sito ufficiale tavolo ecclesiale servizio civile

"Messaggero di Sant'Antonio", servizio civile come scuola di cittadinanza

Messaggero_feb2016Nel numero di febbraio del "Messaggero di sant'Antonio" un ampio articolo dal titolo di Alberto Friso "Servizio civile, scuola di cittadinanza"  fa il punto sulla situazione del servizio civile nazionale, a 15 anni dalla sua istituzione. Nel testo sono riportate anche le interviste a Licio Palazzini, Presidente della CNESC, e ad Elena Marta, ordinaria di Psicologia sociale e di comunità alla Cattolica di Milano, curatrice di alcune ricerche proprio sul servizio civile.

febbraio 4, 2016 nella Esperienze, Libri e siti utili, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, ecco le novità del 2016 per IlSole24Ore

L'incremento delle risorse, il debutto dei Corpi civili di pace, i progetti straordinari legati al Giubileo e la Riforma del Terzo settore e del Servizio Civile Universale. Sono queste, in un articolo di Elio Silva pubblicato ieri, le principali novità del servizio civile per il 2016 secondo "Il Sole24Ore". Leggi tutto l'articolo qui in PDF.

febbraio 2, 2016 nella Bando nazionale, Esperienze, Normativa e progetti, Riforma SC, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Bando servizio civile Giubileo, lunedì alle 14:00 scadenza candidature

Giubileo_volontariTermina lunedì 25 gennaio prossimo alle 14:00 il secondo Bando nazionale volontari per la selezione di 114 giovani da impiegare in progetti di servizio civile legati al Giubileo straordinario della Misericordia. La candidatura è possibile per tutti i giovani dai 18 ai 29 anni non compiuti al momento della presentazione della domanda, che non abbiano svolto o non stia svolgendo già servizio civile, sia cittadini dell’Unione europea, che cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia. Caritas Italiana vede finanziati 2 progetti, per un totale di 27 posti, uno proposto insieme all'Azione Cattolica Italiana e l'altro dalla Caritas diocesana di Roma. Maggiori informazioni a questo link.

gennaio 23, 2016 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Emilia-Romagna: approvato Piano di Programmazione triennale del Servizio Civile

Logo_Regione_Emilia_RomagnaLa Giunta regionale dell'Emilia-Romagna ha approvato il Piano di Programmazione triennale del Servizio Civile, valido per il triennio 2016-2018 e che prevede un investimento complessivo di 600mila euro, che andrà a breve al vaglio dell’Assemblea legislativa. «Con la stesura del Piano - spiega una nota stampa -, la Regione vuole offrire una visione di medio-lungo periodo sull’intero panorama delle iniziative di Servizio civile, sulle sue caratteristiche, i suoi destinatari e le sue potenzialità di ulteriore sviluppo. Il documento, oltre a presentare il quadro di insieme sull’andamento dei posti finanziati e delle domande presentate e accolte, fissa le linee guida per la formulazione e gestione dei progetti, pur lasciando elevata autonomia agli enti promotori, e per il monitoraggio e la valutazione delle attività in termini di efficacia e capacità di incidere e di includere rispetto all’universo giovanile coinvolto».

«Un altro obiettivo del primo anno di mandato è stato finalmente realizzato. Abbiamo approvato nella seduta di Giunta dell’11 gennaio scorso – ha commentato Elisabetta Gualmini, vicepresidente della Regione e assessore al Welfare e alle Politiche abitative -, il primo Piano di programmazione triennale del servizio civile in Emilia-Romagna, un documento atteso sin dalla legge regionale del 2003». «Si tratta – ha spiegato ancora Gualmini - di un importante obiettivo per almeno tre motivi: primo, da qui in avanti presenteremo con molta trasparenza e massima chiarezza le priorità annuali del servizio civile e le risorse dedicate; secondo, intendiamo promuovere con iniziative periodiche e il ‘Celebration day’, istituito ogni anno nel mese di dicembre, una grande partecipazione dei giovani e dei minori a queste esperienze di solidarietà e di cittadinanza civile. Terzo, desideriamo estendere maggiormente il numero dei settori coinvolti nelle iniziative di servizio civile, oggi in particolare l'assistenza sociale e la promozione culturale, domani, speriamo, in ambiti ancora più variegati».

gennaio 19, 2016 nella Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Papa Francesco: progetti servizio civile mettono "intelligenza a servizio dell’amore"

Papa_Francesco_PaceDurante l'Udienza data al Movimento Cristiano Lavoratori nell'Aula Paolo VI sabato 16 gennaio scorso, Papa Francesco nel suo discorso ha citato anche il servizio civile come "forma di condivisione". «I progetti di Servizio Civile - ha detto Papa Francesco -, che vi consentono di avvicinare persone e contesti nuovi, facendone vostri i problemi e le speranze. È importante che gli altri non siano solo destinatari di qualche attenzione, ma di veri e propri progetti. Tutti fanno progetti per sé stessi, ma progettare per gli altri permette di fare un passo avanti: pone l’intelligenza a servizio dell’amore, rendendo la persona più integra e la vita più felice, perché capace di donare».

gennaio 18, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Storia del SC, Udienza con il Papa | Permalink | Commenti (0)

Forum Terzo Settore: domani incontro su riforma e servizio civile

Si svolgerà domani alle 14:00 a Roma l'iniziativa di confronto con Governo e Parlamento del Forum Nazionale del Terzo Settore dedicata a "La Riforma che vorremmo". All'incontro, aperto da Pietro Barbieri, Portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, parteciperanno i dirigenti e i soci del Forum. Sono stati invitati ad intervenire Deputati, Senatori e l’on. Luigi Bobba, Sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali con delega al servizio civile. E’ anche prevista la partecipazione del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, e dei Relatori della Riforma del Terzo settore alla Camera e al Senato, on. Donata Lenzi (PD) e sen. Stefano Lepri (PD).

gennaio 13, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Bobba: "Riforma e fondazioni" per aumentare fondi servizio civile

Su "Avvenire" di ieri [PDF] Luca Liverani ha intervistato il Sottosegretario con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba. Nell'articolo si ricorda come «per il servizio civile il 2015 sarà un anno da ricordare. Ma anche un confronto scomodo per tutto quello che si farà dopo: i 50 mila ragazze e ragazzi - un boom rispetto ai 15 mila del 2014 - sono stati un successo tanto eclatante quanto difficile da superare o anche solo da eguagliare. Con i 215 milioni disponibili quest’anno – 115 nella legge di stabilità, più altri 100 in arrivo con un decreto voluto da Renzi – si potranno infatti impiegare al massimo 38 mila giovani». Il Sottosegretario Bobba conferma che anche nel 2016 si punta a «diversificare le fonti di finanziamento: uno zoccolo duro di finanziamento del Fondo nazionale, più altri apporti», come ad esempio «una potrà essere la continuazione dell’esperienza avviata con altre amministrazioni dello Stato. Una seconda strada – anticipa – potrà essere con le fondazioni bancarie». «Senza dimenticare - puntualizza Bobba -, i fondi previsti nella riforma del Terzo settore che comprende il rilancio del Servizio civile universale da 100 mila giovani l’anno». Sull'immediato il Sottosegretario non si sbilancia. «Ad inizio anno nel 2015 sulla carta avremmo potuto avere nemmeno 30 mila giovani, e siamo arrivati a 50 mila. Eguagliare il risultato dell’anno scorso è un impegno che mi sento di prendere».

gennaio 7, 2016 nella Bando nazionale, Esperienze, Normativa e progetti, Riforma SC, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio Civile, soddisfazione e fiducia per nuovo anno del sottosegretario Bobba

Luigi_Bobba«Il 2015 si è concluso con un bilancio particolarmente proficuo per il Servizio civile Nazionale». Lo dichiara oggi il il Sottosegretario di Stato presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, on. Luigi Bobba, con una nota stampa in cui esprime anche «piena soddisfazione ed apprezzamento per il lavoro svolto e l’impegno profusi da parte di tutti i soggetti coinvolti che hanno consentito di portare a termine, con forte determinazione, l’ambizioso programma che ci eravamo prefissati. L’accelerazione delle procedure amministrative, che ha richiesto un lodevole sforzo da parte del Dipartimento della gioventù e del Servizio civile nazionale e l’implementazione delle risorse economiche stanziate hanno dato la possibilità a circa 50.000 giovani di fare esperienze di Servizio Civile sia in Italia che all’estero».

«Si tratta di un rilevante dato positivo, - continua Bobba - soprattutto se confrontato con i numeri dell’anno 2014 che ha visto partire poco più di 15.000 ragazzi. I progetti di Servizio Civile riguardano ambiti di grande rilevanza sociale, culturale e civile e, ricordiamolo, solo in Italia fra tutti i Paesi della UE, sono stati rivolti anche ai NEET (Not in Education, Employment or Training) nell’ambito del Programma Garanzia Giovani con l’obiettivo di favorirne le opportunità di inserimento nel tessuto sociale e lavorativo. Va menzionata, inoltre, sia la pubblicazione dei Bandi relativi alla sperimentazione dei Corpi Civili di Pace, che consentiranno l’avvio di 150 giovani in attività all’estero e di 50 in Italia, sia l’attuazione concreta di Accordi di programma sottoscritti con alcune Amministrazioni centrali che prevedono la realizzazione di progetti di SCN specifici per 1.262 giovani. Queste iniziative di Servizio Civile Nazionale sono caratterizzate da forti elementi di innovazione che potranno essere, in prospettiva, modello per l’ulteriore sviluppo e implementazione di questo Istituto». «A questi avvisi di presentazione progetti - prosegue il Sottosegretario - si aggiungono i bandi, anche essi recentemente pubblicati sul sito del Dipartimento della Gioventù e del servizio Civile nazionale, per l’avvio di complessivi oltre 3.000 giovani volontari su progetti già positivamente valutati per il Giubileo straordinario della Misericordia e per l’attuazione del programma Garanzia Giovani in 6 Regioni che hanno aderito a tale programma attraverso la misura “Servizio Civile”. Questi ultimi bandi esauriscono così il quadro delle risorse finanziarie messe a disposizione per tali iniziative». «Su queste basi e grazie anche ai 100 milioni aggiuntivi stanziati dal Governo - conclude il Sottosegretario Bobba - il 2016 si apre con prospettive positive che consentiranno di ampliare ulteriormente la platea dei giovani che avranno accesso al Servizio Civile. A ciò si aggiungono l’imminente approvazione della riforma del Servizio Civile, contenuta nella più generale riforma del Terzo Settore, e il consolidamento di alcune iniziative in campo europeo, quali il progetto IVO4ALL e l’accordo di collaborazione con la Francia, che permetteranno ai giovani volontari di confrontarsi con altre realtà e fare nuove esperienze in ambito comunitario. Questi sono tutti elementi che oltre a tracciare un bilancio positivo per l’attività svolta imprimono fiducia per un reale rilancio nel futuro del Servizio Civile Nazionale!».

gennaio 5, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Molfetta: 48ª Marcia per la pace

Manifesto_Marcia_2015Si svolge questa sera a Molfetta la 48ª Marcia per la pace dal titolo "Vinci l’indifferenza e conquista la pace", promossa come negli scorsi anni dall'Ufficio Nazionale per i problemi sociali e il lavoro della CEI, da Caritas Italiana, da Pax Christi Italia de dall'Azione Cattolica Italiana, insieme alla Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi. Il tema della Marcia riprende il Messaggio per la 49ª Giornata mondiale della Pace che si celebrerà domani 1° gennaio 2016, voluto da Papa Francesco, il cui testo completo è stato diffuso il 15 dicembre scorso. La marcia nella Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi cade invece nell’anno in cui ha fatto un passo avanti il processo di beatificazione di don Tonino Bello, che ne fu vescovo, e a 23 anni dalla marcia da lui guidata proprio a Molfetta, appena tornato da una Sarajevo assediata e in guerra, a pochi mesi dalla sua morte.

dicembre 31, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Trento: un anno di Servizio civile universale provinciale

Ieri in una conferenza stampa l'Assessora all'università, ricerca, politiche giovanili e pari opportunità della Provincia autonoma di Trento, Sara Ferrari, il dirigente dell’Agenzia per la famiglia Luciano Malfer e il direttore dell’Ufficio servizio civile Giampiero Girardi, hanno fatto il punto sul Servizio Civile Universale Provinciale (SCUP). Nel 2015 sono stati 414 i giovani in servizio civile, 175 i progetti presentati e 82 le organizzazioni attive. «I numeri dimostrano che quella del servizio civile è una scommessa vinta – ha sottolineato l’assessora Ferrari – in un anno abbiamo visto nascere e prendere forma il nuovo servizio civile. Un servizio che abbiamo voluto cambiare per essere davvero strumento per i nostri giovani».

A raccontare la propria esperienza anche due giovani attualmente in servizio civile: Federica Weiss in servizio al Comune di Trento e Saatuan Mura che sta vivendo questa esperienza all'Istituto comprensivo Trento 5. La gestione per le organizzazioni è stata semplificata, limitando a due le figure indispensabili: quella del progettista e quella del tutor. L’allargamento della partecipazione è stato realizzato prevedendo diverse finestre di accesso per i giovani che nel 2015 sono state 7. La durata del progetto è stata liberalizzata, da 3 a 12 mesi, per aderire alle esigenze progettuali e anche per venire incontro alle tempistiche di vita dei giovani. «Il servizio civile è a pieno titolo una politica attiva del lavoro – ha concluso l’assessora Ferrari - permette infatti ai nostri giovani di sperimentarsi e di inserirsi nel tessuto sociale. Il 2015 è stato un anno importante, ma non ci fermiamo qui. Ci sono aggiustamenti da fare e nuove sfide da intraprendere. Una di queste è la certificazione delle competenze che attraverso il servizio civile vogliamo sperimentare. Si tratta di un modo per riconoscere e certificare ai nostri giovani quanto hanno maturato e acquisito attraverso il servizio civile in modo che le competenze acquisite possano diventare patrimonio personale spendibile nel mercato del lavoro».

dicembre 23, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Regioni, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, volontari Giubileo e corpi civili di pace le prime novità del 2016

Si è svolta ieri presso la Camera dei Deputati la conferenza stampa di fine anno, durante la quale il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Claudio De Vincenti, e il Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro delle Politiche Sociali, Luigi Bobba, hanno illustrato l’attività svolta in materia di Servizio Civile Nazionale nell’anno 2015 ed aggiornato sui prossimi passi. Confermate, anche dal Direttore dell'UNSC Raffaele De Cicco, le previsioni di circa 38mila posti di servizio civile finanziabili nel 2016, che potrebbero aumentare se arrivassero ulteriori fondi da Garanzia Giovani e dai contributi stanziati per contrastare il degrado nelle zone più periferiche delle grandi città. Il Sottosegretario Bobba ha anche ricordato i 750 giovani coinvolti nei progetti legati al Giubileo della Misericordia, che verranno avviati in servizio il prossimo 3 febbraio, e l'imminente bando di progettazione per i "Corpi civili di pace", che si svilupperà con i primi 200 volontri nelle seguenti aree: di conflitto, a rischio conflitto o post conflitto (125 volontari); di emergenza ambientale in Paesi esteri (50 volontari); di emergenza ambientale in Italia (25 volontari).

dicembre 22, 2015 nella Bando nazionale, Esperienze, Europa, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Corpi civili di pace e fondi per servizio civile, il commento della CNESC

E' stato annunciata ieri dal cons. Mauceri, Capo Dipartimento della gioventù e del servizio civile, la firma del prontuario sui Corpi civili di Pace. Entro Natale dovrebbe uscire l'avviso per la presentazione dei progetti. Intanto sul fronte dei fondi per il servizio civile, è passato nella legge di Stabilità un sub-emendamento dell'on. Giulio Marcon (SEL) che permetterà al servizio civile di attingere dal "Fondo per la riqualificazione urbana e per la sicurezza nelle periferie", previsto dal pacchetto sicurezza presentato dal Governo e che è finanziato per 500 milioni di euro.

«E’ un fatto positivo - ha commentato la CNESC, ieri impegnata in un seminario e nella sua Assemblea annuale - l’approvazione dell’emendamento, a primo firmatario on. Marcon, che apre la strada a rendere più organico il contributo del Servizio Civile Nazionale nell’azione di risocializzazione di alcune periferie, lasciato oggi alla sola libera iniziativa delle organizzazioni sociali. Questo però non cambia il dato molto negativo che i fondi ordinari per il Servizio Civile Nazionale fermi nella Legge di Stabilità 2016, a poco più di 115 milioni, assommati allo stanziamento straordinario di 100 milioni con il decreto 185/2015, faranno partire nel 2016, ad oggi, alcune migliaia di giovani in meno che nel 2015». «In questa situazione non solo si allontana il traguardo dei 100.000 giovani nel 2017 ma si impedisce anche alle organizzazioni accreditate di fare programmazioni pluriennali, uno dei passaggi essenziali per un Servizio Civile di qualità, di garanzia per i giovani e le istituzioni», conclude la nota stampa.

dicembre 16, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (1)

"Volta", il think tank di Renzi parte dal servizio civile europeo

E' stato lanciato alla Leopolda 6, svoltasi a Firenze lo scorso weekend, il nuovo "think tank" legato al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, che si chiamerà "Volta" e sarà guidato da Giuliano da Empoli. La prima proposta - ha spiegato da Empoli - sarà un'idea nata qui anni fa, il servizio civile europeo, in modo di provare a costruire per la prima volta una cittadinanza europea che non parta da un insieme di regole o direttive».

dicembre 15, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Giovani e rappresentanza | Permalink | Commenti (0)

15 dicembre, CNESC promuove Giornata nazionale dell’obiezione di coscienza e del servizio civile

CnescNella ricorrenza del 15 dicembre, data in cui nel 1972 venne approvata la legge n. 772 che riconosceva l'obiezione di coscienza al servizio militare obbligatorio in Italia, la CNESC (Conferenza nazionale enti di servizio civile) promuove il seminario “Il contributo della società civile organizzata alla costruzione della pace e alla difesa della Patria ai sensi degli articoli 11 e 52 della Costituzione”. L'incontro, realizzato in collaborazione con Forum Nazionale Terzo Settore, Forum Nazionale Servizio Civile, Movimento Nonviolento, Rete Italiana Disarmo, Rete Pace e Sbilanciamoci!, si svolgerà a Roma presso la sede delle Ispettorie Salesiane (Via Marsala, 40) dalle ore 10,00 alle 13,30. Il programma, molto ampio, prevede gli interventi tra gli altri del Sottosegretario con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, del Presidente della Consulta nazionale del servizio civile, Giovanni Bastianini, dei rappresentanti degli enti e dei movimenti coinvolti, e del Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale. Leggi qui il programma dettagliato [PDF].

dicembre 14, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Emilia Romagna, Regione festeggia il servizio civile con un “Celebration day”

ImageSi terrà oggi pomeriggio a Bologna il “Celebration day”, promosso dalla Regione Emilia Romagna per festeggiare i suoi giovani impegnati nei progetti di servizio civile e della “youngERcard”. Nel corso dell’evento verranno consegnati gli attestati di partecipazione a ragazzi e giovani impegnati nei progetti di servizio civile regionale e i premi ai ragazzi che hanno svolto le 80 ore di volontariato nell’ambito, appunto, di “youngERcard”. Il programma prevede i saluti di Stefano Bonaccini, presidente della Giunta; Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea; Massimo Mezzetti, Assessore alla cultura e alle politiche giovanili. Seguiranno le testimonianze di: Stefano Caliandro (Presidente Gruppo Pd in Assemblea), Glenda Cinotti (Rappresentante dei giovani in Servizio civile nazionale), di numerosi ragazzi impegnati in progetti di Servizio civile regionale per minori; dei “volontari youngERcard” Rachele Monti - Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese; Marcello Mirfakhraie - Unione Terre d’Acqua; Barbara Chianese - Comune di Modena. Conclusioni della Vicepresidente e Assessore al Welfare, Elisabetta Gualmini.

dicembre 11, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Campania: oggi a Napoli la IV Conferenza Regionale del Servizio Civile Nazionale

Si svolge questa mattina a Napoli, presso il Teatro Mediterraneo della Mostra d'Oltremare di Napoli, la IV Conferenza Regionale del Servizio Civile Nazionale, promossa dalla Regione Campania. L'iniziativa oltre alla presenza dell'Assessore all'Istruzione, Politiche Sociali e Sport, Lucia Fortini, e al Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, vede la partecipazione anche del Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile, con l'intervento del cons. Raffaele De Cicco. «Mi preme evidenziare - ha sottolineato l'assessore Fortini - la connotazione formativa del servizio civile, che consente ai giovani volontari l'acquisizione di conoscenze e competenze certificabili e quindi spendibili nel mondo del lavoro. Il riconoscimento e la valorizzazione delle competenze acquisite nell'espletamento del servizio civile, in funzione del loro utilizzo nei percorsi di istruzione e di lavoro, rappresenta un impegno primario della Giunta di Vincenzo De Luca». Nell'occasione la Regione ha organizza il Contest dal titolo “Io l’ho fatto :)”, con cui si è chiesto ai giovani volontari di raccontare tramite video, coreografia, canzone o pera d'arte la loro esperienza di servizio.

dicembre 10, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Mattarella: "Stato colga ricchezza giovani attraverso servizio civile"

Mattarella_volontariato«Fate parte dell'Italia migliore. Siete un esempio per tutti gli italiani e potete esserne fieri. Mi permetto di dirvi di continuare, di andare avanti, anche quando le difficoltà sembrano grandi, talvolta insormontabili. Anche quando ci si può sentire sfiduciati perché le cose non vanno come si vorrebbe. E' fondamentale che il vostro messaggio arrivi a un numero sempre più largo di giovani, ai quali poter passare idealmente il testimone di un patrimonio di solidarietà e umanità di grande valore. Il volontariato per un giovane è occasione di crescita personale e civile. Anche lo Stato deve saper cogliere meglio questa ricchezza attraverso il Servizio civile». E' quanto ha detto sabato 5 dicembre scorso il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, rivolto ai volontari e alle organizzazioni di volontariato presenti alla cerimonia al Quirinale per la Giornata Internazionale del Volontariato, istituita dalle Nazioni Unite nel 1985 allo scopo di promuovere, valorizzare e incoraggiare l'attività svolta dai volontari di tutto il mondo.

dicembre 7, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Legge di stabilità, ecco emendamenti sul servizio civile

Sono sette gli emendamenti riguardanti il servizio civile presentati alla legge di Stabilità 2016, attualmente in discussione presso la V Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione della Camera dei Deputati. Lo scrive "Redattore Sociale" in un articolo uscito ieri, in cui illustra nel dettaglio le richieste fatte da onorevoli di praticamente tutti i partiti, tranne Movimento 5 Stelle e Lega Nord.

«Quasi tutti gli emendamenti - scrive "Redattore Sociale" - puntano ad aumentare la dotazione economica del fondo del servizio civile nazionale, attualmente prevista dalla legge in 115milioni di euro per ciascuno dei prossimi tre anni, in modo da garantire “un adeguato contingente” di giovani per il 2016 ed avvicinarsi alla soglia dei 100mila volontari all’anno, più volte annunciati dal premier Renzi». Contemporaneamente - ricorda l'articolo -, sempre questa settimana, è partita in Commissione Bilancio del Senato la discussione del ddl n. 2145, di conversione in legge del decreto-legge n. 185, che stanzia 100milioni aggiuntivi per il 2015 proprio per il servizio civile. «Quattro proposte emendative presentate per la Legge di stabilità puntano ad aumentare di ulteriori 60milioni il fondo nazionale e sono stati presentati in maniera bipartisan, rispettivamente dagli on. Russo (PDL), dagli on. Di Lello e Di Gioia (Misto- PSI- PLI), dall’on. Giulia Narduolo (PD, come prima firmataria, e dall’on. Stefano Fassina (ex PD ora in SEL), sempre come primo firmatario. Altri due emendamenti, che vedono come primi firmatari gli on. Giulio Marcon (SEL) e Francesca Bonomo (PD), puntano invece ad un aumento di fondi rispettivamente di 100milioni e di 30milioni per ciascuno dei prossimi 3 anni», spiega ancora "Redattore Sociale". Un settimo emendamento presentato sempre dai deputati del PD Bonomo, Patriarca, Beni e Narduolo, chiede di riportare il Servizio civile nazionale dalla voce attuale “Diritti sociali, politiche sociali e famiglia” sotto Ministero dell'economia e delle finanze, a quella ritenuta più consona sotto “Presidenza del Consiglio dei Ministri”, come richiesto da vari enti di servizio civile e come annunciato proprio a “Redattore Sociale” a fine novembre dall’on. Bonomo.

dicembre 4, 2015 nella Esperienze, Normativa e progetti, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Corpi civili di Pace, mercoledì 9 incontro alla Sapienza

Si svolgerà nella mattina di mercoledì 9 dicembre prossimo, nell'ambito di un ciclo di seminari presso la Facoltà di Scienze politiche della Sapienza organizzati dal CESC-Project, l'incontro dedicato alla "Sperimentazione dei Corpi civili di pace", prevista nella legge n. 143/2013 e alla Proposta di legge di iniziativa popolare “Istituzione e modalità di finanziamento del Dipartimento della Difesa Civile non armata e nonviolenta” del 3 luglio 2014. All'incontro interverranno Diego Cipriani, Responsabile Promozione Umana e Servizio Civile di Caritas italiana, Daniele Arrone di Operazione Colomba - Corpo Nonviolento di Pace della Comunità Papa Giovanni XXIII, e Luisa Del Turco, referente del Tavolo Interventi Civili di Pace.

dicembre 3, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Salvini: "allo studio servizio civile e militare obbligatorio"

«Come Lega stiamo studiando la reintroduzione del servizio civile e probabilmente anche qualche mese di servizio militare farebbe bene a qualcuno, per insegnare un po' di rispetto». Come riportano varie agenzie, lo ha affermato il segretario della Lega Matteo Salvini, ospite lunedì serata della trasmissione "Otto e mezzo" su La7, a proposito della possibilità di reintrodurre il servizio militare obbligatorio. L'annuncio segue quello fatto più volte nei mesi scorsi, ma che ancora non ha portato, da quel che risulta, a nessun atto formale.

dicembre 1, 2015 nella Esperienze, Normativa e progetti, Riforma SC | Permalink | Commenti (0)

Corpi civili di pace, via libera dalla Consulta del servizio civile

«A breve usciremo con il bando di progettazione sui corpi civili di pace per l'avvio dei primi 200 giovani». La conferma arriva su "Redattore Sociale" dal Sottosegretario con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, al termine della Consulta nazionale svoltasi martedì pomeriggio a Roma. «Nella Consulta sono stati risolti gli ultimi intoppi e con il via libera al Prontuario sarà possibile nella prossime settimane emanare l'avviso sui progetti ed avere già a fine gennaio dei progetti pronti», prosegue il Sottosegretario. Da quello che è emerso in Consulta si ipotizza così l'avvio dei primi giovani in primavera 2016, insieme alla possibilità di riavviare subito una nuova fase di progettazione. «Sta inoltre proseguendo il confronto con l'Agenzia del Service Civique francese per la sperimentazione comune. Contiamo di formalizzare l'accordo nell'incontro bilaterale del prossimo marzo, e quindi a giugno di avviare la progettazione che potrebbe essere legata sia ad interventi sulla comunità locale, che alla valorizzazione delle esperienze degli enti che abbiano già collaborazioni con realtà francesi. La sperimentazione comunque partirà con un piccolo numero di giovani, proprio per garantire di poterla seguire e valutare per bene», precisa l'on. Bobba. Infine proprio mertedì scorso il Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale ha reso noto l'elenco dei progetti approvati in relazione al Bando straordinario per il Giubileo e riaperto entro il 4 dicembre la possibilità di presentare nuovi progetti con i fondi residui, in modo da coprire tutte e 1000 le posizioni finanziabili. «Dovremmo riuscire ad avere il bando volontari ad inizi del nuovo anno - conclude il Sottosegretario Bobba -, in modo da avere l'avvio dei giovani in tempo utile per lo svolgimento del Giubileo».

novembre 27, 2015 nella Bando nazionale, Esperienze, Europa, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Legge Stabilità, ritirati emendamenti su servizio civile

È stato ritirato mercoledì scorso l’emendamento 27.84, presentato come primo firmatario dal sen. Stefano Lepri (PD), che puntava ad aumentare di 50milioni di euro il fondo del servizio civile nazionale. Analoga sorte aveva avuto l'altro venerdì quello del collega di partito sen. Stefano Vaccari, che aveva obiettivo simile. Nella Legge di Stabilità, votata venerdì 20 dal Senato, dopo il maxiemendamento su cui il Governo ha messo la fiducia, non ci sono così emendamenti aggiuntivi che riguardano il servizio civile nazionale. «Abbiamo valutato che dopo il finanziamento fatto dal Governo direttamente con un Decreto legge, non fosse più necessario proseguire con l’emendamento, anche perché i 100milioni aggiuntivi stanziati vanno già nella direzione di un progressivo aumento del numero dei giovani in servizio civile», ha dichiarato a "Redattore Sociale" il senatore Lepri. «Tuttavia – ha aggiunto - nulla esclude che ulteriori fondi possano venire presto non appena approvata la legge di riforma del terzo settore del servizio civile, di cui torneremo a discutere gli emendamenti in Commissione Affari costituzionali del Senato ad inizio di dicembre». Un intervento sulla Legge di Stabilità quando arriverà alla discussione della Camera lo annuncia invece l’on. Francesca Bonomo, responsabile nazionale del servizio civile del Partito Democratico, con l’obiettivo di ricollocare il fondo sotto la Presidenza del Consiglio dei Ministri e non com’è ora sotto la voce “Diritti sociali, politiche sociali e famiglia”.«E’ una scelta in linea con la riforma del servizio civile universale che stiamo portando avanti e con i principî che la ispirano», dichiara l’on. Bonomo.

novembre 23, 2015 nella Esperienze, Europa, Normativa e progetti, Servizio civile in cifre | Permalink | Commenti (0)

Convegno "Giovani per il Mezzogiorno", si è parlato anche di servizio civile

Logo_convegno_Napoli2015Si è svolto questo lunedì e martedì a Napoli il Convegno "Giovani per il Mezzogiorno", con la presentazione dei contenuti degli interventi che il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale sta coordinando nelle quattro Regioni Obiettivo Convergenza (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia) con i fondi del Piano azione coesione – Giovani per il Mezzogiorno. Molti gli ospiti e gli interventi istituzionali. Tra i temi della presentazione anche quello del servizio civile, con gli interventi di Enrico Maria Borrelli, Presidente AMESCI e del Forum Nazionale per il Servizio Civile, e di Licio Palazzini, Presidente di Arci Servizio Civile e della CNESC-Conferenza Nazionale Enti per il Servizio Civile. In una intervista proprio Borrelli ha parlato del ruolo del servizio civile nazionale: «E' uno strumento importante non solo per la formazione dei giovani, perché rappresenta un’esperienza piena per loro, ma anche di partecipazione civica, creando un vero e proprio collegamento tra i giovani e le comunità in cui vivono».

novembre 18, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

I giovani in servizio civile ricordano vittime di Parigi

IMG_5921Nell'incontro di ieri a Torino dei giovani in servizio civile di Confcooperative, dedicato all'avvio del percorso di innovazione sociale, si sono ricordati anche i tragici avvenimenti di Parigi,lasciando un "sedia vuota" per chi è stato vittima degli attentati di venerdì sera. Un commento a queste vicende è stato fatto via Facebook anche da Luigi Coluccino, Rappresentante dei volontari - Delegazione estero, che ha ricordato di «aver svolto il mio servizio civile proprio nella Ville Lumière e mi sono sin da subito sentito integrato nel tessuto multiculturale francese». Inoltre proprio nei giorni scorsi Coluccino era di ritorno da Parigi dove aveva partecipato ad un confronto con alcuni ragazzi del "Service Civique" francese. «Come membro della rappresentanza vorrei lanciare un messaggio a tutte le delegazioni regionali ed ai rappresentanti nazionali per mostrare insieme la nostra vicinanza ma anche la nostra ribellione alla violenza. Proprio noi che abbiamo conosciuto armi ben più forti ed efficaci quali l'accoglienza, l'integrazione, la giustizia. Il Servizio Civile è cultura alla cittadinanza, alla tolleranza ed educazione a questi valori... bisogna diffondere il messaggio di difesa NON armata della patria per combattere non i terroristi ma le cause del terrorismo», conclude il Rappresentante dei volontari.

novembre 17, 2015 nella Esperienze, Europa, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, arrivano 100milioni in più

Slide_sc_Renzi_13novembre2015Sono arrivati venerdì scorso i 100 milioni in più per il servizio civile. Lo stanziamento, che vale già per il 2015, è contenuto nel Decreto legge “Misure urgenti per gli interventi nel territorio “ approvato nel pomeriggio dal Consiglio dei Ministri. «Era un impegno che avevo preso in tutte le sedi, istituzionali e non, – ha dichiarato il Premier Renzi in conferenza stampa - a portare più volontari del servizio civile ed a immaginare uno stanziamento ulteriore di 100 milioni. Un’altra promessa mantenuta». «Questo stanziamento dà corposità al fondo nazionale – aggiunge il Sottosegretario con delega, on. Luigi Bobba, sentito da "Redattore Sociale" – ed è un buon volano per lo sviluppo del servizio civile nel 2016, che conferma anche la prospettiva di andare verso il Servizio civile universale». «Non ci fermiamo qui, continueremo come anche detto nei giorni scorsi a cercare di reperire ulteriori fondi nonché nell’impegno a qualificare sempre di più il servizio civile», ha dichiarato ancora l’on. Bobba.

novembre 16, 2015 nella Bando nazionale, Esperienze, Normativa e progetti, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Torino: Confcooperative punta sui giovani in servizio civile come Antenne per l’Innovazione Sociale

Confccopertive_scn_TorinoSi terrà lunedì 16 novembre a Torino l'incontro promosso da Confcooperative di Torino e rivolto ai suoi 152 volontari attualmente in servizio civile, per pensare, ideare servizi, imprese di innovazione sociale. L'iniziativa fa parte di un percorso più ampio per coinvolgere i volontari a diventare "giovani antenne per l'innovazione sociale sul territorio", attraverso tre specifiche azioni: l'organizzazione di ulteriori moduli di formazione specifici al tema; un monitoraggio e supporto durante il loro impegno nelle diverse sedi di attuazione di progetto; la gestione di una "call for ideas" che premi le migliori idee di team per innovare in chiave di sostenibilità alcuni dei servizi presso cui andranno ad operare.

Ai giovani in servizio civile verrà fornita inizialmente una formazione volta a comprendere i processi di innovazione sociale, poi si ragionerà sulla capacità di sviluppare soluzioni innovative e sostenibili in risposta alle sempre maggiori sfide che i cambiamenti sociali, economici e demografici stanno imponendo. In seguito i giovani saranno organizzati in team di 4-5 persone, suddivisi sulla base della prossimità geografica dei componenti e degli ambiti settoriali in cui prestano il loro servizio, con la missione di elaborare una proposta su come innovare il servizio che andranno a svolgere. I migliori tre team saranno premiati alla fine del percorso davanti alle autorità della città e i rappresentanti del Ministero. Inoltre grazie alla collaborazione con una Scuola, è prevista la realizzazione di un prototipo a fumetti di “manuale del giovane innovatore sociale”, con l’obiettivo di distribuirlo ogni anno ai giovani del servizio civile in tutta Italia.

novembre 13, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Legge di stabilità: due emendamenti PD per aumentare fondi servizio civile

«Il sen. Lepri (PD) ha presentato un emendamento alla Legge di Stabilità per aumentare la dotazione del fondo del servizio civile nazionale». La notizia è arrivata ieri tramite "Redattore Sociale" che ha ripreso quanto dichiarato dal sottosegretario con delega, on. Luigi Bobba, intervenuto alla conferenza stampa della CNESC-Conferenza nazionale enti di servizio civile svoltasi a Roma. L’emendamento, indicato come 27.84 [PDF], prevede uno stanziamento ulteriore per il servizio civile di 50milioni rispetto ai 115 attualmente previsti per il 2016. Sulla stessa linea l’emendamento del sen. Vaccari [PDF], sempre del Partito Democratico, che stanzia una cifra simile. L'emendamento del sen. Lepri in particolare è tra quelli segnalati e sostenuti dal Governo, quindi per il Sottosegretario Bobba tra quelli che dovrebbero anche essere approvati all'esame della Commissione Bilancio. «Un segnale che conferma l’interesse del Governo per il servizio civile nazionale», ha sottolineato l'on. Francesca Bonomo (PD), anche lei intervenuta alla conferenza stampa. L'iniziativa è stata l'occasione per la CNESC per presentare l'impegno dei suoi enti associati negli ambiti dell'immigrazione [PDF] e dell’accoglienza dei rifugiati. Si tratta in particolare di 80 progetti presentati per il 2016 per 731 posti complessivi, dislocati su praticamente tutte le Regioni d’Italia (Valle d’Aosta a parte) negli ambiti dell’Assistenza a Immigrati e profughi, di donne con minori a carico, e in quelli dell’Educazione alla pace e ai diritti del cittadino.

novembre 12, 2015 nella Bando nazionale, Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Servizio civile e stranieri, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Migranti e rifugiati, il contributo del servizio civile nazionale

CnescLa CNES, Conferenza nazionale enti di servizio civile, ha convocato per domani 11 novembre a Roma, alle ore 11:30 presso l'Hotel Nazionale di piazza Montecitorio, una conferenza stampa per illustrare i tanti progetti depositati al Dipartimento del Servizio Civile Nazionale a favore di migranti e rifugiati. L'incontro sarà anche l’occasione per seguire i lavori sulla Legge di Stabilità 2016 dopo il mancato aumento dei fondi per il SCN annunciato in televisione pochi giorni fa dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

novembre 10, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Servizio civile e stranieri, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Bobba: "a lavoro per recuperare su fondi servizio civile"

Il Sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, ha incontrato ieri mattina il Comitato Editoriale del mensile del noprofit "Vita" sui temi della nuova legge di Stabilità e delle riforma del Terzo settore. "Sul servizio civile e sui 100 milioni promessi e mancanti - un articolo di Vita ne riporta le parole -, «non dico niente, parlerò quando ci saranno cose certe», ha detto il sottosegretario. Ragionando di servizio civile però Bobba ha parlato dell’importanza di confrontarsi con le imprese: «Devo vedere la cosa non solo dal punto di vista delle istituzioni pubbliche. Se nelle cooperative il 30% di chi fa servizio civile diventa poi anche attore, dobbiamo trovare connessioni. E poi, abbiamo 4mila enti accreditati, forse è tempo di guardare chi sono e come lavorano, quanto le organizzazioni investono su questa risorse? I progetti fatti, ce n’è qualcuno che vale 100 e altri che valgono 10? Diciamocelo, per trovare criteri per orientare e selezionare le esperienze di maggior valore. Non sottovaluto il tema dei soldi, ma mi sto concentrando su cosa succede ai ragazzi (abbiamo avviato una ricerca con Isfol e Censis) e su enti e progetti, altrimenti si riperpetuano finanziamenti senza che nulla sappiamo della loro efficacia»".

La discussione si è allargata alla riforma del Terzo settore, "dove c’è «conferma di 500 milioni per 5 per mille, 160 milioni per la Riforma e poi 190 nei due anni successivi, il servizio civile (vuol forse dire che la dotazione 2015, siccome la riforma non si è fatta, andrà sul Servizio Civile?, ndr), è vero che il Governo ha fatto promesse che per ora non vediamo ancora scritte ma stiamo lavorando per cercare di recuperare», ha detto il sottosegretario. «Vi dò anche due notizie, sarà questione di una settimana e faremo partire i Corpi civili di pace e inoltre il Governo ha finanziato l’ingaggio di mille giovani per il Giubileo, il termine per presentare i progetti è posticipato a lunedì, è un esperimento interessante il cammino fatto con prosegue".

novembre 7, 2015 nella Bando nazionale, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Riforma SC, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Presentata la relazione al Parlamento sul servizio civile nel 2014

"Redattore Sociale" pubblica un ampio approfondimento sull'ultima "Relazione sull'organizzazione, sulla gestione e sullo svolgimento del servizio civile nell'anno 2014", presentata al Parlamento nei giorni scorsi. La relazione, curata dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, traccia il bilancio del lavoro svolto, illustra le diverse questioni trattate dal Dipartimento nel corso del 2014 e fa il punto sullo stato di attuazione del Servizio Civile Nazionale. In estrema sintesi, i volontari avviati al Servizio civile nazionale sono stati 15.114, di cui 14.637 in Italia e 477 all’estero; sono i giovani che hanno partecipato all’unico bando ordinario di selezione dell’anno 2013. La ripartizione sul territorio dei volontari ha visto una prevalenza del Sud (44,72%), a seguire Nord (32,11%) e Centro (23,17%). Nei settori di intervento dei progetti finanziati, spicca quello dell’Assistenza (47,19%) seguita dall’Educazione e promozione culturale (35,05%); con valori più bassi il settore della Tutela del patrimonio artistico e culturale (7,80%), Ambiente (6,47%) e Protezione civile (3,49%). Relativamente ai bandi per la selezione dei volontari pubblicati nel 2014 - bando speciale autofinanziato, nel mese di ottobre per complessivi n. 1.304 posti e bando di Garanzia Giovani per complessivi 5.504 posti nel mese di dicembre - i giovani sono stati avviati a partire dai primi mesi del 2015.

novembre 4, 2015 nella Bando nazionale, Esperienze, Europa, Giovani e rappresentanza, Libri e siti utili, Normativa e progetti, Regioni, Servizio civile e stranieri, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Dedicata a Massimo Paolicelli una stanza della Camera

Ieri alla Camera dei Deputati è stata intitolata dal gruppo di Sinistra Ecologia e Libertà una sala a Massimo Paolicelli, storico esponente del movimento pacifista italiano e per due mandati membro della Consulta nazionale per il servizio civile, morto il 1° novembre di due anni fa dopo una lunga malattia. All'inaugurazione sono intervenuti l'on. Simone Baldelli (FI), vice presidente della Camera, gli on. Arturo Scotto e Giulio Marcon (SEL), Francesco Vignarca, coordinatore di "Rete Disarmo", Marco Damilano, vicedirettore de L'Espresso, Dora, Damiano e Margherita Paolicelli. Presenti anche la madre e il padre di Paolicelli e una piccola folla di amici, colleghi e parenti. «Un riconoscimento importante per uomo che si è sempre battuto per la pace», commenta a "Redattore Sociale" Marcon, amico di Paolicelli e promotore dell'iniziativa.

Paolicelli 28-10-15a

ottobre 29, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Toscana, a Firenze primo incontro formativo giovani servizio civile Caritas

Servizio civile nazionale ToscanaTre giorni, 40 ragazzi, 7 diverse diocesi. Questi i numeri dell’incontro di formazione, che si è svolto dal 19 al 21 ottobre scorso, dedicato ai giovani del servizio civile nazionale. Accompagnati dalla responsabile dell’ufficio servizio civile di Pisa, Debora Cei, i ragazzi si sono ritrovati a Firenze per condividere aspettative e previsioni sull’anno di servizio. Erano 6 i volontari della diocesi pisana, 10 di quella di Firenze, altri 6 di Arezzo, 4 di Fiesole, 2 di Pitignano, 4 di Lucca e 8 di Livorno, che insieme hanno iniziato ufficialmente questa esperienza. Dopo la prima giornata, riservata all’evoluzione e all’inquadramento del servizio civile dal punto di vista delle leggi e della normativa, sono seguiti altri due appuntamenti che hanno trattato lo stile Caritas. «A parlare dell’attenzione all’uomo - spiega una nota stampa -, obiettivo che Caritas si prefigge sin dalla sua istituzione, è stato don Emanuele Morelli, direttore della Caritas diocesana di Pisa. Altro tema dell’incontro è stata l’accoglienza, elemento cardine che ispira l’operato della Chiesa e dei suoi organismi. Degna di nota la testimonianza degli studenti ospitati dallo studentato internazionale di Rondine, che riceve giovani provenienti da Paesi devastati dai conflitti. A chiudere l’incontro un tavolo di lavoro e una verifica sull’esperienza formativa».

ottobre 27, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Toscana: bando giovani servizio civile regionale ad inizio 2016

Il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi,  ha annunciato l'uscita del nuovo bando di servizio civile regionale "nei primi mesi del 2016". Il bando si colloca all'interno delle proposte del progetto "GiovaniSì", per il quale la Giunta regionale ha destinato un aumento di circa 4 milioni di euro alla dotazione prevista per i tirocini non curriculari finanziati coi fondi di Garanzia Giovani e rivolti ai giovani tra i 18 e i 30 anni (non compiuti) che non studiano né lavorano (NEET). Per quanto riguarda invece i tirocini non curriculari e i praticantati retribuiti finanziati sul Fondo Sociale Europeo nell'ambito del progetto Giovanisì si apre una seconda fase.

ottobre 22, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (1)

Domani presentazione XI Rapporto annuale Arci Servizio Civile

Si terrà domani a Roma la presentazione dell'XI Rapporto Annuale di ASC – Arci Servizio Civile, in cui sono illustrate le attività di servizio civile realizzate nel 2014, attraverso l’accoglienza, la formazione e l’impiego di 961 giovani, una piccolissima parte dei quali per la prima volta stranieri. «Il Rapporto - spiega in una nota ASC - mette in evidenza come sia possibile, grazie al servizio civile, favorire nei giovani la crescita di coscienza civica, di comprensione delle cause profonde dei conflitti, di competenze e di capacità pratiche. Tutto questo è stato reso possibile da una rete di più di 700 persone a vario titolo impegnate nel 2014 dalle organizzazioni aderenti ad ASC che hanno accolto i giovani e dalle consistenti risorse finanziarie e di tempo da queste ultime investite». Alla presentazione, curata dallo staff di ASC insieme al Presidente Licio Palazzini, interverranno anche Primo Di Blasio, vice presidente della CNESC, Giovanni Bastianini, Presidente della Consulta Nazionale Servizio Civile, Edda D’Amico, rappresentante giovani SCN, il cons. Calogero Mauceri, Capo Dipartimento Gioventù e SCN, e il Sottosegretario con delega, on. Luigi Bobba.

ottobre 20, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Riforma SC, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Accordo Italia-Francia per progetto scambio di servizio civile

CRdWHaFWcAAj-rr1I Ministri francesi Patrick Kanner e Harlem Désir, ed i loro omologhi italiani Luigi Bobba e Sandro Gozi si sono accordati lo scorso venerdì, durante un loro incontro a Parigi, per avviare un progetto-pilota italofrancese per la mobilità dei giovani nel quadro del servizio civile che i nostri due Paesi stanno sviluppando. «I nostri due Paesi - hanno dichiarato -, determinati a migliorare l’accessibilità e la mobilità dei giovani, in particolare per quelli più svantaggiati, condividono la stessa volontà di dare una dimensione europea al servizio civile». Il progetto pilota riguarderà, a partire dal 2016, 100 giovani italiani e francesi durante il loro servizio civile. Questo scambio fra i due Paesi si appoggerà sulle associazioni che operano nel campo del servizio civile, nonché sulla rete di gemellaggi fra più comuni italiani e francesi e si svilupperà in particolare negli ambiti della solidarietà, dell’accoglienza ai rifugiati, della protezione dell’ambiente e della cultura. «Tale sperimentazione - hanno ancora spiegato - permetterà ai giovani di tutte le classi sociali di fare esperienza di educazione alla cittadinanza europea attraverso la mobilità: un attenzione particolare sarà riservata ai giovani particolarmente svantaggiati. La Francia e l’Italia si pongono obiettivi ambiziosi di sviluppo del servizio civile ed intendono accentuarne la dimensione europea».

ottobre 19, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

2 ottobre: oggi Giornata Internazionale della Nonviolenza

Gandhi_2ottobreSi celebra oggi 2 ottobre la Giornata Internazionale della Nonviolenza, istituita nel 2007 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nella stessa data della nascita di M.K. Gandhi, ispiratore dei movimenti per la pace, la giustizia, la libertà in tutto il mondo. «Nel 2007 - ricorda una nota del Movimento Nonviolento -, le spese militari mondiali ammontavano a circa 1.400 miliardi di dollari e si contavano 29 guerre in corso. Oggi, nel 2015, a fronte di 33 conflitti armati ufficiali, la spesa militare mondiale è di circa 1.800 miliardi di dollari». «Di fronte alla tragica realtà di questi dati - prosegue il Movimento fondato da Aldo Capitini -, che coinvolgono le vite di milioni di persone, la Giornata della nonviolenza rischia di diventare una ritualità retorica se non la si riempie di contenuti incisivi ed efficaci. Se non diventa l’occasione per ricordare – con Gandhi – che non è vero che “i mezzi in fin dei conti sono mezzi, ma i mezzi in fin dei conti sono tutto”, perché non è un destino ineludibile che i diversi conflitti che attraversano le genti si trasformino in guerre sanguinarie e crudeli, se solo se ne affrontassero le cause con mezzi e strumenti differenti dalla violenza. Si corre questo rischio se la Giornata della nonviolenza non diventa un’ulteriore, formidabile, occasione per costruire la pace attraverso la realizzazione e la diffusione di mezzi nonviolenti, che soppiantino definitivamente le armi e gli eserciti. A partire dal proprio impegno personale».

ottobre 2, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Verso #DonoDay2015, oggi incontro alla Camera dei Deputati

Si svolge oggi pomeriggio alla Camera dei Deputati l'incontro "Il Dono: la virtù ritrovata. Il valore economico e sociale del dono", pensato come momento di una riflessione che faccia da sfondo al primo Giorno del Dono che sarà celebrato il prossimo 4 ottobre ad Expo Milano. Istituito lo scorso luglio «al fine di offrire ai cittadini l'opportunità di acquisire una maggiore consapevolezza del contributo che le scelte e le attività donative possono recare alla crescita della società italiana», la data scelta è quella del 4 ottobre festa di San Francesco d'Assisi patrono d’Italia, già Giornata della pace, della fraternità e del dialogo tra culture e religioni diverse. All'iniziativa parlamentare di oggi parteciperanno l'on. Marina Sereni, Vicepresidente della Camera, l'on. Edoardo Patriarca, Presidente Istituto Italiano della Donazione (IID), Adriano Fabris dell'Università di Pisa, Leonardo Bianchi dell'Università degli Studi Firenze, Diego Cipriani, Responsabile Ufficio Promozione Umana di Caritas Italiana, e Giuseppe Di Franco, CEO del Gruppo ATOS ITALIA.

ottobre 1, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze | Permalink | Commenti (0)

Pagamenti servizio civile con Garanzia Giovani, si normalizza situazione

Garanzia_GiovaniSembrerebbe terminata per molti giovani in servizio civile con garanzia Giovani l'attesa del pagamento del primo compenso. Come ricorda un articolo di "Redattore Sociale", «arriverà finalmente il prossimo 2 ottobre il primo pagamento del compenso, atteso da alcuni da oltre 6 mesi. Come ci confermano infatti i dati che ci ha fornito lo stesso Ufficio nazionale del servizio civile (UNSC), dei 2.686 volontari avviati ad aprile scorso, dopo la scadenza indicata dei primi tre mesi, solo poco più della metà (1.195) aveva ricevuto regolarmente il primo pagamento previsto. Pagamento tra l’altro che era stato calendarizzato inizialmente per fine agosto, ma che per vari motivi tecnici è poi slittato ad inizio settembre. L’UNSC rassicura sul completamento degli arretrati proprio con il prossimo pagamento di inizio ottobre, che comprenderà anche gli avviati con lo scaglione di maggio. Alla fine, secondo le cifre forniteci, ci saranno però ancora 270 volontari che dall’inizio del loro servizio non avranno ancora ricevuto alcun compenso, sui circa 4.500 complessivamente in servizio, per i quali l’UNSC sta cercando di provvedere».

L'articolo di "Redattore Sociale" riporta anche varie testimonianze, come quella di Andrea Avogadro, Responsabile locale del servizio civile del Comune di Omegna (VB): «La procedura prevedeva il pagamento del primo compenso dei nostri 10 volontari a partire dal 3° mese di servizio, nel nostro caso a fine agosto, ma solo la metà di loro è stata regolarmente pagata. Solo il 25 agosto ci è stato comunicato che la documentazione inserita nel sistema informatico “Futuro” non era validabile, ma non c’erano più i tempi per inserirla corretta». In molti casi si tratta di problemi puramente formali, come ad esempio la leggibilità dei loghi ufficiali o il loro ordine, oppure la presenza di firme in eccesso. In altri casi pare ci siano problemi legati all'incrocio con la banca dati del Ministero del Lavoro (motivo già alla base dei ritardi nelle partenze). «Stiamo vivendo con i ragazzi una situazione incresciosa – continua il responsabile comunale -: hanno fatto domanda dallo scorso novembre e da allora, per le regole di Garanzia Giovani, sono di fatto costretti a non lavorare e non studiare, perché altrimenti perderebbero la possibilità di fare il servizio civile. Contemporaneamente dal 16 aprile stanno svolgendo ogni giorno servizio, ma per questo impegno non stanno ancora ricevendo nessun compenso, anche se è un loro diritto, e siamo molto preoccupati che si possano ripetere dei problemi. Abbiamo chiesto loro un anno di vita, di non fare altro pur avendo dei costi vivi, ma come enti e come Istituzioni non stiamo riconoscendo tutto questo con un minimo compenso». Del caso si è occupato anche l’Assessore piemontese alle Politiche sociali, della famiglia e della casa, Augusto Ferrari, che a "Redattore Sociale" ha confermato l’impegno della Regione Piemonte a contribuire a risolvere questa situazione. «Insieme alla collega Giovanna Pentenero, Assessore all'Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, - dice – abbiamo inviato nei giorni scorsi una lettera congiunta alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, da cui dipende il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile nazionale per manifestare la preoccupazione degli enti e soprattutto dei giovani su questa vicenda». “Nella lettera abbiamo chiesto un’azione tempestiva ed efficace da parte del Governo e del Dipartimento, e sappiamo già dell’interessamento del Sottosegretario Bobba. Ci siamo anche messi a disposizione per quanto possibile per collaborare a risolvere questo problema”, aggiunge l’Assessore Ferrari. Da tutta questa situazione i più disorientati – com’era prevedibile - sono stati i giovani, come racconta Antonella Paparella, Rappresentante nazionale dei volontari, che ricorda come la Rappresentanza si sia subito attivata, ma a fronte di una realtà molto variegata e a “macchia di leopardo”, con tipologie di problemi che riguardavano singoli casi. «Non abbiamo numeri precisi, ma Il disagio ha riguardato molti giovani volontari ed enti. Registriamo già ora però un danno di immagine per il servizio civile e Garanzia Giovani molto grande». «Vorrei capire quale funzionario ha deciso questa prassi – dice ancora Avogadro -. L’UNSC ha sempre lavorato bene, ma con questa vicenda abbiamo creato dei volontari in servizio civile di serie A e B, i primi del nazionale pagati regolarmente, i secondi di Garanzia Giovani, alcuni dei quali non sanno ancora se e quando vedranno il loro primo compenso, in balia di procedure burocratiche assurde. La pubblicità tra i ragazzi è molto negativa, soprattutto se il Ministero del Lavoro vorrà ancora attivare progetti di servizio civile con questa modalità. E possiamo dare la colpa all’Europa di tutto questo? Molti ragazzi, proprio perché sono di Garanzia Giovani, sono arrivati a fare il servizio civile scoraggiati da altre esperienze, non possiamo deluderli anche questa volta». [Fonte: Redattore Sociale]

settembre 30, 2015 nella Bando nazionale, Esperienze, Europa, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Regioni, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Corpi civili di pace, Bobba: "Primi avvi entro fine 2016"

«C’è la volontà di dare inizio a una sperimentazione seria, siamo in ritardo ma ce la possiamo fare». Lo ha dichiarato ieri il Sottosegretario con delega la servizio civile, on. Luigi Bobba, concludendo il Convegno "Corpi civili di Pace tra sperimentazione e stabilizzazione", promosso dai Parlamentari per la pace in collaborazione con la Rete Disarmo, il Tavolo interventi civili di pace, la Conferenza Nazionale Enti di Servizio Civile (CNESC). Secondo le dichiarazioni raccolte da "Redattore Sociale" per Bobba non mancano i punti critici di un piano che è ancora tutto in divenire: «Non sappiamo ancora bene come definire i Corpi civili di pace. I giovani devono svolgere compiti non facili in situazione di conflitto o di post conflitto senza mettere a rischio la propria vita. Per questo dobbiamo muoverci negli ambiti e nelle regole dettate dal Servizio civile all’estero». «I volontari - ha comunque assicurato - partiranno entro la fine del 2016».

Altro nodo da sciogliere è l’accesso ai Corpi Civili di stranieri residenti in Italia: «Non abbiamo voluto estendere anche a loro il servizio civile perché solo i volontari italiani possono essere protetti nelle nostre ambasciate. Dobbiamo trovare le modalità per ampliare questo status di protezione anche agli stranieri». «Il nostro impegno» - ha concluso il Sottosegretario Bobba -, è quello di far partire subito il comitato di monitoraggio e di rispettare i tempi stabiliti. Vogliamo però essere sicuri di garantire a questi giovani la loro sicurezza personale. Solo così il progetto potrò essere efficace e utili per le popolazioni che si trovano in situazioni di conflitto». [Fonte: Redattore Sociale]

settembre 23, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Normativa e progetti, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Corpi civili di Pace tra sperimentazione e stabilizzazione

Si svolge questa mattina a Roma il Convegno "Corpi civili di Pace tra sperimentazione e stabilizzazione", promosso dai Parlamentari per la pace in collaborazione con la Rete Disarmo, il Tavolo interventi civili di pace, la Conferenza Nazionale Enti di Servizio Civile (CNESC). «Un seminario per approfondire le prospettive dei corpi civili di pace in Italia, anche a partire dal confronto con altre esperienze europee, come quella più avanzata della Germania», spiegano i promotori.

settembre 22, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Giovani e rappresentanza, Idee, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Giubileo: Comune Roma impegnerà 100 giovani servizio civile

«Cento ragazzi del servizio civile potranno essere messi in campo, come 'angeli' dei pellegrini, insieme all'esercito di volontari e protezione civile». Lo ha dichiarato nei giorni scorsi all'ANSA l'Assessore del Comune di Roma Capitale, Maurizio Pucci, in merito all'impegno previsto nell'organizzazione del Giubileo della Misericordia, indetto da Papa Francesco a partire dall'8 dicembre prossimo.

settembre 18, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Confcooperative a EXPO: "1/3 giovani in servizio civile rimane a lavorare nelle coop"

Cascina_triulza_expo«Portare entro il 2017 circa 100 mila giovani a vivere l'esperienza del servizio civile». E' l'obiettivo dichiarato del Governo e rilanciato ieri dal Sottosegretario con delega, on. Luigi Bobba, nel corso dell'evento organizzato da Federsolidarietà-Confcooperative a Expo Milano: "Il servizio civile per la nuova generazione di cooperatori sociali". «Tra la fine del 2015 e l'inizio del prossimo anno - ricorda una nota ANSA - arriverà a 50 mila il numero dei giovani che hanno iniziato un'esperienza di servizio civile: "E' un motore che va a pieno regime - ha osservato il Sottosegretario e si tratta di una cifra mai raggiunta. Se riusciremo a raggiungere i 100 mila avremo coinvolto in questa esperienza un quinto di una generazione». Durante il workshop il presidente di Federsolidarietà-Confcooperative, Giuseppe Guerini, ha affermato come: «In 13mila hanno prestato servizio nelle cooperative sociali, un’occasione unica per entrare in contatto con una delle realtà imprenditoriali più dinamiche e innovative della nostra economia. Di questi giovani 1 su 3, al termine del servizio, ha trovato lavoro a tempo indeterminato nelle nostre cooperative sociali».

settembre 17, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Puglia: terza giornata regionale Caritas del volontariato e servizio civile

12004869_1136372943058218_7911876660752259453_nSi svolgerà domenica prossima 20 settembre a Ruvo di Puglia (BA) la Terza giornata regionale del volontariato, promossa dalla Delegazione regionale delle Caritas della Puglia. L'incontro, a cui parteciperanno anche i giovani in servizio civile avviati in Caritas in questi giorni, è dedicato in modo particolare al ricordo di don Tonino Bello, già Vescovo di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi e presidente di Pax Christi Italia, del quale è in corso la causa di beatificazione.

settembre 15, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni | Permalink | Commenti (0)

Campagna Difesa civile, delegazione ricevuta alla Camera

Gruppo_CameraNel pomeriggio del 10 settembre scorso I rappresentanti delle sei Reti promotrici della Campagna “Un’altra difesa è possibile” (Rete Italiana per il Disarmo, Rete della Pace, Tavolo interventi civili di pace, Conferenza nazionale degli Enti di Servizio Civile, Forum Nazionale Servizio Civile, Campagna Sbilanciamoci!), sono stati ricevuti alla Camera dei Deputati dalla Presidente on. Laura Boldrini. L’incontro era legato all'accoglienza istituzionale delle 53.435 firme raccolte a supporto della Legge di iniziativa popolare “Istituzioni e modalità di finanziamento del Dipartimento per la Difesa civile, non armata e nonviolenta” già consegnate da qualche settimana agli uffici competenti per il conteggio di validità. I promotori ha ringraziato «la Presidente Laura Boldrini e tutto il suo ufficio di presidenza per la disponibilità dimostrata ad accogliere con il massimo riconoscimento istituzionale il nostro percorso di partecipazione legislativa da parte di cittadine e cittadini». Leggi tutte le dichiarazioni a questo link.

settembre 14, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

11 settembre, a Milano presentazione 5° Rapporto Caritas sui conflitti dimenticati

Conflitti_Dimenticati2015_2Sarà presentato domani 11 settembre a Milano, "Cibo di guerra" il 5° Rapporto sui conflitti dimenticati, curato da Caritas Italiana con Famiglia Cristiana e Il Regno ed edito da Il Mulino, che in questa edizione indaga in modo specifico il reciproco condizionamento tra conflitti bellici e beni alimentari. L’analisi del testo offre spunti per capire come fare della terra una “tavola di pace”, anche alla luce dell’Enciclica “Laudato si’” di Papa Francesco. Nella seconda parte del volume vengono presentati i principali risultati di due rilevazioni sul campo. La prima riguarda uno studio sulla presenza e le storie di vita delle persone in fuga dalla guerra, accolte nelle chiese locali, grazie anche al circuito delle Caritas. La seconda rilevazione ha come tema l’uso dei “video di guerra” nei canali tematici di Youtube. Si tratta del primo studio su tale aspetto condotto dall’osservatorio sui "Conflitti dimenticati", che ha sempre dedicato grande attenzione alla dimensione della comunicazione sociale: la carta stampata, quotidiana e periodica, i social network, Facebook e Twitter in primis, ma anche televisione e radio.

settembre 10, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze | Permalink | Commenti (0)

Corpi civili di pace, seminario a Roma dell'intergruppo parlamentare

61_11Si svolgerà la mattina del 22 settembre prossimo a Roma, presso il Ministero dei Beni Culturali (ala di Via Collegio Romano 27) il seminario su "Corpi civili di Pace. Tra sperimentazione e stabilizzazione", promosso dall'intergruppo "Parlamentari per la Pace" in collaborazione con Rete Disarmo, Tavolo interventi di pace e Conferenza Nazionale Enti di Servizio Civile. Tra gli interventi previsti nel programma [PDF], anche quelli dell'on. Giulio Marcon (SEL), promotore di una legge in materia, Giovanni Bastianini (Presidente Consulta Nazionale Servizio Civile), Oliver Knabbe (Direttore del Forum Difesa Civile, Germania), il cons. Calogero Mauceri, Capo del Dipartimento Gioventù e Servizio Civile, e l'on. Luigi Bobba, Sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali con delega al servizio civile. Oggi intanto una delegazione delle Reti promotrici della Campagna "Un'altra Difesa è possibile" verrà ricevuta nel pomeriggio dalla Presidente della Camera on. Laura Boldrini per la ricezione "formale" delle oltre 53.000 firme sulla proposta di Legge di Iniziativa Popolare.

settembre 10, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Normativa e progetti, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Expo2015, l'Ufficio nazionale del servizio civile incontra i volontari

2015-09-02-367Si è svolto il 2 settembre scorso a Milano l'incontro tra il Direttore dell'Ufficio Nazionale del Servizio Civile, cons. Raffaele De Cicco, e i volontari impegnati nei progetti legati ad EXPO 2015 partiti lo scorso 20 aprile. De Cicco, accompagnato dalla dott.essa Patrizia De Bernardis (Servizio accreditamento e progetti) e dalla dott.essa Giulia Cagiati (Servizio assegnazione e gestione), ha anche incontrato i responsabili degli enti che partecipano ai 2 progetti straordinari, che vedono come capofila Caritas Italia a e Arci Servizio Civile, e il giorno dopo visitato i vari stand in cui sono inseriti i volontari.

settembre 8, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Piemonte: dibattito sul servizio civile alla Festa dell'Unità

IMG_4730Dopo l'incontro venerdì 28 agosto scorso a "FestaReggio", la festa provinciale del PD di Reggio Emilia, all'interno della Festa Tematica Nazionale Welfare e Sanità del Partito Democratico, continua il dibattito sul servizio civile nazionale il prossimo 7 settembre nella Festa dell'Unità di Ivrea e Canavese. Tra gli interventi previsti quelli del Sottosegretario con delega, on. Luigi Bobba, dell'on. Francesca Bonomo, di Augusto Ferrari, Assessore regionale alle Politiche sociali, di Umberto Forno del TESC, di Gabriella Colosso di Confcooperative, e di Maria Elena Seiderani, rappresentante regionale dei volontari.

agosto 31, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

FestaReggio: oggi dibattito su servizio civile in Italia e in Europa

Piazzetta ideeSi aprirà questa sera alle 21:00 a "FestaReggio", la festa provinciale del PD di Reggio Emilia, la Festa Tematica Nazionale Welfare e Sanità del Partito Democratico, con il saluto dell'on. Micaela Campana della Segreteria nazionale (Dipartimento welfare, diritti, immigrazione). A seguire, nell'ambito della "piazzetta delle Idee, si svolgerà la tavola rotonda "La maratona del servizio civile: per un’Italia e un’Europa più coese", moderata dal giornalista di "Avvenire" Luca Liverani. Al dibattito interverranno Fania Alemanno, ex Rappresentante nazionale e Presidente AISEC, l'on. Luigi Bobba, Sottosegretario con delega al servizio civile nazionale, l'on. Francesca Bonomo, responsabile PD giovani e servizio civile, Glenda Cinotti, rappresentante regionale per l'Emilia Romagna dei volontari in servizio civile, Licio Palazzini, Presidente nazionale CNESC, e Antonella Paparella, Rappresentante nazionale dei volontari in servizio civile.

agosto 28, 2015 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Riforma servizio civile, rischio blocco al Senato

Su Repubblica di ieri 25 agosto un articolo di Valentina Conte fa il punto sull'iter della riforma del Terzo settore e del servizio civile, attualmente ferma al Senato in attesa della presentazione degli emendamenti, la cui scadenza è stata fissata al 7 settembre prossimo. Leggi qui tutto l'articolo in PDF.

agosto 26, 2015 nella Esperienze, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)