sito ufficiale tavolo ecclesiale servizio civile

Caritas Ambrosiana, uno spot video per promuovere il bando di servizio civile

Manca una settimana alla scadenza del Bando nazionale di servizio civile e gli enti moltiplicano le iniziative di promozione, come fa ad esempio Caritas Ambrosiana, che ha realizzato uno spot per promuovere i suoi progetti.

giugno 23, 2016 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Normativa e progetti, Storia del SC, Video | Permalink | Commenti (0)

Abruzzo, a Sulmona inconto sul Servizio civile e Campagna difesa civile

23giugno_scnSi svolgerà domani a Sulmona il convegno “La Scelta del Servizio Civile Nazionale: un anno da vivere”, promossa da "Horizon Service - Società Cooperativa Sociale" e a cui parteciperanno Marinella Sclocco (Assessore alle Politiche Sociali della Regione Abruzzo), Mao Valpiana (Presidente Movimento Nonviolento), Licio Palazzini (Presidente Conferenza Nazionale Enti di Servizio Civile), Mario Pizzola (Obiettore di coscienza), Gino Milano (Presidente Centro di Servizio per il Volontariato della provincia dell’Aquila), Lorena Di Cristofaro (Formatore Specifico Servizio Civile di Horizon Service). L'iniziativa sarà anche un momento di rilancio della seconda fase della Campagna "Un'altra difesa è possibile".

giugno 22, 2016 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile all'estero, domani infoday Caschi Bianchi

Caschibianchi_FOCSIVIn questo periodo di Bando nazionale si moltiplicano da parte degli enti le iniziative di presentazione dei progetti e delle attività di servizio civile, in modo particolare quelle all'estero. Domani ad esempio, dalle ore 11.00 alle 13.30, si svolgerà un "Infoday" sui progetti della rete Caschi Bianchi (Associazione Papa Giovanni XXIII - Focsiv - Caritas Italiana) presso la sede di Caritas Italiana (Via Aurelia 796 - Roma). Come ricorda il sito "Antenne di Pace", i "Caschi bianchi sono giovani in servizio civile all'estero impegnati in missioni di promozione della pace, dei diritti umani, dello sviluppo e della cooperazione fra i popoli, all'interno di un progetto elaborato congiuntamente da: Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Caritas italiana, Volontari nel mondo – Focsiv, e Gavci, che vede i giovani alternarsi all’estero da più di dieci anni".

giugno 13, 2016 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Europa, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Enti CNESC, quasi 16mila posti di servizio civile a Bando nel 2016

Logo_cnescSi è svolta ieri a Roma la conferenza stampa della CNESC (Conferenza nazionale enti di servizio civile), durante la quale sono stati illustrati i dati dei progetti di servizio civile messi a Bando nel 2016 [PDF]. Nel dettaglio si tratta di 15.223 posti in Italia e 627 all’estero, pari a 43% su Albo totale e 74% su Albo nazionale. «Con 3.170 enti accreditati - spiega una nota CNESC - riteniamo sia difficile per il Governo costruire una consultazione per definire la programmazione triennale. Con chi e in quale modo potrebbero dialogare? Noi mettiamo a disposizione il "modello CNESC", cioè la capacità di aver unito mondi sociali diversi, culture laiche e religiose, presenza su tutto il territorio nazionale e capacità di rappresentanza nei confronti delle Istituzioni». Durante la conferenza stampa la CNESC ha chiesto la possibilità di depositare nei prossimi bandi delle Regioni, resi possibili dai fondi residui, progetti anche per gli Enti nazionali ivi presenti come già fatto nel 2015 e, nello stesso tempo, ha chiesto al Governo di liberare tutte le risorse possibili per un bando migranti. All'incontro sono intervenuti il Sottosegretario con delega, on. Luigi Bobba, il Capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, cons. Calogero Mauceri, e il Presidente della Consulta Nazionale Servizio Civile, Giovanni Bastianini.

giugno 10, 2016 nella Bando nazionale, Esperienze, Europa, Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Odysseus, ecco proposta servizio civile in Europa

Bobba e Gozi_Odysseus_360x240Ieri a Roma si è svolta la Conferenza Stampa sul tema "Odysseus, verso il Servizio Civile Europeo", presieduta dal Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, on. Luigi Bobba. Al suo fianco, on. Sandro Gozi, Sottosegretario al Ministero per gli Affari Esteri Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale, e Federico Sarica, del Comitato Esecutivo del think tank Volta, di cui è presidente Giuliano da Empoli. «L'incontro, organizzato come una vera tavola rotonda - spiega una nota del Ministero -, ha fornito alla numerosa platea presente - composta, in massima parte, da rappresentanti di enti e associazioni che si occupano del servizio civile - l'opportunità per fare il punto della situazione sulla recente proposta italiana d'istituzione del Servizio Civile Europeo, chiamato appunto "Odysseus". Un progetto che, nella sua filosofia, punta a replicare nel campo della cittadinanza europea quanto fatto in quasi trent'anni dal progetto Erasmus, in ambito universitario».

giugno 9, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile europeo, oggi seminario su "Odysseus"

Si svolge questa mattina a Roma, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (via Veneto, 56), il Seminario "Odysseus, verso il servizio civile europeo", la proposta avanzata a marzo scorso dal Premier Renzi di un "Erasmus del volontariato". Ad organizzare l'iniziativa il Sottosegretario con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba.

giugno 8, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

2 giugno, festa a Montecitorio per il servizio civile nazionale

IMG_1632_2giugno2016È stata una giornata di festa anche per il servizio civile nazionale quella che si è svolta il 2 giugno nell'Aula di Montecitorio per i 70 anni dalla nascita della Repubblica Italiana, con l'incontro di oltre 600 tra studenti, scout e – appunto - volontari del servizio civile nazionale. Accolti dalla Presidente della Camera, on. Laura Boldrini, insieme al Presidente del Senato, sen. Pietro Grasso, e al Sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, l'iniziativa ha visto protagoniste soprattutto le scuole, premiate nell'ambito del concorso "Dalle aule parlamentari alle aule di scuola - Lezioni di Costituzione". Nel suo saluto iniziale la Presidente Boldrini ha sottolineato in modo particolare come il Parlamento sia "la casa di tutti i giovani” e ricordando la recente approvazione della Riforma del Terzo settore e del Servizio civile universale, si è rivolta direttamente ai giovani volontari presenti. «Vi ringrazio - ha detto l'on. Boldrini -, siete un antidoto prezioso alle manifestazioni di individualismo e cinismo, virus che se non contrastati finiscono per corrompere l’intera società. Voi siete un collante necessario a tenere insieme una collettività, soprattutto nel servizio reso a chi è più ai margini».

In rappresentanza dei giovani presenti sono poi intervenuti Paolo Profili, volontario in servizio civile con la Federazione SCS/Cnos dei Salesiani, e Flavia Ori, della Federazione Scoutismo europeo, rappresentante per il movimento Scout. Anche il Sottosegretario Bobba ha voluto ricordare nel suo intervento «l’approvazione 10 giorni fa in via definitiva in questa Aula del Servizio civile universale, con cui vogliamo creare condizioni nuove perché la disponibilità e l’impegno civico e volontario di tanti giovani abbia una nuova fioritura». L’on. Bobba ha poi annunciato che è stato prorogato di un mese il concorso riservato ai giovani in servizio civile per realizzare il prossimo video spot istituzionale. Ad accompagnare i tanti giovani in servizio civile presenti, Licio Palazzini, Presidente della Conferenza Nazionale Enti di servizio civile (CNESC), ed Enrico Maria Borrelli, Presidente del Forum nazionale del servizio civile (FNSC), che avevano rinnovato l’invito ad un incontro alla Presidente Boldrini, dopo quello avvenuto un anno fa sempre il 2 giugno. «E’ significativo che questo incontro si ripeta nel 70° anniversario della Repubblica Italiana e a pochi giorni dall’approvazione della legge Delega al Governo. Con la riforma del Servizio civile universale possiamo ben dire che la Repubblica trova a sua disposizione un nuovo ed importante istituto», ha dichiarato Palazzini. «Ringraziamo la Presidente della Camera Laura Boldrini per aver voluto celebrare anche quest’anno i festeggiamenti del 2 giugno insieme ai ragazzi e alle ragazze che ogni giorno, attraverso il Servizio Civile, si adoperano per combattere le disuguaglianze e difendere i diritti», ha aggiunto Borrelli. «Poter festeggiare la nostra Repubblica nelle stesse aule parlamentari in cui solo qualche giorno fa si è votata la riforma del Terzo Settore aprendo la strada al Servizio Civile Universale è per noi un’emozione grande ed un forte segnale dell’attenzione delle Istituzioni per tutti quei giovani volontari che quotidianamente contribuiscono al progresso materiale e spirituale del nostro Paese», ha poi concluso il Presidente del FNSC.

giugno 6, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Piccola guida al Bando nazionale di servizio civile 2016

Banner_guida_bando2016Dopo l'uscita lunedì scorso del nuovo Bando nazionale di servizio civile 2016, pubblichiamo una piccola Guida per coloro che sono interessati a candidarsi. Tra informazioni utili, consigli, suggerimenti pratici e qualche curiosità, la Guida è pensata per accompagnare i giovani dai primi momenti della scelta del progetto fino alla compilazione della domanda, che va consegnata entro le ore 14:00 del 30 giugno prossimo. Scarica e leggi la Guida al Bando volontari 2016 [PDF], segnalaci eventuali refusi o errori, e torna a trovarci per i prossimi aggiornamenti.

giugno 1, 2016 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (1)

2 giugno, incontro giovani a Montecitorio e rilancio Campagna Difesa civile

Cart_ombrDomani 2 giugno alle 15:00, in occasione della Festa della Repubblica, si svolgerà presso la Camera dei Deputati l’incontro “Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione” rivolto a oltre 600 giovani. A riceverli, insieme alla Presidente della Camera, on. Laura Boldrini, ci saranno anche il Presidente del Senato, sen. Pietro Grasso, la Ministra dell'istruzione, dell'università e della ricerca, sen. Stefania Giannini, e il Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba. Tra i partecipanti previsti anche 200 giovani volontari in servizio civile, accompagnati dai rappresentanti degli enti della CNESC (Conferenza nazionale enti di servizio civile) e del FNSC (Forum nazionale del servizio civile), che così tornano nell’Aula di Montecitorio ad un anno esatto dal precedente, storico, incontro durante il quale fu rilanciata la Campagna “Un’altra difesa è possibile”, nata con l’obiettivo di istituire un “Dipartimento della Difesa Civile non armata e nonviolenta”. In questa occasione i movimenti per la Pace e il Disarmo rilanciano la proposta di legge e chiedono al Presidente della Repubblica Mattarella di sospendere la parata militare ai Fori Imperiali, come chiede anche una interrogazione parlamentare a prima firma dell'on. Giulio Marcon (SI-SEL).

giugno 1, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Rappresentanza volontari: "Riforma passo importante per servizio civile"

Dopo i commenti della CNESC, del Forum nazionale del servizio civile, del Sottosegretario Bobba e degli esponenti del Partito Democratico onorevoli Patriarca e Bonomo, ieri con una nota [PDF] anche la Rappresentanza nazionale dei volontari si è pronunciata sulla riforma del Terzo settore e del servizio civile universale. «Con l’approvazione di questa legge delega - scrivono i Rappresentanti dei volontari in Consulta nazionale - si aprono le porte al Servizio Civile Universale, un progetto voluto e sostenuto dal Premier Renzi al quale esprimiamo la nostra riconoscenza. Oltre al Servizio Civile Universale, attraverso il quale sarà garantita a tutti i giovani che ne faranno domanda la possibilità di vivere quest’esperienza di crescita, saranno disciplinati alcuni aspetti sui quali, da tempo, si lavorava, come ad esempio: Status giuridico del volontario, durata dei progetti, riconoscimento delle competenze ed altre peculiarità che porteranno il Servizio Civile ad essere ancor più uno strumento di crescita fondamentale per i giovani».

«A 15 anni dall’istituzione del Servizio Civile non potevamo pensare di festeggiare in modo migliore: ora è tempo di rimettersi al lavoro e far sì che si arrivi presto al Servizio Civile Universale; i giovani hanno voglia di rendersi partecipi, di difendere in maniera non armata e non violenta il nostro Paese, i giovani hanno bisogno di mettersi in gioco e partecipare attivamente alla crescita dell’Italia e dell’Europa. Il nostro auspicio è che sia inserita nei decreti l’istituzionalizzazione del ruolo della Rappresentanza dei volontari. La riforma della legge è l'occasione giusta per sciogliere i nodi irrisolti di questi anni: i decreti attuativi sono il punto di svolta per attuare concretamente le nuove misure ed i nuovi istituti. La rappresentanza continuerà a collaborare per la stesura e vigilerà che vengano effettivamente introdotte le norme che tutelano i volontari e che da anni vengono richieste», conclude la nota stampa.

maggio 27, 2016 nella Esperienze, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

“High School Game”, servizio civile entra tra i temi approfonditi

Si è conclusa lunedì scorso a Civitavecchia, con la proclamazione dei vincitori, la IV edizione del concorso didattico nazionale “High School Game”, promosso da Planet Multimedia con il patrocinio dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero del lavoro, e del Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile, e che ha coinvolto circa 150.000 studenti in varie tappe in tutta Italia. Per la prima volta anche il servizio civile è stato tra i temi affrontati dagli studenti delle classi 4 e 5 superiori, che si sono confrontati prima nei propri Istituti poi a livello provinciale/regionale e infine a livello nazionale. Al concorso didattico generale sui temi della cittadinanza, si sono affiancati in questa edizione altri due specifici ambiti: uno sulla Sicurezza Stradale sostenuto da “Sara Assicurazioni” e uno sull'educazione ambientale, in collaborazione con il gruppo “Connect4Climate”.

maggio 25, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Dipartimento Gioventù e ANCI, firmato protocollo intesa su sviluppo servizio civile

Bobba_FassinoE' stato firmato ieri a Torino il protocollo di intesa tra il Sottosegretario con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, e il Presidente dell’ANCI e Sindaco di Torino, Piero Fassino. L'accordo, che durerà 36 mesi, prevede una collaborazione "al fine di promuovere il Servizio Civile presso i Comuni con particolare riferimento ai seguenti campi di intervento: accoglienza e integrazione degli immigrati e dei rifugiati; contrasto al degrado delle periferie urbane; salvaguardia dell’ambiente e tutela del patrimonio artistico e culturale". "In attuazione di tali principi - spiega una nota ufficiale - il Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale e l’Anci si impegnano a promuovere e sviluppare iniziative di supporto ai Comuni per accrescere la qualità dei progetti di Servizio Civile Nazionale".

Soddisfazione è stata espressa dal Sottosegretario Bobba che ha dichiara: «Questa collaborazione con l’Anci rientra in una strategia complessiva che punta a sviluppare sinergie tra comuni, enti e associazioni che permette di ampliare il numero dei progetti e far sì che questi siano rispondenti alle reali esigenze del territorio e al tempo stesso offrire maggiori opportunità ai nostri giovani. In questa direzione è stato già siglato il Protocollo con il Ministro Franceschini per la valorizzazione del patrimonio culturale ed il protocollo con il Ministro Martina sull’agricoltura sociale; sulla stessa linea si muove il programma per la riqualificazione delle periferie urbane previsto dall’ultima legge di stabilità». «Con il Protocollo con l’ANCI - continua il Sottosegretario – si prevede il coinvolgimento dei giovani in settori strategici che hanno un impatto rilevante sotto il profilo della tutela e conservazione dell’immenso patrimonio del nostro Paese e dell’integrazione sociale rispetto al quale, peraltro, è stata avviata una collaborazione con la Francia che coinvolge dieci città italiane. L’auspicio è che la firma di tale Protocollo - conclude Bobba – sia un primo passo verso una fattiva e duratura cooperazione tra il Dipartimento e l’Associazione Nazionale dei Comuni d’Italia che è in piena coerenza con l’obiettivo del Governo di ampliare le collaborazioni con enti pubblici e privati, al fine di coinvolgere nel servizio civile il più ampio numero possibile di giovani». Il Presidente Piero Fassino ha affermato che con il Protocollo «Si avvia una collaborazione innovativa tra sistema delle Autonomie locali e Servizio civile nazionale, con l’obiettivo di promuovere progetti ed interventi di qualità ed accrescere il senso civico: innovativa perché basata sulle potenzialità offerte non solo dai singoli Comuni, ma anche dalla promozione degli interventi presso le reti di Comuni (Sprar, Sprecozero, Aree protette, ecc..); di qualità perché saranno progetti orientati da specifici Documenti di progetto tematici (Dpt) sui temi individuati e con la possibilità di promuovere anche all’estero l’esperienza dei nostri giovani nel servizio civile, sia in ambito europeo che internazionale, nelle esperienze dei Comuni sulla cooperazione decentrata e il partenariato territoriale».

maggio 24, 2016 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, ecco i nuovi Rappresentanti nazionali dei volontari

20160521_124054-1Sono stati eletti sabato scorso, durante la XVI assemblea nazionale dei delegati regionali dei volontari di Servizio Civile Nazionale, i due nuovi Rappresentanti nazionali. Si tratta di Feliciana Farnese per la Macroarea Sud, impegnata in un progetto di AMESCI, e di Stefano Neri per la Macroarea Nord impegnato in un progetto della Fondazione Meeting per l'Amicizia tra i Popoli, che si vanno ad aggiungere a Luigi Coluccino per l'estero (in sostituzione del dimissionario Francesco Violi), che proviene da una esperienza a Parigi con le ACLI, e ad Edda D’Amico della Macroarea Centro, già in carica. I lavori dell'Assemblea, alla quale hanno partecipato in totale 70 delegati insieme ai due Rappresentanti nazionali uscenti, Antonella Paparella e Yuri Broccoli, sono stati aperti dal cons. Raffaele De Cicco in rappresentanza del Dipartimento, e dal dott. Giovanni Bastianini, Presidente della Consulta nazionale per il serviziocivile. Sabato sono intervenuti anche gli onorevoli Giulio Marcon (SI-SEL) e Francesca Bonomo (PD) con i quali i delegati hanno discusso e si sono confrontati sui temi dei corpi civili di pace e della riforma del servizio civile "universale".

maggio 23, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, oggi e domani a Roma Assemblea delegati volontari

Logo_RNVSC_120pxSi svolgerà oggi e domani a Roma, a partire dalle ore 14:15, la XVI Assemblea nazionale dei delegati regionali dei volontari di servizio civile, le cui elezioni si sono svolte negli scorsi mesi. I delegati regionali, in rappresentanza dei circa 35.000 volontari attualmente in servizio, sono stati convocati presso il centro congressi dell’Istituto Superiore Antincendi, per eleggere i due nuovi Rappresentanti nazionali per le Macro aree Nord e Sud nella Consulta nazionale per il servizio civile, in sostituzione di Yuri Broccoli e Antonella Paparella, giunti al termine del loro mandato biennale. «I rappresentanti nazionali eletti - spiega una nota del Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile - avranno il compito di sottoporre alla Consulta le istanze dei giovani impegnati nelle attività di servizio civile nazionale inerenti i diversi settori di intervento previsti: assistenza, protezione civile, tutela dell'ambiente, valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, educazione e promozione culturale, servizio civile all'estero».

Tra gli interventi previsti oggi, quelli del Capo Dipartimento, cons. Calogero Mauceri, del Direttore dell'UNSC, cons. Raffaele De Cicco, di Giovanni Bastianini, Presidente della Consulta nazionale, e di Alessio Colacchi dell'Aisec, l'Associazione dei giovani che hanno svolto il servizio civile. Domani, subito dopo le votazioni, intervento l'on. Francesca Bonomo (PD), responsabile del servizio civile nella Segreteria nazionale del Partito Democratico, e l'on. Giulio Marcon (SI-SEL), del Gruppo Interparlamentare per la Pace.

maggio 20, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Bobba, domani filo diretto via Facebook su servizio civile e riforma terzo settore

Luigi_Bobba3Partirà domani pomeriggio alle 18:30 un inedito "filo diretto" del Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, con i cittadini per «condividere il percorso del Governo su alcune importanti tematiche quali il servizio civile, la riforma del terzo settore, l'alternanza scuola-lavoro e l'apprendistato». L'iniziativa passerà tramite la pagina Facebook del Sottosegretario, dove attraverso la sessione di domande e risposte e la diretta video, risponderà a chiunque voglia intervenire. «Ritengo importante confrontarmi - dichiara l'on. Bobba - sulle scelte che il Governo e in particolare il Ministero del Lavoro sta attuando proprio pensando ai giovani come destinatari. Ho voluto cogliere la grande opportunità che la tecnologia e i social network oggi ci regalano per riuscire a comunicare con i più giovani ma anche ad avvicinare i cittadini alla politica e alle scelte future del Governo. Sono certo che sarà un momento di ascolto importante e di reciproca condivisione».

maggio 17, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Libri e siti utili, Storia del SC, Video | Permalink | Commenti (0)

Regione Lazio, un video per promuovere il servizio civile

In vista del nuovo Bando volontari nazionale, annunciato per metà maggio e atteso ormai a breve, il sito del Servizio Civile della Regione Lazio ha realizzato un video animato per promuovere questa esperienza e spiegarne funzionamento e finalità ai giovani.

maggio 16, 2016 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Verbania, il servizio civile diventa una start-up

Media_BoVamesDavide, Daniela e Pietro sono tre giovani ragazzi che hanno svolto un anno di servizio civile a Verbania (due di loro nel Parco Nazionale Val Grande, il terzo nel Comune di Gravellona Toce), che li ha portati successivamente ad iscriversi al Programma Garanzia Giovani, frequentando un tirocinio formativo di sei mesi al termine del quale sono stati tutti assunti a tempo indeterminato dalla start-up "Electric Land". «Electric Land ci ha conosciuto, ha creduto in noi e ci ha assunto con un contratto a tempo indeterminato - ricordano i tre ragazzi -. In cambio ci ha chiesto di produrre innovazione per poter proseguire la propria esistenza. Quindi noi ci siamo inventati un Atelier Digitale che abbiamo deciso di chiamare "Innovation Land".

Praticamente come dei veri artigiani, vogliamo costruire con l’impiego delle nuove tecnologie tre installazioni - dal tangibile al virtuale - che servano a far conoscere il nostro territorio in modo interattivo e divertente». Con il supporto e le competenze di "Electric Land" Davide, Daniela e Pietro intendono realizzare questo atelier, per il quale hanno avviato anche una campagna di crowdfunding, rigenerando la storica sede della Società Operaia di Mutuo Soccorso (Soms) di Fondotoce, alle porte di Verbania, per aprirla prima dell’arrivo dell’estate ai tanti turisti e villeggianti che affollano i laghi e le vallate verbanesi.

maggio 11, 2016 nella Esperienze, Giovani e rappresentanza, Libri e siti utili, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Torino: il servizio civile al Salone del Libro e per l'innovazione sociale

Salone-Internazionale-del-Libro-di-TorinoIl prossimo 23 maggio a Torino saranno presentati i 10 migliori progetti di “innovazione sociale”, scelti tra i 24 realizzati da 150 giovani in servizio civile presso Confcooperative Piemonte Nord, e ideati a partire dalle realtà che stanno vivendo come volontari. L' iniziativa [PDF], a cui è stato invitato anche il Sottosegretario con delega, on. Luigi Bobba, è l'esito del percorso avviato a fine 2015 e voluto proprio da Confcooperative Piemonte Nord, in collaborazione con Open Incet, «al fine di incrementare la valenza educativa dell’esperienza del Servizio Civile Nazionale e renderla occasione di innovazione sociale» nonchè «trasformare i volontari in Giovani Antenne per l’Innovazione Sociale attive sul territorio». Sempre a Torino, un banchetto degli enti di servizio civile del TESC Piemonte sarà presente dal 12 al 16 maggio al XXIX Salone Internazionale del Libro di Torino (entrata 2 posto 7) per far conoscere questa esperienza e promuovere il bando nazionale in imminente uscita.

maggio 10, 2016 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Idee, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Genova, Campagna Caritas "Ci sta!" per promuovere servizio civile

Caritas_Genova_scnLa Caritas diocesana di Genova ha avviato, in vista del prossimo bando nazionale ormai imminente, la Campagna "Ci sta!", nata per promuovere i propri progetti di servizio civile nazionale. Si tratta in particolare di una raccolta di foto e di testimonianze dei giovani che hanno svolto servizio presso le strutture della Caritas genovese, a partire dal percorso formativo realizzato con 14 di essi e finalizzato proprio a "comunicare la loro esperienza di servizio civile in Caritas anche in ordine al Bando", spiegano i responsabili. L'uscita del nuovo bando nazionale da circa 38mila posti in Italia e all'estero è attesa per metà maggio.

maggio 9, 2016 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Europa, Convegno a Capodistria su contributo servizio civile

Si svolgerà nella mattinata di sabato 14 maggio prossimo, presso la sala del Consiglio municipale del Comune Città di Capodistria (Palazzo Pretorio), il Convegno internazionale dal titolo “L’Europa dei giovani e il contributo del servizio civile”, promosso insieme da l’Unione Italiana e Arci Servizio Civile Nazionale. «L’evento - spiegano i promotori -, patrocinato dall’Ambasciata d’Italia in Slovenia, ha come obiettivo la diffusione di questa importante istituzione italiana anche nelle vicine Repubbliche di Slovenia e Croazia». Interverranno oltre al Presidente di ASC, Licio Palazzini, anche due dei quattro giovani volontari che da luglio 2015 stanno prestando servizio presso le sedi dell’Unione Italiana a Fiume e Capodistria nell’ambito del progetto estero “Cultura e minoranze: promozione e valorizzazione della cultura minoritaria nell’area istro-quarnerina”.

Saranno inoltre presenti il Sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, il rappresentante del Governo sloveno, dott.ssa Nena Dokuzov, e quello della Sezione per l’imprenditoria sociale del Ministero per lo sviluppo economico e la tecnologia (MGRT) e della Vicepresidente della Regione Istriana, prof.ssa Giuseppina Rajko. Il Convegno, dotato di traduzione simultanea trilingue (italiano, sloveno e croato), sarà accessibile anche in diretta streaming sul sito dell’Unione Italiana, www.unione-italiana.eu, inaugurando così l’avvio del nuovo canale mediatico dell’Unione Italiana con l’intento di incrementare l’accessibilità del pubblico interessato agli eventi organizzati dalla Comunità Nazionale Italiana in Slovenia e Croazia.

maggio 6, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Emilia Romagna, nuova bando progetti servizio civile regionale

Con la deliberazione di giunta regionale n.558/2016, la Regione Emilia Romagna ha approvato la disciplina e le modalità per la presentazione dei progetti di servizio civile regionale, previsti dalla legge regionale n.20 del 2003. Il servizio civile regionale si rivolge a giovani, tra i 18 e i 29 anni compiuti, “senza distinzione di sesso o di appartenenza culturale o religiosa, di ceto, di residenza o di cittadinanza”, e il suo sviluppo è indicato nel documento di programmazione triennale 2016-2018 da poco approvato. Il termine per la consegna dei progetti alla Regione Emilia-Romagna è stato fissato alle ore 14 del 30 maggio 2016. Dopo la valutazione dei progetti da parte della Regione, seguirà la pubblicazione degli avvisi provinciali per la presentazione della domanda di partecipazione da parte dei giovani interessati, mentre gli avvii delle attività si presume che potranno avvenire a partire dalla seconda metà di ottobre 2016.

maggio 5, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Scuola, bando da oltre 470 mila euro per promuovere volontariato

E' stato reso noto nei giorni scorsi, e ne parla questo articolo di "Redattore Sociale", il Bando di partecipazione per la realizzazione dei “Laboratori di cittadinanza democratica condivisa e partecipata: educazione al volontariato sociale ed alla legalità corresponsabile”, inviato il 13 aprile dalla Ministra dell’Istruzione, Università e Ricerca, Stefania Giannini, a tutti gli Uffici Scolastici Regionali, redatto in collaborazione con il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e con il Dipartimento della Gioventù e del servizio civile nazionale, e cofinanziato dalle tre amministrazioni. Oltre 470 mila euro l'investimento complessivo.

Gli ambiti previsti di azione delle proposte progettuali, ciascuna delle quali non può superare l’importo totale di 30 mila euro, vanno dalla promozione della cultura del volontariato all’educazione alla legalità, dalla prevenzione e contrasto delle dipendenze (inclusa la ludopatia, il gioco d’azzardo e il cyber bullismo) alla tutela, sviluppo e valorizzazione dei beni comuni e al sostegno e promozione dei principi di pari opportunità e non discriminazione; contrasto a fragilità, marginalità ed esclusione sociale. I progetti, redatti su apposito Modello, devono pervenire entro le ore 23.59 del giorno 24 maggio 2016 all’indirizzo www.bandidgstudente.it. Si tratta di una piattaforma del Miur dedicata ai Bandi a cui possono accedere tutte le scuole del territorio.

maggio 2, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti | Permalink | Commenti (0)

Giubileo: l'impegno e le voci dei volontari in servizio civile

IMG_1522Dopo tre giorni di Convegno nazionale, i rappresentanti delle Caritas diocesane di tutta Italia sono stati ricevuti lo scorso 21 aprile in udienza presso l'Aula "Paolo VI"in Vaticano da Papa Francesco. Nelle interviste di Michele Raviart anche la voce di Francesco e Gianluca, due volontari del progetto di servizio civile progetto "Giubileo: Pellegrini della misericordia", promosso da Caritas Italiana e dall'Azione Cattolica Italiana. Tra le attività del progetto anche la cura della mostra "LA BUONA STRADA. Testimoni della misericordia del Padre", inaugurata ieri presso la Chiesa di San Lorenzo in Piscibus nel Centro San Lorenzo.

D. – Il Papa ha ricordato l’importanza del volontariato per i giovani. Che significa per te Gianluca? R. – Per me significa entrare in relazione con ogni persona che mi trovo davanti, nella fattispecie gli ultimi, parlare e interagire con loro, mettendosi davvero a nudo e condividendo emozioni, pensieri, quindi sentendo ciò che sentono gli altri, facendo in modo che a loro volta possano sentire quello che sento io. D. – E per te Francesco? R. – Di solito c’è molta diffidenza. La gente dice: “Le cose vanno male… “, e si siedono sugli allori. Secondo me il cittadino deve essere un cittadino attivo: tutti dobbiamo fare qualcosa di più. Io mi sento di restituire un po’ di quello che ho ricevuto, in primis come cristiano. Purtroppo ho visto che negli ultimi anni è aumentata la percentuale di italiani che hanno difficoltà ad arrivare a fine mese.

aprile 29, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Storia del SC, Udienza con il Papa | Permalink | Commenti (0)

Giubileo: una mostra sui testimoni della Misericordia con i giovani del servizio civile

Foto buona stradaSarà inaugurata questa mattina alle ore 11:00, a Roma presso il Centro San Lorenzo (Chiesa di San Lorenzo in Piscibus), angolo via della Conciliazione, la mostra "LA BUONA STRADA. Testimoni della misericordia del Padre", promossa dall'Azione Cattolica Italiana, da Caritas italiana, dal Forum Internazionale di Azione Cattolica (Fiac) e dalla Fondazione “Azione Cattolica Scuola di santità” Pio XI, con il patrocinio del Comitato per il Giubileo straordinario della Misericordia. A tagliare il nastro di apertura, S.E. mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, e Matteo Truffelli, Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana. La Mostra è stata realizzata grazie al supporto degli 11 volontari in servizio civile impegnati nel progetto "Giubileo: Pellegrini della misericordia", realizzato insieme da Caritas Italiana ed Azione Cattolica Italiana. La mostra è composta da 25, in tre lingue (italiano, inglese e spagnolo). Destinatari della mostra sono in particolare tutti i pellegrini dell’Anno Santo della Misericordia, specialmente i più giovani. La mostra, che sarà inserita nel calendario degli eventi del Giubileo, resterà aperta dal 2 maggio al 20 novembre 2016, con il seguente orario: dal lunedì al venerdì, dalle ore 11 alle 17 (mese di agosto chiuso).

aprile 28, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Trento, l'esperienza del Servizio civile universale provinciale si racconta

La pagina ufficiale del Servizio Civile Provinciale Universale (SCUP) della P.A. di Trento racconta l'esperienza dei suoi volontari in servizio, come Mara, Leonardo, Laura e Samantha impegnati con l'Associazione "Casa Accoglienza alla Vita Padre Angelo", organizzazione che ha lo scopo il dare risposta di tipo residenziale a bimbi, anche nascituri, con madri in difficoltà. «I ragazzi - racconta il sito -, nell’ambito del proprio progetto “Mamme e bambini, crescere insieme per un sereno futuro”, stanno avendo la possibilità di conoscere una realtà delicata, complessa, ma fortemente arricchente, di supporto alle madri ospiti nella gestione dei figli durante la loro partecipazione al laboratorio socio-occupazionale organizzato da Casa Padre Angelo. Oltre al proprio ruolo di affiancamento dei figli attraverso l’organizzazione di attività ludico-animative e di accompagnamento a scuola, i giovani offrono aiuto alle madri nella redazione/affinamento del CV, nella ricerca attiva di opportunità lavorative o tirocini lavorativi sul territorio».

aprile 26, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

De Bortoli: Governo investa su servizio civile come "master civile dei giovani"

In un articolo di venerdì scorso, Ferruccio de Bortoli, già direttore del Corriere della Sera ed ora editorialista, commenta la riforma del servizio civile, contenuta nell'art. 8 del testo di legge delega sul Terzo settore. Per de Bortoli, che ricorda i tratti salienti di questa riforma, «si poteva e si può, con i decreti attuativi, fare meglio. Anche un solo mese d’impegno può essere di grande utilità per il giovane e per l’ente che beneficia del suo lavoro e del suo entusiasmo».

«La delega parla di «servizio civile universale» - scrive ancora de Bortoli -, ma la scarsità dei mezzi, seppur aumentati quest’anno a poco più di 200 milioni, rende assai difficile soddisfare ogni richiesta. L’obiettivo di Renzi è di avere già nel 2017 centomila volontari. Ambizioso, ma non basta. Il servizio civile di un Paese civile dovrebbe essere aperto a tutti i richiedenti, come propone giustamente Riccardo Bonacina su Vita. Senza risorse aggiuntive da parte dello Stato e il coinvolgimento, con programmi validi e verificati, dei fondi privati. Qui subentrano i problemi più seri. Gli enti accreditati direttamente o indirettamente sono circa 15 mila. I progetti qualificanti e utili veramente al Paese e all’individuo non sono così numerosi. Enzo Manes, consigliere pro bono della presidenza del Consiglio, ha lanciato su La Stampa l’idea di istituire una sorta di tutor che promuova programmi nazionali di rilievo civico, evitando la polverizzazione delle risorse. I volontari oggi, salvo rare eccezioni, sono seguiti poco, impiegati male; sostituti avventizi di personale mancante, manodopera a basso costo. Ma è anche vero che non pochi richiedenti si aggrappano disillusi alla paghetta del servizio civile come fosse un sussidio di disoccupazione». «Il governo faccia un passo in più - aggiunge l'editorialista, ricordando anche l'esperienza francese del Service Civique -: lo renda veramente universale, lanci ogni anno un progetto per il Paese. E allora quel tempo dedicato, tra studio e lavoro, a tutelare l’ambiente, promuovere la legalità, combattere gli sprechi, assistere chi soffre, equivarrà a un master civile di cui andare fieri». All'articolo di de Bortoli ha replicato da Lucca, dove è intervenuto per il Festival del Volontariato, il Sottosegretario con delega Luigi Bobba, dicendo come esso esprima un "giudizio ingeneroso sul servizio civile".

aprile 18, 2016 nella Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, un concorso per la campagna istituzionale 2017

Con un video diffuso ieri sui suoi canali social il Sottosegretario con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, ha rilanciato il concorso riservato ai volontari per la realizzazione di uno spot televisivo e di un cortometraggio di promozione del Servizio Civile Nazionale. Per partecipare c'è tempo fino al prossimo 31 maggio. Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile utilizzerà i materiali vincitori del concorso, previo coinvolgimento del Dipartimento per l'informazione e l'editoria, trasmettendo gli spot negli spazi di comunicazione istituzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sui canali televisivi, e diffondendo il cortometraggio in eventi, convegni, partecipazioni fieristiche e manifestazioni. Saranno gli stessi volontari a votare a partire dal 1 luglio i migliori 30 spot e cortometraggi, e tra questi una Giuria di esperti sceglierà i vincitori per le due categorie.

Spot_scn_2017

aprile 13, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, a Venezia nuova edizione Notti Disarmate

Locandina-2016E' in corso di svolgimento a Venezia, presso la Casa del Cinema fino al prossimo 28 aprile, l'edizione 2016 di "Notti disarmate", la rassegna cinematografica curata dai volontari del Servizio Civile del Comune di Venezia e giunta alla sua quinta edizione. «Per l‘edizione 2016 - spiegano gli organizzatori - si è scelto di allargare il campo d’interesse e proporre una serie di pellicole che potessero formare un percorso ampio (ma non per questo astratto) sugli ambiti in cui l’intervento civico è protagonista; si è deciso di ragionare a partire da una parola chiave che purtroppo è tra le maggiormente presenti nel discorso pubblico: violenza». Questa edizione 2016 è accompagnata anche da una mostra di manifesti d’archivio intitolata “Messa a fuoco. La violenza nei manifesti di propaganda degli anni ’40”.

aprile 12, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, pubblicate graduatorie definitive dei progetti

Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile nazionale ha pubblicato oggi le graduatorie definitive dei progetti di Servizio Civile Nazionale da realizzarsi in Italia e all'estero presentati entro lo scorso 15 ottobre 2015.  Il Dipartimento precisa che «la collocazione nelle graduatorie dei progetti valutati positivamente non comporta l'automatico inserimento degli stessi nei bandi per la selezione dei volontari, in quanto, ai sensi del paragrafo 4.5 del Prontuario, allegato al D.M. 30 maggio 2014, saranno inseriti nei bandi solo i progetti con i punteggi più elevati, fino alla concorrenza delle risorse finanziarie disponibili». Per il Bando nazionale, ipotizzato per maggio e che dovrebbe essere da circa 38mila posti, occorrerà aspettare che anche le Regioni e le Province autonome pubblichino le graduatorie relative ai progetti presentati dagli enti iscritti nei propri albi.

aprile 11, 2016 nella Bando nazionale, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, in arrivo 1000 giovani per progetti di Agricoltura Sociale

Agricoltura_socialeIl Ministro delle politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Maurizio Martina, e il Sottosegretario di Stato del Ministero del Lavoro, Luigi Bobba, hanno stipulato ieri un protocollo di intesa, che prevede la realizzazione di progetti di servizio civile nazionale per promuovere lo svolgimento di attività finalizzate a tematiche sociali, ambientali e alimentari, legate all’agricoltura sociale. Complessivamente saranno 1.000 i volontari in servizio civile nazionale impegnati, di cui 500 finanziati con risorse a carico del bilancio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e 500 con risorse relative al “Piano di attuazione italiano per la garanzia per i giovani”.

«L'Italia - ha affermato il Ministro Martina - è ancora una volta all'avanguardia sul fronte dell'inclusione sociale e della formazione sul lavoro. Avremo mille giovani del servizio civile nazionale che potranno dare il loro contributo nei progetti di agricoltura sociale. Significa contare su volontà e passione dei ragazzi che potranno entrare in contatto con esperienze del terzo settore». Per il Sottosegretario Bobba «La cultura dell'ambiente, dell'alimentazione ed anche dell'agricoltura sono tematiche attualissime e rappresentano uno sbocco economico e occupazionale per il nostro Paese, che potranno arricchire ancora di più il percorso dei ragazzi del servizio civile». «Il nostro compito - ha aggiunto poi il Vice Ministro delle Politiche Agricole, Andrea Olivero, è di dare l’opportunità alle giovani generazioni di mettersi in gioco. Sono certo che con il pieno coinvolgimento delle associazioni di categoria e di rappresentanza dell’agricoltura sociale, verranno messi in campo progetti ricchi di significato per la crescita personale e professionale dei nostri ragazzi». Positivo anche il commento su "Redattore Sociale" di Alessandro Mastrocinque, Vicepresidente nazionale della CIA-Confederazione Italiana Agricoltori, che ha ricordato: «Abbiamo molto lavorato perché la legge sull’agricoltura sociale arrivasse in porto, è un settore in espansione, e l’arrivo di questi volontari in servizio civile, che porteranno una mentalità nuova e più giovane, non può che essere un vantaggio per tutto il sistema». Il Vicepresidente della CIA ha poi rilanciato: «Sarebbe importante se questa sperimentazione continuasse in futuro, che non sia insomma un’esperienza spot di un anno», perché «potrebbe essere una strada concreta per realizzare appieno la nuova legge sull’Agricoltura sociale, garantire tramite il suo rafforzamento la tutela dei diritti di molti soggetti svantaggiati, e permettere a sempre più giovani di conoscere il mondo dell’agricoltura, con tutti i suoi vantaggi formativi e professionali». Un commento favorevole, ma con alcuni distinguo, è arrivato anche da Diego Cipriani, Capo ufficio servizio civile di Caritas Italiana.«Ben venga un accordo di questo tipo se serve ad incrementare il numero di giovani non solo in ambito sociale, ma anche in un settore come quello agricolo/ambientale che da sempre è la ‘cenerentola’ del servizio civile», ha dichiarato sempre a "Redattore Sociale" Cipriani, che ha ricordato come l’uscita negli anni scorsi dal sistema di enti come WWF ed Italia Nostra abbia ridotto ulteriormente l’offerta di progetti in questi ambiti. Nel 2014, secondo gli ultimi dati ufficiali disponibili, appena il 3% di tutti i volontari in servizio civile, ossia poco più di 400 giovani, erano attivi in progetti nel Settore dell’Ambiente. Per Cipriani tuttavia questi accordi tra Ministeri, già sperimentato in questi mesi sempre con l’utilizzo di fondi legati a Garanzia Giovani, hanno dimostrato di non raccogliere l’interesse sperato da parte degli enti, come ad esempio quelli recenti con il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, con il Ministero dell’Interno, con il Ministero dei beni culturali e del turismo e con l’Autorità nazionale anti corruzione. «Sarebbe necessario coinvolgere maggiormente i soggetti attuatori del servizio civile fin dall’inizio del processo, non solo in fase progettuale – ha concluso il Capo ufficio servizio civile di Caritas Italiana -, anche per garantire che ci sia una reale partnership sul territorio per valorizzare al meglio l’impegno dei giovani volontari, tanto più di quelli svantaggiati».

aprile 7, 2016 nella Bando nazionale, Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

SIPRI: tornano a crescere spese militari nel mondo

Campagna_armiRete Italiana per il Disarmo ha diffuso ieri un comunicato in cui commenta i dati del Rapporto 2015 sulle spese militari nel mondo, diffuso dall'Istituto SIPRI (Stockholm International Peace Research Institute). «Una nuova ripresa della spesa militare a livello mondiale - commenta Rete Disarmo -. E' questa la situazione suggerita dai dati pubblicati oggi dell'Istituto SIPRI di Stoccolma. Dopo tre anni di relativa stasi la crescita misurata nel 2015 si attesta circa sull'1% in termini reali. L'ammontare complessivo delle spese militari è stimato dai ricercatori svedesi in 1.676 miliardi di dollari, equivalenti al 2,3% del prodotto interno lordo mondiale. Nel complesso i primi 15 paesi di questa speciale classifica spendono per gli eserciti e le armi almeno 1.350 miliardi di dollari, equivalenti all'81% del totale. In testa alla classifica come sempre gli Stati Uniti d'America che da soli investono poco meno di 600 miliardi di dollari e contribuiscono al 36% della spesa militare complessiva (quota minore del recente passato grazie alla crescita robusta di altri Paesi). Dietro di loro la Cina, che ha visto una crescita annuale del 7,4% (complessivi 215 miliardi di dollari) e poi, superando anche la Russia, l'Arabia Saudita che ha fatto crescere la propria spesa militare del 5,7% (ad oltre 87 miliardi di dollari)».

Per quanto riguarda il nostro Paese, il SIPRI stima una spesa militare di poco inferiore ai 24 miliardi di dollari, segnalando un brusco calo nell'ultimo decennio, ponendo l'Italia al dodicesimo posto a livello mondiale (per una quota pari al'1,4% del totale). «Dati che però non devono trarre in inganno poiché, proprio a causa dei meccanismi opachi di finanziamento della spesa militare italiana che da tempo anche Rete Disarmo denuncia, probabilmente a Stoccolma non sono riusciti a valutare appieno la complessiva spesa militare italiana - commenta Francesco Vignarca, Coordinatore della Rete -. Mettendo in fila i dati ufficiali dell'ultima legge di Stabilità si raggiunge infatti un totale di 23,12 miliardi di euro corrispondenti (con cambio medio 2015 di 1,1) ad oltre 25 miliardi di dollari e non a meno di 24 miliardi come valutato dal SIPRI. Il motivo della differenza sta forse nei fondi “extra bilancio” (in particolare dalle missioni militari e dal Ministero per lo Sviluppo Economico) su cui la Difesa può contare e i cui dati non sono facilmente rintracciabili, soprattutto per quanto riguarda osservatori stranieri».

aprile 6, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze | Permalink | Commenti (0)

Lazio, la formazione del servizio civile si fa col metodo Lego

12670358_1282248171790705_2451213634924860396_nIl sito del servizio civile della Regione Lazio dà notizia del ciclo di workshop organizzati dall’Area Impresa Sociale e Servizio Civile della Direzione Salute e Politiche Sociali, in collaborazione con ASAP, e rivolti ai volontari del Servizio Civile Nazionale - Garanzia Giovani. I workshop sono caratterizzati dall'utilizzo per la prima volta nel servizio civile del metodo Lego® Serious Play®. Come spiega Fabrizio Faraco, uno dei facilitatori certificati nella metodologia - riporta l'articolo - «Lego® Serious Play® è una metodologia di comunicazione e di problem-solving facilitato, dove, attraverso la creazione di modelli 3D, si creano le basi per l’interazione in gruppo, la condivisione delle conoscenze, la creazione di soluzione condivise e il decision-making». Durata la giornata i volontari, giunti quasi al termine della loro esperienza, sono guidati alla costruzione di «un modello, che rappresenta la loro esperienza, e che dà loro la possibilità di toccare con mano quello che si portano via dal percorso di Servizio Civile Nazionale, ma consente anche di comprendere che tipo di persona sono diventati e quindi in quali aspetti sono diversi rispetto a prima del periodo di SCN», racconta Simona Orlandi che con Rachele Soliera, è una degli altri due facilitatori certificati di questa metodologia.

aprile 5, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, Bobba: "raggiungibile obiettivo dei 100.000 volontari all'anno"

Luigi_Bobba3Mentre per oggi è convocata al Senato la Conferenza dei Capigruppo, che stabilirà la data del seguito della discussione in Aula del testo di legge delega al Governo per la riforma del Terzo settore e del servizio civile universale (ddl n. 1870, già approvato dalla Camera), sul sito "Servizio Civile Magazine" è possibile leggere sul tema una intervista al Sottosegretario con delega Luigi Bobba. Tra le varie questioni, l'on. Bobba ricorda quella dei fondi: «Credo che riusciremo a raggiungere l’obiettivo dei 100.000 volontari nel 2017, che si è dato il Presidente Renzi utilizzando, insieme al Fondo Nazionale Servizio Civile, anche altre fonti di finanziamento, così come abbiamo fatto nell’anno 2015. A cominciare ad esempio dal fondo dedicato agli interventi nelle periferie che prevedono anche il coinvolgimento di soggetti del terzo settore che si occupano di servizio civile».

marzo 30, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Domani alla Camera incontro su “Servizio Civile, Universale ed Europeo”

Locandina_23_marzo_FNSCSi svolgerà domani dalle ore 9:30 alle ore 13:30, presso la Camera dei Deputati (Auletta dei Gruppi Parlamentari) l’incontro “Servizio Civile, Universale ed Europeo”, promosso dal Forum nazionale del servizio civile, in collaborazione con l'Ordine dei Giornalisti del Lazio. «L'iniziativa - dichiarano i promotori - rappresenta la quarta tappa del percorso di promozione e rilancio dell’istituto del Servizio Civile in ambito nazionale ed europeo avviato dal FNSC in collaborazione con l’Ordine Nazionale dei Giornalisti". Interverranno alla tavola rotonda: Paola Spadari (Presidente Ordine dei Giornalisti Lazio), Enrico Maria Borrelli (Presidente AMESCI e del Forum Nazionale Servizio Civile), l'on. Luigi Bobba (Sottosegretario al Lavoro con delega al Servizio Civile Nazionale), l'on. Francesca Bonomo (componente Commissione Politiche dell’Unione Europea e con la delega al servizio civile nella Segreteria del Partito Democratico), Angela Abbrescia (Giornalista ANSA), l'on. Giulia Narduolo (PD, componente Commissione Cultura Camera dei Deputati), il cons. Calogero Mauceri (Capo Dipartimento Gioventù e Servizio Civile). Modera Alessandro Sansoni, Consigliere Nazionale Ordine dei Giornalisti.

marzo 22, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Accordo con Fondazione Monte dei Paschi di Siena per finanziamento progetto servizio civile

Mentre la legge delega di riforma del Terzo settore e del servizio civile universale approda in Aula al Senato, il Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale ha annunciato ieri che è stato firmato nella sede dell’Acri, a Roma, un protocollo di intesa con la Fondazione Monte dei Paschi di Siena per la realizzazione di un progetto di Servizio civile Nazionale nella provincia di Siena che coinvolgerà quattro giovani volontari. Si tratta di un progetto interamente finanziato dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena, il primo in Italia, e per il quale il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale curerà la selezione dei volontari. Intanto dal Capo dipartimento Calogero Mauceri è arrivato anche l'annuncio che il prossimo bando nazionale volontari sarà da 40mila posti e dovrebbe uscire a maggio, dopo che gli enti avranno avuto modo di fare le loro osservazioni sulle graduatorie di valutazione dei progetti pubblicate lo scorso 11 marzo.

marzo 17, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Video incontro San Massimiliano 2016

Di seguito il video dell'XI Incontro di San Massimiliano dei giovani in servizio civile del TESC, svoltosi nella chiesa di San Gregorio VII nel pomeriggio del 12 marzo dopo l'udienza con Papa Francesco. A questo link su storify, il racconto con tweet e foto della giornata.

marzo 15, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, San Massimiliano, Storia del SC, Udienza con il Papa, Video | Permalink | Commenti (0)

Papa Francesco ricorda figura obiettore san Massimiliano a giovani servizio civile

Volontari_scn«Oggi ricorre la memoria liturgica di San Massimiliano di Tebessa, martire per obiezione di coscienza durante l’impero romano. Cari giovani, imparate da lui a difendere i valori in cui credete». Così papa Francesco ha salutato i giovani in servizio civile del TESC presenti in piazza san Pietro sabato 12 marzo scorso in occasione del loro XI incontro di San Massimiliano, dedicato quest'anno al tema: "Vinci l’indifferenza e conquista la pace". Nel pomeriggio, nella chiesa di San Gregorio VII, si è svolta la seconda parte dell’incontro, coordinata da Nicola Ferrante, giornalista di TV2000, e composta da momenti di riflessione e testimonianze dei volontari. Hanno portato i loro saluti S.Em. il Card. Francesco Montenegro (Presidente di Caritas Italiana), Calogero Mauceri (Capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale), Francesco Violi (Rappresentante nazionale dei volontari nella Consulta del servizio civile), suor Michela Marchetti (suore della Divina volontà di Crotone) e padre Giulio Albanese (missionario comboniano). Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il sottosegretario con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, hanno inviato due messaggi di saluto. Per approfondire leggi questo articolo di Luca Liverani su "Avvenire" del 13 marzo [PDF].

marzo 14, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, San Massimiliano, Storia del SC, Udienza con il Papa | Permalink | Commenti (0)

12 marzo: San Massimiliano, giovani in servizio civile incontrano Papa Francesco

Manifesto_sanMax_2016Anche quest'anno in occasione del 12 marzo, ricorrenza liturgica di San Massimiliano di Tebessa (martire del 295 d.C. per obiezione di coscienza al servizio militare), il Tavolo Ecclesiale sul Servizio Civile organizza un incontro tra tutti i volontari in servizio civile dei propri enti. Cuore dell’incontro di quest’anno sarà la partecipazione all’Udienza giubilare con papa Francesco che si terrà, con inizio alle ore 10.00, in Piazza San Pietro. Dopo l’udienza, i giovani e i loro responsabili faranno il passaggio della Porta Santa in Basilica. Nel pomeriggio, dalle ore 14.00 alle 16.30, nella vicina chiesa di San Gregorio VII, si svolgerà la seconda parte dell’incontro, coordinata da Nicola Ferrante, giornalista di TV2000, e composta da momenti di riflessione e testimonianze dei volontari sul tema scelto da papa Francesco per la recente Giornata mondiale della Pace: "Vinci l’indifferenza e conquista la pace". È prevista la presenza di S.Em. il Card. Francesco Montenegro (Presidente di Caritas Italiana), di Calogero Mauceri (Capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale), di Francesco Violi (Rappresentante nazionale dei volontari nella Consulta del servizio civile), di suor Michela Marchetti (suore della Divina volontà di Crotone) e di padre Giulio Albanese (missionario comboniano).

marzo 10, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, San Massimiliano, Storia del SC, Udienza con il Papa | Permalink | Commenti (0)

Firmato protocollo intesa Italia-Francia per progetto pilota servizio civile

Italia-e-Francia-Servizio-sociale-internazionale-italo-franceseE' stato firmata ieri durante il trentatreesimo Vertice intergovernativo italo-francese, svoltosi a Venezia, la dichiarazione d'intenti relativa al progetto pilota che permetterà a 100 giovani volontari, tra italiani e francesi in servizio civile, di effettuare un'esperienza di mobilità. «Vogliamo un'Europa della cittadinanza europea, delle opportunità e dei progetti concreti. Per questo, con la Francia, lanciamo un progetto sperimentale per la mobilità dei giovani del servizio civile, basato sulla difesa dei valori europei di libertà e democrazia. E siamo fieri di annunciarlo in occasione di un vertice dedicato alla memoria di Valeria Solesin, la giovane ricercatrice veneziana uccisa al Teatro Bataclan durante gli attacchi terroristici di Parigi dello scorso novembre», ha dichiarato il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega agli Affari europei Sandro Gozi. «Il progetto - ha proseguito Gozi - permetterà ai giovani di tutte le classi sociali di fare esperienza di educazione alla cittadinanza europea attraverso la mobilità. Un'attenzione particolare sarà riservata ai giovani svantaggiati. Siamo convinti che il progetto possa favorire la comprensione reciproca tra le giovani generazioni e rafforzare i legami di amicizia tra l'Italia e la Francia, ma anche rafforzare la dimensione europea del servizio civile: un primo passo verso la realizzazione di un vero servizio civile europeo a 28».

Il documento è stato sottoscritto insieme al Ministro per gli Affari urbani, la Gioventù e lo Sport, Patrick Kanner, e al Segretario di Stato agli Affari Europei Harlem De'sir. "Soddisfatto del risultato raggiunto" si è dichiarato anche il Sottosegretario con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, anche lui tra i firmatari dell'accordo. «I giovani coinvolti - ha proseguito Bobba - saranno impegnati in iniziative di sostegno ai rifugiati, nell'accompagnamento a persone in situazioni di esclusione o di disagio, nella protezione dell'ambiente e nella promozione della cultura e del territorio. Si tratta di una esperienza di Servizio bi-nazionale che rappresenta anche un primo passo verso un sorta di Erasmus del Servizio civile. La realizzazione del progetto si baserà anche sulla partecipazione delle associazioni e organizzazioni non governative, che svolgono attività nel settore del Servizio civile, nonchè sulla rete delle città italiane e francesi gemellate». «L'Italia e la Francia - ha concluso l'on. Bobba - istituiranno una cabina di regia snella, composta da rappresentanti dei due Paesi, alla quale sarà affidata la definizione e il monitoraggio della corretta attuazione del progetto».

marzo 9, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

8 marzo: 15 anni di servizio civile al femminile

Avs_caritasLo scorso giovedì al Quirinale si sono festeggiati i 15 anni dalla sua istituzione. Ma da quando è nato il servizio civile volontario, 2 su 3 di chi lo ha scelto sono donne, e se questa esperienza è cresciuta in questi anni si può ben dire che il merito è stato innanzitutto loro. Buona Festa della donna e buon 8 marzo a tutte le volontarie!

marzo 8, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, RiPassi di servizio civile, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Mattarella per il 15° del servizio civile: "luogo concreto di protagonismo dei giovani"

IMG_1187Ieri il servizio civile nazionale ha celebrato 15 anni dalla promulgazione della legge 64/2001, con cui è stato costituito. Giovedì scorso l'incontro al Palazzo del Quirinale con Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Un ritorno per quest’ultimo, che all’epoca dell’approvazione della legge 64/2001 era Ministro della Difesa. L’incontro si è svolto nella Sala dei Corazzieri, alla presenza di circa 200 giovani in servizio civile, accompagnati dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti, dal Sottosegretario di Stato Luigi Bobba, e dal Presidente della Consulta Nazionale per il Servizio Civile Giovanni Bastianini insieme ad altri rappresentanti istituzionali, a quelli di vari enti nazionali e regionali. «Il servizio civile ha una lunga storia – ha esordito Mattarella nel suo discorso che ha concluso l’incontro– che affonda le radici nei valori della pace e della solidarietà, e che ha contribuito a formare coscienze e senso civico di diverse generazioni di giovani». Per il Presidente della Repubblica esso «è – e può esserlo sempre di più – un luogo concreto di protagonismo dei giovani, dove matura la loro piena cittadinanza, intesa come diritti e come doveri, e dove possono crescere le loro opportunità». «Il servizio civile è un ponte – ha proseguito Mattarella -. Abbiamo bisogno di ponti, non di barriere» e per questo auspica che gli stanziamenti crescenti del Governo indichino «una tendenza che si possa sviluppare ancor di più in futuro». Da ultimo il Presidente Mattarella è tornato sulla proposta di servizio civile europeo, definendolo «un progetto ambizioso e giusto. O l’Europa è una società solidale oppure non è. O l’Europa è capace di dare ai propri giovani un traguardo più avanzato oppure rischia di mortificare i suoi giovani».

marzo 7, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, RiPassi di servizio civile, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, domani incontro al Quirinale con Presidente Mattarella

QuirinaleSi svolgerà domani pomeriggio alle 18:15 presso il palazzo del Quirinale il primo incontro del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, con circa 200 giovani volontari in occasione dei 15 anni dell’istituzione del Servizio Civile Nazionale il 6 marzo del 2001 (legge n. 64). «L’appuntamento, promosso dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, costituirà l’occasione per presentare il bilancio delle attività realizzate e i risultati ottenuti fino ad oggi e anche per illustrare le prospettive per il futuro», spiega una nota stampa.

Saranno presenti all’incontro il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti, il Sottosegretario di Stato Luigi Bobba, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Claudio De Vincenti nonché altre personalità istituzionali e il Presidente della Consulta Nazionale per il Servizio Civile. Alcuni volontari di SCN racconteranno al Presidente della Repubblica la loro esperienza di servizio civile. Tra questi ci sarà anche Dost Mohammad (20 anni, Afghanistan) che sta svolgendo il suo anno di volontariato presso Salesiani per il Sociale – Federazione SCS/CNOS partecipando al progetto “Rifugiati: una casa per ripartire”. Durante l’incontro sarà presentato, in anteprima, il nuovo spot del Servizio civile nazionale per la campagna istituzionale Bando 2016, realizzato in collaborazione con il Dipartimento dell’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

marzo 2, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, RiPassi di servizio civile, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

#riPassi, papa Giovanni Paolo II: "Servizio civile un segno dei tempi"

Papa_Giovanni_PaoloII«L'apertura del servizio civile alle donne e il passaggio ad un servizio militare libero hanno moltiplicato le opportunità d'impiego di volontari in Italia e in altri Paesi, specialmente del Terzo Mondo. Penso, tra l'altro, al progetto di istituire corpi civili di pace in ambito europeo e mondiale con modalità di formazione e di crescita più incisive». Sono le parole di Papa pronunciate in occasione di un’udienza.

«Si potrebbe dire – ha detto papa Giovanni Paolo II - che il servizio civile costituisce, nell'attuale momento storico, un "segno dei tempi". Anche la Chiesa intende fare spazio a questa preziosa riserva di energie, collaborando con le Istituzioni civili alla ridefinizione del quadro giuridico entro cui dar vita al nuovo servizio civile. Per tale ragione, i Vescovi hanno voluto ribadirne alcune importanti coordinate, quali la formazione della persona, la scelta preferenziale per i poveri e gli emarginati, la diversificazione delle proposte secondo gli interessi e le attese dei giovani, il rilancio del servizio civile quale contributo al bene comune, l'attenzione alle situazioni locali e a quelle dei Paesi emergenti o segnati dalla guerra».

marzo 1, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Libri e siti utili, RiPassi di servizio civile, Storia del SC, Udienza con il Papa | Permalink | Commenti (0)

Bobba: "riforma del servizio civile per l'estate"

SCUP_Trento_feb2016«Penso che il via libera alla riforma sul servizio civile nazionale sarà per l'estate, ora in commissione stiamo risolvendo il nodo della delega al terzo settore. Quindi il servizio civile diventerà universale uscendo dalla rigidità dell'anno obbligatorio, diventando flessibile dai 3 ai 12 mesi e rivolto a tutti i giovani che ne vogliano usufruire, introducendo anche altri attori che non siano solo pubblici, come le fondazioni bancarie». Lo ha dichiarato venerdì scorso a Trento il Sottosegretario al Ministero del lavoro e delle politiche sociali con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, intervenendo all'incontro "Il modello trentino del Servizio civile universale". «La traiettoria tracciata in Trentino - ha aggiunto Bobba - è un'esperienza importante che delinea quello che vogliamo fare a livello nazionale. Dobbiamo investire nel servizio civile in quanto occasione per costruire il percorso di vita, puntando su flessibilità ed esperienza di formazione professionale attraverso la certificazione delle competenze». «L'incontro – ha aggiunto l'Assessora alle politiche giovanili Sara Ferrari – è un momento di confronto e l'occasione per scambiarsi buone pratiche. Siamo soddisfatti del nuovo modello di servizio civile che stiamo sperimentando da un anno. I risultati sono confortanti. Quello che proponiamo ai nostri giovani è un'esperienza lavorativa e formativa insieme. Mantiene però la caratteristica di essere un'occasione di cittadinanza attiva e opportunità per i giovani per conoscere se stessi e avere l occasione di capire quali sono le vere competenze».

febbraio 22, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Veneto: Coordinamento enti e volontari servizio civile, nuovo portavoce e segretaria

Csev12022016In CSEV, il Coordinamento spontaneo enti e volontari del servizio civile del Veneto, dopo due anni si è concluso nei giorni scorsi l’incarico di Lorena Gobbi e Daria Zanocco, rispettivamente segretaria e portavoce. «Nel corso dell’incontro del 12 febbraio - segnala una nota stampa - , i rappresentanti degli enti hanno eletto la nuova guida del coordinamento: Niccolò Gennaro sarà portavoce, mentre a Grazia Tretola va l’incarico di segreteria». «Daria Zanocco, responsabile di Servizio civile della Casa di Riposo di Noventa Padovana, e Lorena Gobbi, responsabile presso il Consorzio Veneto Insieme, - prosegue la nota - hanno guidato il CSEV dalla sua nascita: si sono assunte il non facile incarico di costruire di fatto un modello organizzativo e di relazioni istituzionali. I loro successori sono accomunati dalla giovane età e da un’esperienza diretta in questo ambito, avendo svolto entrambi il Servizio civile nazionale». Niccolò Gennaro, 31 anni, ha prestato servizio nel 2011 in una cooperativa sociale ed è stato rappresentante regionale dei volontari in Servizio civile nazionale. Oggi è responsabile del Servizio civile nell’associazione Khorakanè di Abano Terme. Grazia Tretola ha svolto l’anno di Servizio civile nazionale nel 2010 all’Università di Padova, ente in cui oggi è impiegata proprio nello staff che gestisce i progetti di Servizio civile.

febbraio 19, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

"Un'altra difesa è possibile", la proposta di legge arriva in Parlamento

Ca3MhWsWAAAQAEy.jpg-largeSi è svolta ieri pomeriggio alla Camera dei Deputati la conferenza stampa di presentazione della proposta di Legge per l’istituzione ed il finanziamento del Dipartimento della Difesa civile non armata e nonviolenta, che costituisce uno dei punti di forza della Campagna “Un’altra difesa è possibile”, sostenuta dalle 6 Reti promotrici (Conferenza nazionale Enti di Servizio Civile, Forum Nazionale Servizio Civile, Rete della Pace, Rete italiana disarmo, Sbilanciamoci!, Tavolo interventi civili di pace). La proposta di legge è ora arrivata nel Parlamento italiano sia con la forma di legge di iniziativa popolare sottoscritta da 53.000 cittadini, sia grazie all’iniziativa di sei deputati (Marcon di Sinistra italiana, Zanin del Partito Democratico, Basilio del Movimento 5 Stelle, Sberna del Centro democratico, Artini di Alternativa libera e Civati di Possibile) che hanno presentato lo stesso testo (Pdl n. 3484), rendendo possibile un sollecito avvio dell’iter istituzionale. «Spetta ora ai partiti, ai gruppi parlamentari, ai singoli deputati il compito di discutere e votare, prima in Commissione (il testo è stato già assegnato alle Commissioni Affari Costituzionali e Difesa) e poi in Aula, l’istituzione del Dipartimento per la Difesa civile, con pari dignità della difesa militare», spiegano i promotori della Campagna.

febbraio 11, 2016 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Storia del SC, Video | Permalink | Commenti (0)

"Messaggero di Sant'Antonio", servizio civile come scuola di cittadinanza

Messaggero_feb2016Nel numero di febbraio del "Messaggero di sant'Antonio" un ampio articolo dal titolo di Alberto Friso "Servizio civile, scuola di cittadinanza"  fa il punto sulla situazione del servizio civile nazionale, a 15 anni dalla sua istituzione. Nel testo sono riportate anche le interviste a Licio Palazzini, Presidente della CNESC, e ad Elena Marta, ordinaria di Psicologia sociale e di comunità alla Cattolica di Milano, curatrice di alcune ricerche proprio sul servizio civile.

febbraio 4, 2016 nella Esperienze, Libri e siti utili, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, ecco le novità del 2016 per IlSole24Ore

L'incremento delle risorse, il debutto dei Corpi civili di pace, i progetti straordinari legati al Giubileo e la Riforma del Terzo settore e del Servizio Civile Universale. Sono queste, in un articolo di Elio Silva pubblicato ieri, le principali novità del servizio civile per il 2016 secondo "Il Sole24Ore". Leggi tutto l'articolo qui in PDF.

febbraio 2, 2016 nella Bando nazionale, Esperienze, Normativa e progetti, Riforma SC, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Bando servizio civile Giubileo, lunedì alle 14:00 scadenza candidature

Giubileo_volontariTermina lunedì 25 gennaio prossimo alle 14:00 il secondo Bando nazionale volontari per la selezione di 114 giovani da impiegare in progetti di servizio civile legati al Giubileo straordinario della Misericordia. La candidatura è possibile per tutti i giovani dai 18 ai 29 anni non compiuti al momento della presentazione della domanda, che non abbiano svolto o non stia svolgendo già servizio civile, sia cittadini dell’Unione europea, che cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia. Caritas Italiana vede finanziati 2 progetti, per un totale di 27 posti, uno proposto insieme all'Azione Cattolica Italiana e l'altro dalla Caritas diocesana di Roma. Maggiori informazioni a questo link.

gennaio 23, 2016 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Emilia-Romagna: approvato Piano di Programmazione triennale del Servizio Civile

Logo_Regione_Emilia_RomagnaLa Giunta regionale dell'Emilia-Romagna ha approvato il Piano di Programmazione triennale del Servizio Civile, valido per il triennio 2016-2018 e che prevede un investimento complessivo di 600mila euro, che andrà a breve al vaglio dell’Assemblea legislativa. «Con la stesura del Piano - spiega una nota stampa -, la Regione vuole offrire una visione di medio-lungo periodo sull’intero panorama delle iniziative di Servizio civile, sulle sue caratteristiche, i suoi destinatari e le sue potenzialità di ulteriore sviluppo. Il documento, oltre a presentare il quadro di insieme sull’andamento dei posti finanziati e delle domande presentate e accolte, fissa le linee guida per la formulazione e gestione dei progetti, pur lasciando elevata autonomia agli enti promotori, e per il monitoraggio e la valutazione delle attività in termini di efficacia e capacità di incidere e di includere rispetto all’universo giovanile coinvolto».

«Un altro obiettivo del primo anno di mandato è stato finalmente realizzato. Abbiamo approvato nella seduta di Giunta dell’11 gennaio scorso – ha commentato Elisabetta Gualmini, vicepresidente della Regione e assessore al Welfare e alle Politiche abitative -, il primo Piano di programmazione triennale del servizio civile in Emilia-Romagna, un documento atteso sin dalla legge regionale del 2003». «Si tratta – ha spiegato ancora Gualmini - di un importante obiettivo per almeno tre motivi: primo, da qui in avanti presenteremo con molta trasparenza e massima chiarezza le priorità annuali del servizio civile e le risorse dedicate; secondo, intendiamo promuovere con iniziative periodiche e il ‘Celebration day’, istituito ogni anno nel mese di dicembre, una grande partecipazione dei giovani e dei minori a queste esperienze di solidarietà e di cittadinanza civile. Terzo, desideriamo estendere maggiormente il numero dei settori coinvolti nelle iniziative di servizio civile, oggi in particolare l'assistenza sociale e la promozione culturale, domani, speriamo, in ambiti ancora più variegati».

gennaio 19, 2016 nella Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)