettivo è quello di istituire una segreteria provinciale per la gestione e la promozione del Servizio civile, con il supporto degli stessi giovani volontari per la parte comunicativa. L'occasione potrebbe essere già il bando del prossimo anno.

novembre 13, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Sardegna: il 16 novembre a Cagliari un seminario sul Servizio civile universale

Sardegna_serviziocivileLa Regione Sardegna ha organizzato per giovedì 16 novembre un Seminario rivolto agli enti accreditati sardi dal titolo "Servizio Civile Universale - Sfida per il Territorio e Opportunità per i Giovani". L'incontro si svolgerà a partire dalle ore 9 presso la Sala Castello dell’Hotel Regina Margherita in Viale Regina Margherita 44. Tra gli interventi previsti quelli dell'Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale, Virginia Mura, del Sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, del Consigliere Calogero Mauceri, Capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Saranno inoltre presenti Onelia Rivolta, Responsabile Servizio Civile ANCI Lombardia, Feliciana Farnese, Rappresentante nazionale dei volontari in servizio civile, Gabriella Gaetani e Gabriele Mura, Rappresentanti regionale dei volontari in servizio civile. Il dettaglio del programma, dei partecipanti e degli interventi a questo link.

novembre 9, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Torino, al Salone dello Studente due incontri con il servizio civile

Ragazzi_scu_460x230Si è inaugurato ieri a Torino il "Salone dello Sudente", cui il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale partecipa con uno stand e con due appuntamenti pubblici. Ieri l'incontro con il Sottosegretario con delega, on. Luigi Bobba, che insieme agli Assessori regionali Giovanna Pentenero e Monica Cerutti, ha discusso di Alternanza Scuola-Lavoro, diritto allo studio e servizio civile. Questa mattina alle 10.00 un secondo incontro, con la dott.ssa Titti Postiglione, da poco responsabile del Servizio comunicazione del Dipartimento e, nel periodo del suo lavoro alla Protezione Civile, la più giovane donna responsabile di una sala operativa di emergenza in Europa, gestendo fino a 800mila volontari. «L'incontro con gli studenti presenti al Salone dello Studente mi ha piacevolmente sorpreso – ha commentato il Sottosegretario Bobba – per la loro voglia di conoscere sempre di più il significato dell'esperienza del Servizio Civile. L'entusiasmo dimostrato degli studenti anche attraverso le loro domande mi sprona sempre più alla ricerca dei fondi necessari a rendere il Servizio Civile davvero universale, tenuto conto che questa esperienza è una porta aperta verso il mondo del lavoro, oltre che un’opportunità per mettersi in gioco, inserirsi attivamente nella vita del Paese e porsi al servizio della propria comunità».

ottobre 25, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Padova: tra i giovani in servizio civile del CVI anche 6 rifugiati

WhatsApp-Image-2017-10-11-at-11.12.38-768x576Mercoledì 11 ottobre scorso sono stati avviati in servizio 11.974 giovani che hanno fatto domanda per il bando ordinario di servizio civile 2017. Il totale dei volontari avviati sale così a 19.640 ragazzi. Tra questi a Padova ci sono anche sei ragazzi africani tra i 20 e i 28 anni, che hanno già ottenuto il riconoscimento dell'asilo politico nel nostro Paese e che sono entrati in servizio sempre l'11 ottobre presso il Consorzio Veneto Insieme di Padova. Tra i 54 giovani volontari, operativi in 10 progetti, 22 sono quelli in capo al CVI, l’aggregazione di 13 cooperative operanti nel padovano. I 6 giovani rifugiati, che saranno occupati in un servizio di accompagnamento di persone disabili e con disagio psichico e psichiatrico, vengono da Guinea, Nigeria, Senegal e Gambia e sono ospiti delle cooperative "Orizzonti e Populus".

ottobre 12, 2017 nella Bando nazionale, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Regioni, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Bobba: "Sul Servizio civile universale ci siamo ispirati al Trentino"

Venerdì 6 ottobre scorso si è svolto a Trento un Convegno sulla Riforma del Terzo settore. Nel suo intervento il sottosegretario al Ministero del lavoro e delle politiche sociali, on. Luigi Bobba, ha ricordato come l'esperienza del Servizio Civile Universale Provinciale (SCUP) abbia dato il nome alla riforma del servizio civile nazionale. «Ci siamo ispirati a una terra come quella trentina - ha detto poi a margine, il Sottosegretario, secondo quanto riportato dall'ANSA - dove le reti associative, mutualistiche e cooperative hanno una capacità di migliorare la qualità di vita dei cittadini più deboli e, più in generale, la qualità di vita di tutti, che certamente rappresentano l'obiettivo di fondo della legge 106/2016».

ottobre 9, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Toscana: nuovo bando di servizio civile regionale per 1.764 giovani

Giovani-siLa Regione Toscana ha emanato un nuovo Bando per 1.764 posti di servizio civile regionale, in progetti della durata di 8 mesi, presso enti come associazioni del terzo settore, amministrazioni pubbliche, cooperative, con un contributo mensile di 433,80 euro. Il bando, promosso dalla Regione nell’ambito del progetto Giovanisì e finanziato dal POR FSE 2014/2020, è attivo da oggi fino al 27 ottobre 2017. I progetti sono in continuità con quelli già avviati nelle scorse settimane e che termineranno il prossimo dicembre. Possono presentare la propria candidatura on-line i giovani che, alla data di presentazione della domanda, siano regolarmente residenti o domiciliati in Toscana per motivi di studio propri o per motivi di studio o di lavoro di almeno uno dei genitori, abbiano un età compresa fra i 18 e 29 anni (compiuti) e siano inoccupati, inattivi o disoccupati (vedi dl 150/2015) in possesso di idoneità fisica.

settembre 28, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Regioni | Permalink | Commenti (0)

Friuli Venezia Giulia, il 25 settembre giornata regionale dei volontari in servizio civile

FVG_giornataSarà dedicata alla legalità e in collaborazione con Libera, la prossima Giornata Regionale dei Volontari in Servizio Civile, che si terrà lunedì 25 settembre, dalle 10.00 alle 18.30, presso il Teatrino Basaglia a Trieste. All'iniziativa, oltre ad uno spazio dedicato alle esperienze dei volontari, interverrà Rosario Esposito La Rossa, portando l’esperienza di Scampia e saranno realizzati laboratori a cura di Libera FVG.

settembre 20, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Parte oggi nuova progettazione su servizio civile universale

ProgettazioneA partire da oggi e fino alle ore 14,00 del 30 novembre 2017 gli enti di servizio civile, iscritti all'albo nazionale e agli albi regionali e delle Province autonome, nonché all'albo degli enti del servizio civile universale, potranno presentare progetti di servizio civile universale da realizzarsi in Italia e all'estero. Considerando il periodo di transizione verso l'applicazione completa del D.lgs. 40/2017, entrato in vigore lo scorso 18 aprile e che attua la riforma del servizio civile universale, le modalità di progettazione utilizzano ancora la normativa sul servizio civile nazionale. Previste però alcune sperimentazioni, come la flessibilità della durata del servizio dagli 8 ai 12 mesi, lo svolgimento del servizio per un periodo di tre mesi in un Paese UE o in alternativa possibilità di usufruire di tutoraggio per facilitare l'accesso al mondo del lavoro, e infine l'impiego dei giovani con minori opportunità.

settembre 4, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Giovani e rappresentanza, Idee, Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile sotto la lente di ASC

Asc_nazionale-300x183Un Bando volontari dalle “numerose caratteristiche specifiche, che, sul piano del finanziamento, lo rendono peculiare nel Servizio Civile Nazionale dal 2001”. È uno degli elementi più rilevanti che - come ricorda un articolo di "Redattore Sociale" - emergono dall’analisi che anche quest’anno Arci Servizio Civile (ASC) conduce sul bando ordinario di Servizio Civile Nazionale 2017 da 47.529 posti, scaduto lo scorso 26 giugno. Dalla lettura dei dati, per ASC trovano conferma due elementi già segnalati nelle ricerche precedenti: «il SCN, più che un sistema, si configura come una sommatoria di approcci politico amministrativi, diversi per finalità e modalità di relazione con le organizzazioni accreditate, in cui, il Prontuario di valutazione dei progetti, fondato su una valutazione di qualità dei testi, vige solo in alcuni albi», accanto a questo «la compresenza, su alcuni territori, di progetti valutati su scala di merito (effettuata per l’albo nazionale) e su scala ‘redistributiva’ effettuata dalla Amministrazione competente, genera equivoci e frustrazione nella rete delle organizzazioni accreditate e valutazioni diverse da parte dei giovani sulla finalità dell’istituto». «È urgente per il Dipartimento Gioventù e SCN, le organizzazioni accreditate, le organizzazioni giovanili fare una concreta riflessione su più livelli. Dalle tendenze e vincoli posti dalle condizioni giovanili ai meccanismi di presentazione e ricezione delle domande. Da alcune parti si avverte la necessità di un’unica banca dati, ove far affluire le domande fatte dai giovani, ricorrendo alle piattaforme digitali, per avere un osservatorio generale e in tempo reale delle situazioni sul campo», chiede infine ASC. [Fonte: Redattore Sociale]

agosto 23, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Libri e siti utili, Normativa e progetti, Regioni, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Lazio, Regione recepisce modifiche a legge servizio civile regionale

Lo scorso 5 agosto il Consiglio regionale del Lazio, approvando il Collegato al bilancio, ha apportato con l’art. 5 anche alcune modifiche alla Legge regionale 9/2017, istitutiva del Servizio civile regionale, approvata a maggio scorso ed entrata in vigore ilo 15 giugno. Si tratta in particolare dell'abolizione del divieto di iscrizione per gli Enti presenti nell'albo del servizio civile universale all'albo del servizio civile regionale, previsto all’art. 6, comma 6, della legge. La norma, pensata per salvaguardare gli enti più piccoli del sistema regionale del servizio civile, rischiava infatti di essere impugnata dal Consiglio dei Ministri, in quanto ritenuta incostituzionale. A questo link è disponibile il testo approvato dal Consiglio regionale con le modifiche alla legge.

agosto 22, 2017 nella Esperienze, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Piemonte, a Verbania il servizio civile tutela territorio e aiuta con il lavoro

Verbania-paesaggioA Verbania il servizio civile e il volontariato diventano strumento per valorizzare il territorio e per un'attività di lavoro. Si sta svolgendo infatti dallo scorso 18 luglio a Verbania GoGreenTour 2017, una coproduzione italo-croata dedicata alla promozione del turismo sostenibile, ideata dalla start-up Electric Land insieme al Parco Nazionale Val Grande, con la partecipazione fondamentale dei ragazzi del servizio civile. «La sfida di questa operazione innovativa - racconta Tatjana Iveges, giovane fotografa croata ospitata a Verbania grazie al Programma Erasmus per Giovani Imprenditori, che ha curato la sceneggiatura dello spettacolo e la redazione di tutti i testi in inglese -, è di far conoscere il Parco ai turisti stranieri direttamente dentro ai campeggi, promuovendo al tempo stesso comportamenti sostenibili, quali un corretto utilizzo della risorsa idrica (tema di grandissima attualità) e la raccolta differenziata dei rifiuti, nell'Anno Internazionale del Turismo Sostenibile dichiarato dall'ONU».

Ogni serata si conclude con la proiezione di due video in quota inediti, interamente realizzati da Lorenzo Centore, Luca Fidanza e Andrea Travaglino durante il loro anno di servizio civile nel Parco appena concluso. Lorenzo si occupa anche dell'animazione con i bambini, affiancato sul palco da Desirèe Croce, che sta facendo il suo servizio civile in biblioteca, e al microscopio da Beatrice Crosa Lenz, in servizio presso il Parco fino ad ottobre. Una scelta non casuale : anche Pietro Capriata (coordinatore del progetto) e Daniela Ferzola (autrice di tutte le animazioni video) arrivano da un anno di servizio civile. Sono stati assunti dalla start-up e ora stanno cercando di consolidare il loro posto di lavoro, inventandosi ogni giorno cose nuove nell'Atelier digitale che hanno aperto nel 2016 ridando vita ad un ex circolo operaio a Verbania.

agosto 7, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Nuova progettazione ed accreditamento, parte attuazione riforma servizio civile universale

Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha pubblicato ieri l’avviso relativo alla prossima progettazione per il 2018, che avrà quest’anno una “finestra” più ampia a partire dal 4 settembre e fino alle ore 14:00 del 30 novembre prossimo. Contemporaneamente ha anche emanato la nuova Circolare che disciplina le modalità di iscrizione degli enti all'Albo unico di servizio civile universale.

agosto 4, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Trento, oggi Assemblea servizio civile universale provinciale

ScupÈ in svolgimento oggi a Trento, presso il Collegio Arcivescovile, l’Assemblea generale del Servizio Civile Universale Provinciale (SCUP), per la quale sono stati convocati i 397 giovani che stanno prestando attualmente servizio civile. «L’assemblea - spiega una nota della Provincia Autonoma di Trento - è un momento in cui tutti i ragazzi in servizio civile possono incontrarsi e conoscersi. È un modo per sapere cosa fanno gli altri e per confrontarsi. È un luogo di discussione e di dibattito sul servizio civile ma anche sui temi e i motivi della cittadinanza attiva». «Questa edizione sarà caratterizzata dal tentativo di fare una fotografia del servizio civile in corso, attraverso la voce dei partecipanti. Una sorta di gigantesca operazione ascolto, che si articolerà in 4 macrotemi e 12 sottotemi. Le tematiche principali sono le seguenti: “Il ruolo del servizio civile nelle organizzazioni”, “La gestione dei progetti di servizio civile”, “Il valore sociale del servizio civile”, “Mondo del lavoro e servizio civile”. Dopo aver dedicato la mattinata ai lavoro nei gruppi, i giovani assisteranno ad uno spettacolo di teatro civile e avranno modo di discutere sulle sintesi dei quattro macrotemi», conclude la nota stampa.

agosto 2, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile universale, in G.U. il testo del ricorso della Regione Lombardia

Dopo quello della Regione Veneto, è disponibile in Gazzetta Ufficiale il testo integrale anche del ricorso sul decreto attuativo del Servizio Civile Universale presentato alla Corte Costituzionale dalla Regione Lombardia.

luglio 24, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Regione Veneto lancia un contest per promuovere servizio civile regionale

Contest_IllustraLa Regione Veneto ha lanciato il contest "Illustra!", riservato ai giovani dai 18 ai 30 anni residenti in Veneto, incentrato sulla promozione e sensibilizzazione del Servizio Civile Regionale. «Il progetto - spiega l'Ufficio regionale del servizio civile - dovrà contenere quattro illustrazioni che raccontino tramite i loro contenuti l’esperienza di servizio civile, cosa rappresenta e in che cosa consiste. Di queste quattro illustrazioni, una deve essere inviata entro il 9 settembre 2017 mentre le restanti tre devono essere realizzate e inviate entro il 10 novembre 2017 solo dal vincitore in seguito alla pubblicazione della graduatoria». La Regione mette a disposizione un premio pari di 1.200,00 € per l’autore/autrice dell’opera vincitrice da utilizzare nell'acquisto di materiale tecnico o per pubblicazioni e partecipazione a corsi e master. Tutte le informazioni per partecipare sono disponibili sul sito regionale.

luglio 20, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Veneto, ecco testo ricorso Regione su servizio civile universale

Lo scorso 31 marzo la Regione Veneto ha sollevato rilievi di illegittimità costituzionale sul decreto legislativo 40/2017 che istituisce e disciplina il servizio civile universale. Il ricorso si è aggiunto ad uno analogo presentato dalla Regione Lombardia, mentre è stato smentito che anche la Regione Liguria ne avesse avanzato uno. Qui è disponibile in PDF il testo del ricorso del Veneto.

luglio 17, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Pisa, Seminario universitario sulla disciplina e prospettive del servizio civile universale

Scuola Superiore S.Anna di PisaSi svolgerà a Pisa venerdì 14 luglio presso la Scuola Superiore Sant’Anna il Seminario giuridico sulla “Disciplina e prospettive del servizio civile universale. Una prima lettura del decreto legislativo 6 marzo 2017, n. 40”, promosso dal CISSC - Centro interuniversitario di studi sul servizio civile, in collaborazione con la Fondazione “Emanuela Zancan”. «Come Centro interuniversitario sul servizio civile, costituito tra la Scuola superiore Sant’Anna, il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Pisa e il Centro interdipartimentale di Scienze per la pace sempre dell’Università di Pisa, siamo da anni impegnati ad approfondire il tema del servizio civile, a partire dalla sua riforma nel 2001», dice a Redattore Sociale il professor Emanuele Rossi, tra i promotori dell’incontro. «Il Seminario, che sarà a porte chiuse e con un taglio volutamente scientifico – prosegue -, vuole riflettere sulle conseguenze generali della riforma del servizio civile, su cosa cambierà, e su alcuni problemi specifici applicativi che si potrebbero presentare nei prossimi mesi, a partire ad esempio dal ricorso alla Corte Costituzionale presentato dalle Regioni Liguria, Lombardia e Veneto». [Fonte: Redattore Sociale]

luglio 11, 2017 nella Appuntamenti, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Terremoto centro Italia, al via progetti di servizio civile

Sono 1.158 i giovani volontari che hanno preso servizio il 5 luglio 2017 nei 13 progetti di servizio civile nelle aree terremotate delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. Lo ricorda un articolo di "Redattore Sociale" che precisa come «dopo il bando dello scorso aprile per 1.298 posti e le selezioni svoltesi a giugno, entra così nel vivo l’intervento del servizio civile nei luoghi colpiti dall’evento sismico che ha colpito il centro Italia a partire dal 24 agosto 2016». Nelle Marche, in particolare a Camerino, è stato il Presidente della Regione Luca Ceriscioli a salutare i circa 600 giovani riuniti nel loro primo giorno di servizio e che saranno impegnati in 4 progetti non solo nei Comuni del “cratere”, ma anche quelli che ospitano gli sfollati lungo la costa marchigiana. «Grazie, da oggi voi siete parte fondamentale della ricostruzione e della ripartenza delle Marche. Quello che farete in questo servizio possa accompagnarvi per tutta la vita», ha esordito Ceriscioli. «Un giorno importante – ha proseguito il Presidente regionale – con voi inizia un altro grande impegno a favore dei cittadini che vivono le difficoltà legate al sisma. Il vostro arrivo è un bellissimo segnale per i servizi che sono un fattore importante per il rilancio e la crescita. Vi sono grato per il vostro prezioso aiuto. La Regione, mai come quest’anno, sente così significativi i vostri progetti, il vostro lavoro frutto del contributo di tanti in un’azione collettiva e corale con istituzioni, enti pubblici e privati non profit, con l’università. Ognuno di voi può portare il proprio mattone alla ricostruzione». [Fonte: Redattore Sociale]

luglio 7, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Dipartimento servizio civile lancia rilevazione domande candidatura volontari

Con una nota sul suo sito, il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale prende posizione sull'allarme lanciato da molti enti sullo scarso afflusso di domande di candidatura al bando scaduto lo scorso 26 giugno. «Al fine di accertare l’entità del fenomeno da più parti rilevato - si legge sul sito istituzionale - e porre in condizione il Dipartimento di adottare i provvedimenti più opportuni, con il presente Avviso si chiede agli enti titolari dei progetti, di cui ai Bandi innanzi richiamati, di inserire nel sistema informatico Helios il numero delle domande ricevute per ogni singolo progetto, indipendentemente se superiore o inferiore al numero dei posti previsti per i singoli progetti». La rilevazione delle domande presentate - spiega il Dipartimento -, terminerà in data 10 luglio 2017. Non è ancora certo quali decisioni saranno prese dopo questa data.

giugno 28, 2017 nella Bando nazionale, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, nuova disciplina delle ispezioni. CNESC denuncia: controlli solo per Terzo settore

Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha pubblicato ieri la Circolare datata 20 giugno 2017 che disciplina lo svolgimento delle attività di controllo sui progetti e per quel che riguarda la “permanenza dei requisiti che hanno determinato l'iscrizione agli albi di Servizio Civile”. Ma la CNESC (Conferenza nazionale enti di servizio civile) sempre ieri in un comunicato [PDF] ha denunciato: «Appare sempre più incomprensibile la politica in tema di ispezioni e controlli, che da anni riguardano quasi esclusivamente gli enti dell’Albo Nazionale per i quali il Dipartimento ha programmato 505 ispezioni cui si aggiungono ora anche 300 controlli». «Nel bando 2016, oggetto di questa azione – spiega l’Associazione delle principali organizzazioni nazionali di servizio civile -, sono impegnati 1.138 enti di cui 1.067 negli albi regionali e 71 nell’albo nazionale. Di questi 71, 47 - tutti di Terzo Settore o del privato sociale religioso - saranno oggetto sistematico di controlli e ispezioni, 24 avranno una sola ispezione; poco o nulla è previsto per i 1.067 degli albi regionali».

«Come già richiesto dalle Regioni, anche la CNESC ha chiesto il superamento della riduzione del punteggio sui progetti dell’anno successivo (deflettori) per tutelare i 24 enti che, con una sola sanzione per uno qualunque dei 20 motivi previsti dalla normativa, possono essere danneggiati nella graduatoria progetti dell’anno successivo», prosegue la nota in cui poi la CNESC «si chiede con chi il Governo Gentiloni intenda realizzare il Servizio Civile Universale, gli enti degli albi regionali si interrogano se avranno un ruolo futuro, il Terzo Settore Nazionale è messo sotto ‘alta sorveglianza’».

giugno 23, 2017 nella Bando nazionale, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Lazio, uno spot per raccontare novità legge servizio civile

A pochi giorni dall'entrata in vigore della Legge regionale n.5 del 14 giugno 2017, che istituisce il Servizio Civile regionale del Lazio, promossa dalla consigliera Cristiana Avenali, è stato realizzato un piccolo spot video di presentazione.

giugno 20, 2017 nella Appuntamenti, Libri e siti utili, Normativa e progetti, Regioni, Video | Permalink | Commenti (0)

Lazio, pubblicata nel BUR la legge regionale sul servizio civile

Legge_regionale_LazioE' stata pubblicata ieri sul Bollettino Ufficiale Regionale del Lazio (supplemento 2), ed è quindi entrata in vigore,  la Legge regionale n.5 del 14 giugno 2017 [PDF], che istituisce il Servizio Civile regionale del Lazio. Approvata lo scorso 17 maggio, la legge prevede che «La Regione, in conformità al diritto dell’Unione europea e in attuazione dei principi contenuti negli articoli 2 e 4 della Costituzione e negli articoli 6 e 7 dello Statuto, istituisce il servizio civile regionale, al fine di favorire la formazione dei giovani ai valori di giustizia e solidarietà e di promuovere la partecipazione sociale e l'educazione alla cittadinanza attiva e solidale».

giugno 16, 2017 nella Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Regione Toscana: possibilità per enti di prorogare progetti servizio civile regionale

La Regione Toscana ha comunicato agli enti di servizio civile regionale la possibilità di prorogare, fino ad un massimo di due volte, i progetti di Servizio Civile regionale finanziati con il POR FSE 2014/2020 che rientrano nell’ambito di Giovanisì (Delibera n. 508 del 15 maggio 2017) ed avviati negli scorsi mesi. La richiesta di proroga deve essere presentata entro il 20 giugno 2017. «E’ possibile prorogare - spiega una nota della Regione - esclusivamente il progetto presentato e non i giovani selezionati che svolgono il servizio civile. Il progetto, per il quale gli enti presentato richiesta di proroga, deve rimanere invariato in ogni sua parte rispetto a quello finanziato (ad esempio: sedi, numero di posti previsti dal progetto, ore e contenuti della formazione generale e specifica, competenze acquisibili dai giovani, risorse finanziarie aggiuntive, monitoraggio, pubblicità del progetto, ecc…). Anche la durata del progetto non può essere modificata». La proroga è una novità della nuova progettazione del Servizio civile regionale della Toscana, istituito con la L.R. n. 35/2006.

giugno 8, 2017 nella Appuntamenti, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio Civile, il Veneto impugna decreto istitutivo

Luca-Zaia-535x300 (1)La Regione Veneto ha sollevato rilievi di illegittimità costituzionale sul decreto legislativo 40/2017 che istituisce e disciplina il servizio civile universale. Il Veneto, insieme a Lombardia e Liguria che hanno già impugnato, contesta il mancato coinvolgimento delle Regioni, che arriverebbe – secondo i tre ricorrenti – a ledere le prerogative e l’autonomia di spesa della Regioni stesse. Tre gli articoli del decreto legislativo messi sotto la lente dei giudici costituzionali dalla Giunta regionale del Veneto: 1) la programmazione del servizio civile in piani triennali e annuali approvati dalla presidenza del Consiglio, senza il parere vincolante delle Regioni; 2) l’approvazione dei programmi di intervento del servizio civile senza prevedere una vera e propria “intesa” con le Regioni interessate; 3) e, infine, l’aver affidato all’approvazione della presidenza del Consiglio l’attuazione dei programmi di servizio civile finanziati dalle Regioni: una disposizione, questa, che risulterebbe lesiva dell’autonomia finanziaria di spesa riconosciuta alle Regioni dalla Costituzione (art. 119).

«Nel disciplinare il servizio civile universale – rileva il presidente della Regione Veneto – lo Stato non solo limita autonomia e poteri delle Regioni, arrivando a invadere ambiti di competenza concorrente, ma soprattutto lede il principio di leale collaborazione tra Stato e autonomie locali, sancito dall’articolo 120 della Carta Costituzionale. La buona pianificazione del servizio civile implica l’assunzione di responsabilità e la partecipazione di diversi livelli di governo, che solo un patto di ‘intesa’ può garantire. La Regione Veneto si rivolge quindi ai giudici costituzionali per fare chiarezza su una normativa confusa, che rischia di affossare una esperienza nobile di impegno sociale e di cittadinanza attiva».

giugno 1, 2017 nella Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Sottosegretario Bobba a Radio 24: Proposta servizio civile sarà presente ancora in Garanzia Giovani

Nella seconda fase di "Garanzia Giovani" tornerà anche la proposta del Servizio Civile. Lo ha annunciato ieri il Sottosegretario con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, intervenendo telefonicamente alla trasmissione di Radio 24 "Cuore e Denari". Bobba ha anche segnalato che «a settembre partirà la seconda fase del programma Garanzia Giovani, che avrà un finanziamento di 700milioni, di cui mezzo miliardo da risorse comunitarie». Con la prima fase di Garanzia Giovani, ha ricordato Bobba, sono stati 9mila i giovani che hanno potuto vivere l'esperienza di Servizio Civile nell'ambito del programma. «Così abbiamo raggiunto anche una fetta di giovani con minori opportunità, con più difficoltà a inserirsi nella vita sociale e lavorativa», ha aggiunto il Sottosegretario, che ha proseguito confermando a Radio 24 che è stato concordato con le Regioni che «la misura Servizio Civile sarà ancora compresa nel menu per realizzare il programma Garanzia Giovani, vista la buona esperienza».

maggio 30, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Europa, Libri e siti utili, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Il nuovo Servizio civile universale: se ne parla in un seminario LUMSA - IARD

Convegno_LUMSASi svolgerà domani 26 maggio, dalle 9:00 alle 13:00 a Roma (Piazza delle Vaschette) il Seminario dal titolo "Il nuovo volto del Servizio Civile universale. Le prospettive e il contributo della ricerca". L’iniziativa - organizzata congiuntamente dai Dipartimenti di Scienze Umane e Giurisprudenza dell'Università LUMSA - è realizzata in collaborazione con l'Istituto IARD, dal 1961 riferimento nazionale per la ricerca sui giovani, cui la LUMSA afferisce. «Alla luce della recente riforma del Servizio civile universale - scrivono i promotori -, l'evento si propone di mettere a confronto esperti del mondo accademico, delle istituzioni e della società civile al fine di individuare nuove chiavi di lettura e possibili prospettive di sviluppo". Tra i relatori del Seminario, cui sarà presente il Sottosegretario con delega, on. Luigi Bobba, anche Luigi Coluccino (Rappresentanza nazionale giovani in servizio civile), Eduardo De Crescenzo (AGCI), Licio Palazzini (Presidente CNESC), Paolo Paroni (Rete ITER), Mario Pollo (LUMSA), Lello Savonardo (Università di Napoli Federico II) e altri esponenti del mondo dell’impresa, della formazione e della società civile. Leggi qui il programma dettagliato [PDF].

maggio 25, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Idee, Libri e siti utili, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio Civile: Regione Lazio approva legge regionale

18485392_10213055657493965_8951288120211078873_nIl Consiglio regionale del Lazio ha dato via libera ieri all’unanimità alla proposta di legge che istituisce il Servizio civile regionale, aggiungendo la Regione alle altre 13, più le Province autonome di Trento e Bolzano, che hanno legiferato in materia. “Benvenuta Regione Lazio nel club del Servizio Civile. Stato e Regioni insieme e in modi diversi possono realizzare #serviziocivileuniversale”, ha twittato ieri il serata il Sottosegretario con delega al servizio civile, Luigi Bobba. Positivi i commenti dell'’Assessore regionale alle Politiche sociali, sicurezza e sport, Rita Visini, e della consigliera regionale PD e promotrice della Legge, Cristiana Avenali.

maggio 18, 2017 nella Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile: ultime ore per partecipare a bando per zone terremotate

18447653_1276773045754410_2212230869535779721_nUltime ore per partecipare, entro le ore 14:00 di oggi, al bando di selezione per 1.298 volontari da impiegare nelle aree terremotate delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. Il bando è articolato in 14 progetti, di cui: 3 nella Regione Abruzzo per 163 volontari, 4 nella Regione Lazio per 279 volontari,4 nella Regione Marche per 616 volontari e 3 nella Regione Umbria per 240 volontari. Si può presentare una sola domanda per un solo progetto e per un solo ente.

maggio 15, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Veneto: proposta di legge per un servizio civile o militare obbligatorio

AlpiniMentre nel Lazio continua l'iter di discussione in Consiglio regionale della legge sul servizio civile, in Veneto è stato presentato ieri in Consiglio regionale, da parte dell’Assessore alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin, un progetto di legge statale con cui si promuove "l’istituzione del servizio civile o militare obbligatorio, quale modalità di difesa civile e militare dello Stato". «La scelta tra servizio civile o militare, prevista in maniera paritaria per gli uomini e le donne - spiega una nota della Regione -, verrà fatta da ciascun soggetto prima dello svolgimento del servizio, da assolversi nel periodo di tempo tra la maggiore età e il compimento dei ventotto anni compatibilmente con il percorso scolastico del cittadino, che non sarà in alcun modo posto in secondo piano». Se per la scelta del servizio militare si potranno valutare le diverse opportunità di ferma in vigore al momento dell'emanazione della legge, per quanto riguarda il servizio civile questo dovrà essere svolto presso le associazioni nazionali o locali accreditate di protezione civile. Il servizio civile o militare sarà svolto nel territorio della propria regione così da dare forza al territorio di appartenenza attraverso la messa a disposizione di energie umane che a quel territorio già appartengono e, relativamente al servizio di protezione civile, la formazione sarà programmata secondo modalità stabilite con deliberazione dalla Giunta regionale.

«Valorizzare le proprie radici geografiche – spiega l’Assessore Bottacin - significa anche dedicare un periodo della propria vita al territorio di appartenenza durante il quale svolgere forme di servizio civili o militari. In tal senso da sempre forte è l'esempio dei tantissimi Veneti che, tramite il loro volontariato, sono animati da spirito di solidarietà e legame al territorio e sono splendida dimostrazione di come si possa mettere a disposizione del prossimo il proprio tempo. Uno spirito incarnato magnificamente da gruppi come gli alpini, campioni da solidarietà e spesso primi soccorritori fin da quando nelle calamità naturali interveniva l'esercito, come successe nel disastro del Vajont. Oggi, per tali scopi e dando continuità a quello spirito, esiste la protezione civile: creare perciò un servizio civile in questo ambito consentirebbe certamente di avere un esercito di persone già addestrate e sempre pronte a intervenire». «Attualmente - prosegue l'Assessore della Giunta Zaia - accade spesso che scelte di ferma militare o civile volontaria, conseguenti all’abolizione della leva obbligatoria, rispondano a ragioni che poco hanno a che fare con la solidarietà o l'appartenenza al territorio, ma siano collegabili o interpretabili, senza nulla togliere peraltro all'ottimo servizio che viene prestato, come opportunità di impiego per chi non trova differentemente occupazione. Con questa proposta di legge – conclude – abbiamo perciò voluto proporre di ripristinare un periodo di ferma obbligatoria, quantificato in otto mesi, con l'obiettivo di costruire una cultura della solidarietà e per rispondere altresì ad alcuni bisogni primari del proprio territorio, soprattutto in situazioni in cui dovessero manifestarsi necessità particolari, dando modo a tutti di rendersi utili alla società nell'ambito per il quale ognuno si può sentire più portato: la difesa civile o quella militare».

maggio 4, 2017 nella Esperienze, Idee, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Veneto, il 22 maggio Convegno regionale sul servizio civile

Convegno_verona_VenetoSi svolgerà lunedì 22 maggio prossimo a Verona, presso l'Auditorium - Palazzo della Gran Guardia, il Convegno regionale del Veneto sul servizio civile dal titolo "ri-GENERAZIONE! Giovani energie di comunità: cittadinanza attiva, servizio civile e futuro". Il convegno è organizzato grazie alla collaborazione dello CSEV – Coordinamento Spontaneo Enti e Volontari di servizio civile del Veneto e alla Federazione del Volontariato di Verona ONLUS. «Questo convegno - spiegano gli organizzatori - nasce con l’obiettivo di comunicare ai giovani messaggi positivi e far loro conoscere alcuni percorsi e attività che possono contribuire alla costruzione del loro futuro". Tra i temi che verranno affrontati nella giornata un focu particolare sarà dedicato alle varie "esperienze strutturate di cittadinanza attiva", a "Giovani e comunità" e a "Giovani e futuro". Leggi qui il programma dettagliato dell'incontro [.PDF].

maggio 2, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Ecco Bando volontari terremoto, primo del servizio civile universale

Protezione_civile_servizio_civileÈ stato pubblicato sul sito del Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale il bando per la selezione di 1.298 volontari da avviare nei progetti che si realizzeranno nelle aree terremotate delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria colpite dal sisma dello scorso agosto. Il bando, realizzato in coprogettazione da enti sia nazionali che regionali, è articolato complessivamente in 14 progetti, di cui 3 nella Regione Abruzzo per 163 volontari, 4 nella Regione Lazio per 279 volontari, 4 nella Regione Marche per 616 volontari e 3 nella Regione Umbria per 240 volontari. “Le domande di partecipazione – ricorda il Dipartimento -, devono essere indirizzate direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto e dovranno pervenire entro le ore 14.00 del 15 maggio 2017”. Il Bando è il primo in assoluto dopo l’entrata in vigore lo scorso 18 aprile del D.lgs. n. 40/2017, che ha riformato il servizio civile in chiave “universale”, e ne introduce alcune novità come ad esempio delle procedure più definite e trasparenti per le sezioni, nonché una più chiara definizione sui compensi dei giovani volontari completamente “esenti da imposizioni tributarie e non sono imponibili ai fini previdenziali”. Sono poi previsti tempi stretti per le selezioni, che dovranno essere ultimate obbligatoriamente entro il 20 giugno prossimo.

Il Sottosegretario di Stato con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, ha espresso “piena soddisfazione” e in un comunicato ha commentato: “La pubblicazione di questo bando, per circa 1.300 ragazzi, è la risposta concreta del Servizio Civile Universale e dei suoi volontari all’esigenza di essere a fianco alle popolazioni colpite dal sisma. Contiamo di avviare i primi volontari nelle zone terremotate già prima dell’estate prossima e gli Uffici del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale stanno lavorando alacremente per questo”. “Un importante risultato all’indomani dell’entrata in vigore del decreto legislativo che introduce il Servizio Civile Universale che offrirà, già a partire dal 2017, a più di 50.000 giovani l’opportunità di svolgere un servizio utile alla comunità nonché di acquisire competenze per il successivo inserimento lavorativo. Inizia, quindi, a breve per un gruppo di giovani - conclude Bobba - una nuova importante esperienza di formazione e di impegno civico e volontario: cittadini attivi che si “occupano e preoccupano” di soggetti in difficoltà”.

aprile 21, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Lazio: riparte iter legge regionale servizio civile

Lunedì 3 aprile scorso si è sbloccato l’iter della proposta di legge per l’Istituzione del servizio civile regionale del Lazio, avanzata nel 2014 dalla Consigliera regionale di maggioranza, Cristiana Avenali (Gruppo PD). Come segnala un articolo di "Redattore Sociale" «il passaggio fondamentale è stata l’approvazione in Commissione Bilancio della parte relativa allo stanziamento di 1.385.000 mila euro per il triennio 2017-2019 (235.000 euro per l’anno 2017 e 575.000 euro per ciascuna delle annualità 2018 e 2019), che permetterà l’avvio di 100 giovani per ognuno dei prossimi tre anni». Una parte di risorse, pari a 160.000 euro, saranno destinate nei prossimi tre anni anche allo sviluppo della formazione dei giovani volontari, degli operatori del servizio civile regionale e per la valorizzazione e la promozione dell’attività di servizio civile nel Lazio. Se venisse approvata la Legge sul servizio civile regionale, il Lazio si unirebbe alle altre 12 Regioni e alle 2 Province Autonome che hanno in questo momento proprie leggi in materia. Le ultime ad aggiungersi sono state, in ordine di tempo, il Piemonte nel 2015 e l’Umbria nel 2016. [Fonte: "Redattore Sociale"]

aprile 7, 2017 nella Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Arriva in G.U. il Decreto che inaugura il servizio civile universale

Gazzetta_ufficialeE' stato pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale il Decreto legislativo n. 40 firmato lo scorso 6 marzo 2017 dal Presidente della Repubblica su "Istituzione e disciplina del servizio civile universale, a norma dell'articolo 8 della legge 6 giugno 2016, n. 106". (GU Serie Generale n.78 del 3-4-2017). Si completa così la riforma del servizio civile nazionale. L'entrata in vigore, come specifica la G.U., è il 18 aprile 2017.

aprile 4, 2017 nella Appuntamenti, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Pubblicate le graduatorie provvisorie di valutazione dei progetti di servizio civile nazionale

Il Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale ha pubblicato ieri le graduatorie provvisorie dei progetti di Servizio Civile Nazionale da realizzarsi in Italia e all'estero presentati entro lo scorso 21 ottobre 2017 e valutati positivamente. «Gli enti interessati - spiega una nota del Dipartimento - possono far pervenire, entro e non oltre l'8 aprile 2017, le osservazioni motivate in merito ai punteggi attribuiti ai propri progetti inseriti nelle suddette graduatorie, il cui dettaglio è accessibile tramite il sito internet del Dipartimento». Le graduatorie non contengono i progetti esclusi, per i quali arriveranno agli enti specifiche comunicazioni.

marzo 25, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Normativa e progetti, Regioni, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

XII incontro dei volontari in servizio civile per San Massimiliano

San_Max_2017_webSi svolgerà domani 12 marzo, ricorrenza liturgica di San Massimiliano di Tebessa (martire del 295 d.C. per obiezione di coscienza al servizio militare), l'incontro nazionale dei giovani in servizio civile del Tavolo Ecclesiale sul Servizio Civile che nella sua XII edizione verrà ospitato a Lamezia Terme (CZ) in Calabria sul tema della Giornata mondiale della Pace: “La nonviolenza: stile di una politica per la pace”. «Quest’anno abbiamo scelto la Calabria proprio per riflettere su questo tema – spiega al Sir Diego Cipriani, responsabile dell’ufficio per il servizio civile di Caritas italiana -. Lo spunto ci è stato dato dal messaggio del Papa per la Giornata mondiale della pace che parla di nonviolenza e politica come forma per costruire la pace».

La giornata, con inizio alle 10 presso il Teatro Grandinetti, prevede il saluto della Rappresentanza nazionale e la presentazione di testimonianze di giovani in servizio civile in Italia e all’estero con l’intervento di don Giacomo Panizza, della Comunità Progetto Sud, e di Deborah Cartisano, di Libera Locride, moderati da Antonella Ventre, giornalista di Tv2000. Nel pomeriggio verranno invece presentate esperienze di pace e servizio in 12 luoghi del centro cittadino. Poi, alle 16, il vescovo di Lamezia Terme, monsignor Luigi Antonio Cantafora, presiederà la celebrazione eucaristica nella Cattedrale dei santi Pietro e Paolo.

marzo 11, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Torino, confronto Appendino e Nosiglia con volontari servizio civile

16388282_1221746817903611_310749145393827184_nSi è svolto ieri a Torino presso il Campus Luigi Einaudi il seminario sul Servizio Civile Nazionale promosso da Confcooperative Piemonte Nord , durante il quali i giovani volontari si sono confrontati con al Sindaca della città, Chiara Appendino, e con l'Arcivescovo S.E. mons. Cesare Nosiglia. «Bisogna sollecitare il mondo del lavoro ad ascoltare i giovani - ha detto mons. Nosiglia - troppo spesso vengono considerati bamboccioni mentre invece hanno idee e voglia di impegnarsi. Dare voce a tutti può dare una speranza per uscire dalla crisi e anche il servizio civile può aiutare i giovani ad entrare nel mondo del lavoro». «Sono sempre più numerosi gli imprenditori - ha concluso - che hanno capito come le esperienze nel volontariato, per esempio la capacità di lavorare in team, siano utili». Per Chiara Appendino «la Città di Torino vanta una storia importante di solidarietà. In questo momento storico o ci si impegna in questa direzione, oppure il rischio è che il tessuto sociale si disgreghi».

«Il valore sociale del volontariato può far crescere la comunità - ha aggiunto - è una scelta importante di vita che ha anche un coinvolgimento emotivo forte». «Facendo servizio civile si affrontano molte difficoltà, si viene a contatto con persone che vivono in situazioni drammatiche e si scopre quando è complicato vivere in una comunità e trovare soluzioni ai problemi. Ascoltare i cittadini arricchisce molto, io lo faccio sempre», ha concluso.

gennaio 31, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Torino, i giovani in servizio civile di Confcooperative incontrano Sindaco e Arcivescovo

Invito_30gen17_1-pagLunedì 30 gennaio prossimo dalle ore 9.30 alle ore 11.30, presso l’Aula Magna del Campus Einaudi, 250 giovani in Servizio civile presso Confcooperative Piemonte Nord incontreranno e dialogheranno con la Sindaca di Torino, Chiara Appendino, e con l'Arcivescovo S.E. mons. Cesare Nosiglia. «Sarà un’occasione per i volontari di confronto e conoscenza all’insegna di un percorso di cittadinanza attiva», spiegano i promotori. All’incontro, moderato da Gabriella Colosso, Responsabile Locale Ente Accreditato per Confcooperative Piemonte Nord, interverranno il Vice Rettore alla Comunicazione dell’Università degli Studi di Torino, Sergio Scamuzzi, e il Presidente di Confcooperative Piemonte Nord, Giovanni Gallo.

gennaio 24, 2017 nella Appuntamenti, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Relazione al Parlamento sul servizio civile nel 2015

Relazione2015È stata pubblicata sul sito del Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile la Relazione al Parlamento “sull'organizzazione, sulla gestione e sullo svolgimento del servizio civile” riferita ai dati del 2015. “La relazione – come specifica lo stesso Dipartimento - traccia il bilancio del lavoro svolto, illustra le diverse questioni trattate dal Dipartimento nel corso del 2015 e fa il punto sullo stato di attuazione del Servizio Civile Nazionale”. Rispetto ai numeri, un articolo di "Redattore Sociale" ricorda come "il Dipartimento dettagli nella Relazione al Parlamento tutti i Bandi volontari pubblicati nell’anno solare di riferimento, tra cui vanno ricordati i due bandi di Garanzia Giovani per complessivi 3.104 volontari, il bando per Expo 2015 da 140 volontari, il bando ordinario per 31.018 volontari e i due bandi per complessivi 758 volontari per il Giubileo straordinario della Misericordia, portando il totale dei posti disponibili nel 2015 a 36.005, rispetto ai 6.608 del 2014".

gennaio 19, 2017 nella Appuntamenti, Normativa e progetti, Regioni, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Le considerazioni CNESC su parere Camere a riforma servizio civile

Logo_cnescCon una nota diffusa il 5 gennaio la CNESC (Conferenza nazionale enti di servizio civile) ha commentato i pareri positivi espressi da Camera e Senato lo scorso 21 dicembre sullo schema di decreto legislativo di disciplina del Servizio Civile Universale. La riflessione arriva in ordine di tempo dopo quella della Rappresentanza nazionale dei volontari e del Forum nazionale del servizio civile, che hanno richiesto al Governo, cui spetta l’approvazione finale del Decreto legislativo, di ridurre a 20 le ore settimanali di servizio, rispetto alle 30 attualmente previste. Su questo aspetto in particolare per la CNESC «la riduzione a 25 ore settimanali dell’orario di servizio fa il passo equilibrato nella direzione di una facilitazione per i giovani a coniugare impegni di vita e impegno nel servizio civile».

gennaio 9, 2017 nella Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Trento, indagine sul servizio civile universale provinciale

SCU_GG_TrentoUn’esperienza “positiva” per avvicinarsi “mondo del lavoro, di crescita a livello personale e formativo, che consente l’accrescimento di competenze professionali e di arricchimento del curriculum vitae”. È il giudizio espresso sul Servizio Civile Universale Provinciale (SCUP) in una ricerca condotta dalla Provincia autonoma di Trento su un campione rappresentativo di giovani iscritti a questa esperienza, che - ricorda un articolo di "Redattore Sociale" - «è la prima in Italia a connotarsi del termine “universale” nel 2013». L’indagine, condotta tra giugno e settembre scorso e interamente disponibile on-line, ha voluto analizzare – secondo quanto ricordato dagli stessi ricercatori – «le motivazioni soggiacenti alla disponibilità allo SCUP dei giovani iscritti (ma non in servizio), esplicitando i fattori che incidono sulla (mancata) candidatura ai progetti; operare un confronto tra giovani iscritti non in servizio e coloro i quali sono in servizio circa le rappresentazioni del servizio civile; fornire le chiavi di lettura del fenomeno al fine di agire, eventualmente, sulle progettazioni future in senso migliorativo». Per fare questo è stato selezionato un campione rappresentativo di 62 soggetti iscritti al servizio civile (ma non in servizio, al momento dell’indagine) e di circa 90 giovani iscritti ma, in quest’ultimo caso, in servizio al momento della conduzione dell’indagine.

gennaio 5, 2017 nella Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Terremoto centro Italia, bando di progettazione servizio civile per 1.599 posti

Il Dipartimento della Gioventù e del servizio civile ha emanato venerdì 30 dicembre scorso un bando di progettazione per 1.599 volontari da impiegare nelle aree colpite dalle scosse sismiche succedutesi in centro Italia dal 24 agosto in poi, in particolare nelle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. «L’Avviso – spiega il Dipartimento - è indirizzato agli enti iscritti all’Albo nazionale ed agli Albi delle Regioni e delle Province autonome, aventi sedi di attuazione progetto nei comuni colpiti dal sisma e nei Comuni costieri che ospitano temporaneamente i terremotati”. I progetti, che andranno presentati entro il 10 marzo prossimo, sono finalizzati “alla ripresa della vita civile delle comunità colpite dagli eventi sismici ed a favorire il ritorno delle popolazioni alla normalità” I volontari, i cui posti sono stati resi disponibili dalle stesse Regioni grazie ai fondi residui del bando ordinario 2016, saranno così ripartiti: in Abruzzo 207, nel Lazio 453, nelle Marche 617 e nell’Umbria 322.

gennaio 2, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Borrelli (FNSC): rendere servizio civile veramente universale, ridurre orario settimanale a 20 ore

Con un articolo dello scorso 24 dicembre su "Corriere Sociale" Enrico Maria Borrelli, Presidente di AMESCI e del Forum Nazionale del Servizio Civile, ha commentato l'approvazione da parte delle Camere dello schema di Decreto legislativo di attuazione della riforma del servizio civile universale. Borrelli critica lo schema di decreto nella parte che riguarda la durata del servizio, stabilito in 30 ore settimanali, aspetto sul quale sia il FNSC che la Rappresentanza nazionale dei volontari avevano richiesto una riduzione a 20 ore.

«Avviene che la riforma - scrive il Presidente del FNSC - considera tutti gli aspetti della riorganizzazione del sistema tranne uno: l’impegno giornaliero dei giovani in servizio civile. Ancora oggi, va infatti detto, che i giovani si attengono ad un orario di anacronistica memoria militare, quando la naja era patrimonio della nazione e disperazione delle famiglie. Da un minimo di 30 ore ad un massimo di 36 ore a settimana, praticamente un impegno a tempo pieno, retribuito, in entrambe le opzioni orarie, con 433 euro al mese. Come a dire che questa è la minestra, a chi piace». «Se il servizio civile vuole essere un’esperienza da vivere compatibilmente con altri impegni - prosegue Borrelli -, qual è il motivo per cui non basta comprimere in 20 ore a settimana, 4 ore al giorno per 5 giorni, il loro servizio per la collettività? Equivalgono ad un impegno part-time, consentono ai giovani il ritorno a casa per il pranzo, senza dover sostenere costi inutili che lo Stato comunque non rimborsa. Significa, ancora, avere tempo per studiare o per andare all’università a seguire i corsi, conservare un lavoro, dedicarsi allo sport, il tutto assicurando al servizio civile quanto basta perché le attività di un progetto siano portate avanti con profitto». Su questo tema, come detto, si sono spesi il Forum Nazionale per il Servizio Civile e la Rappresentanza Nazionale dei Volontari che hanno chiesto, in una nota inviata alla Commissione Affari Costituzionali, di considerare l’esigenza di rendere il servizio civile più accessibile per i giovani. «La Commissione, forse colta in contropiede, ha risposto tiepidamente invitando il Governo a verificare la possibilità di ridurre l’orario a 25 ore ma prevedendo, di contro, anche una soglia massima (verosimilmente di 30 ore). Tutto cambia affinché nulla cambi. Ai giovani che vorranno dedicare un anno della loro vita a migliorare il Paese non resterà che rassegnarsi all’idea di vivere un’esperienza discriminatoria, in cui alcuni lavoreranno meno e altri di più, nell’unica certezza che il rimborso resterà in ogni caso fermo, dal 2001, a 433 euro. La verità è che in tempi di crisi, come in guerra, ci si deve accontentare di quel poco che si ha la fortuna di trovare. E sperare in un futuro non si sa quanto lontano e quanto migliore», conclude il Presidente del FNSC.

dicembre 28, 2016 nella Appuntamenti, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Riforma servizio civile universale, parere positivo di Camera e Senato al decreto legislativo

Le Commissioni Affari Costituzionali di Camera e Senato hanno dato ieri parere positivo allo Schema di decreto legislativo di riforma del servizio civile universale, approvato lo scorso 9 novembre dal Governo. Nei due pareri non mancano indicazioni emendative del testo, soprattutto per quel che riguarda il ruolo delle Regioni e delle Province autonome, una più precisa definizione dell'apertura ai giovani stranieri, una riduzione dell'orario di servizio settimanale e della soglia minima di sedi di attuazione per l'accreditamento degli enti.

dicembre 22, 2016 nella Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Verbania, volontari in servizio civile attivi a sostegno zone terremotate centro Italia

SibilliniDall'8 all'18 dicembre Verbania e il Parco Nazionale Val Grande sono stati protagonisti di un'iniziativa di sostegno ai produttori della zona dei Monti Sibillini, tra l'Umbria e le Marche. Grazie all'azione dei 5 volontari in servizio civile presso il Parco piemontese, che si sono occupati della logistica, dell'amministrazione, della promozione, del contatto con i produttori di Norcia, è stata realizzata una vendita straordinaria di prodotti alimentari di eccellenza, forniti direttamente dalla cooperativa umbra Gruppo Grifo Agroalimentare. L'iniziativa ha avuto il sostegno del Comune di Verbania e della Cooperativa Aurive, che in quegli stessi locali stanno promuovendo una iniziativa innovativa di rigenerazione urbana chiamata "Apribottega a Verbania". «L'auspicio di tutti - scrivono i promotori - è che nel 2017 dei giovani imprenditori, grazie al sostegno del progetto "Apribottega a Verbania", possano decidere di aprire un negozio di prodotti di Norcia in uno dei negozi sfitti che ci sono nel cuore di Verbania. In questo modo potrebbe diventare stabile la collaborazione tra i due Parchi e i rispettivi territori, entrambi caratterizzati da una forte presenza turistica durante la stagione estiva».

dicembre 20, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Riforma servizio civile universale, il Decreto attuativo ai raggi X

È disponibile sul sito del Parlamento e qui [PDF], la Scheda di lettura del Decreto legislativo (Atto del Governo n. 360) che attua la legge delega 106/2016 di Riforma del servizio civile universale. Nel testo, a disposizione dei parlamentari che proprio in questi giorni sono chiamati a discutere del Decreto legislativo, sono presenti tutta una serie di raccomandazioni tecniche di legittimità e costituzionalità, a partire soprattutto dal ruolo delle Regioni e Province autonome. Per quest'ultime si chiede sempre di verificare se le modalità di pareri a cui sono chiamate, ad esempio per la programmazione triennale ed annuale, «siano in grado di assicurare un sufficiente coinvolgimento regionale nella parte in cui la programmazione è destinata ad incidere su settori rientranti negli ambiti di competenza legislativa regionale (quali l’agricoltura, la riqualificazione urbana, l’educazione e promozione culturale della cultura e dello sport)».

dicembre 7, 2016 nella Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile universale, il parere delle Regioni al Decreto legge

Le Regioni comunicano di aver espresso un parere favorevole sul Decreto che istituisce e disciplina il servizio civile universale, approvato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri lo scorso 9 novembre. «Il giudizio positivo - spiega una nota delle Regioni - è contenuto in un testo che è stato consegnato al Governo nel corso della Conferenza Unificata del 24 novembre e che contiene anche alcune raccomandazioni» nonchè alcune proposte emendative. Nel documento in particolare si chiede che "all’art. 10, comma 2 vengano previsti tre rappresentanti designati dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome nella Consulta Nazionale per il Servizio Civile Universale" e che "si valuti la possibilità di diminuire a cinquanta le sedi di attuazione", attualmente previste dal Decreto ad almeno 100.

dicembre 2, 2016 nella Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)