sito ufficiale tavolo ecclesiale servizio civile

Servizio civile: enti preoccupati per basso numero di domande al Bando

ContoallarovescIAA meno di una settimana dalla scadenza del Bando nazionale di servizio civile da 47.529 posti, prevista per il prossimo 26 giugno, secondo le dichiarazioni raccolte da "Redattore Sociale" torna a riaffacciarsi la paura della scarsità di domande da parte dei giovani. «Vari enti di servizio civile - riporta l'articolo - stanno infatti segnalando in questi giorni un numero di candidature molto basso e in linea con quelle dello scorso anno, quando il Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale dovette procrastinare la scadenza del Bando. Quest’anno poi la situazione deve tener conto di un numero molto più ampio di posti da coprire, salito di oltre il 35% rispetto al bando volontari 2016». Nonostante l’impegno del Dipartimento, attivo da inizio giugno in una Campagna istituzionale che passa anche da un nuovo spot e da nuovo sito, l’allarme è generalizzato e arriva da tutta Italia, riguardando anche i progetti all’estero che notoriamente hanno un numero di richieste più alto della media, visto l’interesse che suscitano e la minor disponibilità di posti. «Lo scorso anno le richieste si impennarono proprio negli ultimi giorni – dice a Redattore Sociale Primo Di Blasio, Coordinatore dei progetti all’Estero della FOCSIV -, ma ad oggi le candidature arrivate coprono in media il 50% dei nostri posti disponibili per l’estero, e dai nostri partner sul territorio più di qualcuno ha già manifestato preoccupazione». «Continua a non aiutare il periodo a cavallo tra gli esami di maturità per i più giovani e delle sessioni estive di quelli universitari per i più grandi – aggiunge Marco Morandi, del Coordinamento provinciale enti di servizio civile di Modena -. Ai nostri appuntamenti informativi c’è sempre un discreto numero di giovani, ma non sappiamo se questo si tradurrà negli ultimi giorni in una manifestazione di interesse concreto. Ad oggi abbiamo candidature per appena la metà dei posti messi a bando». Stessa soglia per ora raggiunta da Nord e a Sud, come ci confermano a voce i responsabili territoriali di Confcooperative del Piemonte e del CESV Lazio. [Fonte: Redattore Sociale]

giugno 21, 2017 nella Bando nazionale, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, arriva un sito per promuovere il bando nazionale

IoscelgoserviziocivileSi chiama “Scelgo il servizio civile”(http://www.scelgoilserviziocivile.it) ed è il nuovo sito di informazioni sul Servizio civile nazionale lanciato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale per promuovere il Bando nazionale da oltre 47mila posti che scade il prossimo 26 giugno. La nuova piattaforma multimediale, che si affianca a quella istituzionale, è pensata per rivolgersi direttamente ai giovani interessati a diventare volontari e presenta il servizio civile nazionale attraverso dati, infografiche, un archivio esplorabile di materiali utili e la voce dei volontari che lo hanno già svolto. «L’idea del sito - secondo quanto riferisce "Redattore Sociale" - nasce per rendere la comunicazione del servizio civile verso i giovani, soprattutto nel periodo dei bandi volontari, più “smart” e diretta, utilizzando anche i canali social. Forte in questo senso l’integrazione con gli strumenti social già attivati da tempo, a partire dalla pagina Facebook, Twitter, Youtube, e Flickr per le foto. Il nuovo sito inoltre invita tutti ad usare l’hashtag #Serviziocivile per condividere sui social foto e contenuti sul Servizio Civile Nazionale e sulla propria esperienza». [Fonte: Redattore Sociale]

giugno 19, 2017 nella Bando nazionale, Esperienze, Idee, Libri e siti utili, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

La riforma del servizio civile sul SIR. In Consulta gruppi di lavoro su attuazione

L'Agenzia SIR dedica un approfondimento alla recente riforma del servizio civile "universale", avviata con la legge 106/2016 ed in via di attuazione dopo l'entrata in vigore lo scorso 18 aprile del Decreto legislativo n. 40/2017. Intanto il prossimo 19 giugno torna a riunirsi la Consulta nazionale del servizio civile, che ha al suo ordine del giorno anche le proposte gruppi di lavoro per l’attuazione della riforma.

giugno 15, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Normativa e progetti, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Oggi a Roma infoday servizio civile Rete Caschi Bianchi

Oggi dalle 11 alle 13 a Roma (Via di S. Francesco di Sales, 18) infoday della rete Caschi Bianchi che presenta i 421 posti di servizio civile all'estero, inseriti nei progetti presentati dalle singole associazioni aderenti.

IncontroReteCb2017

giugno 13, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

40 anni di obiezione di coscienza e di servizio civile in Caritas

Obiettori_CaritasIl 10 giugno 1977, 40 anni fa, Caritas Italiana firmava la convenzione con il Ministero della Difesa per la gestione dei suoi primi obiettori di coscienza al servizio militare, che entreranno in servizio il successivo 15 settembre. Da allora sono stati quasi 100.000 i giovani obiettori in servizio civile nelle Caritas diocesane, cui si aggiungono dal 2001 oltre 10.000 ragazzi e ragazze del nuovo servizio civile nazionale. Caritas sul suo sito ripercorre i primi passi di questa storia, con documenti e testimonianze dei protagonisti dell'epoca, tra cui mons. Giovanni Nervo e mons. Giuseppe Pasini.

giugno 12, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile: le campagne istituzionali dal 2001 raccolte in un video

Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale continua la sua campagna comunicativa in coincidenza con l'uscita del nuovo Bando nazionale volontari. Dopo il nuovo spot sul Servizio civile, diffusa sui canali televisivi e radiofonici della RAI dallo scorso 6 giugno e per tutta la durata del Bando, in questo video è possibile rivedere una raccolta delle Campagne Istituzionali relative ai Bandi Volontari dal 2001 al 2015.

giugno 9, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Libri e siti utili, Storia del SC, Video | Permalink | Commenti (0)

Bobba incontra volontari Corpi civili di Pace. "A breve nuovo bando progettazione"

DSC_1039Questa mattina l’on. Luigi Bobba, Sottosegretario al Lavoro e alle politiche sociali con delega al servizio civile, ha portato il suo saluto agli 81 volontari dei Corpi Civili di Pace che stanno partecipando al corso di formazione iniziale. Il corso è organizzato congiuntamente da 8 dei 9 enti che realizzano i progetti finanziati col Bando volontari CCP dello scorso 30 dicembre e che si realizzeranno per la maggior parte di essi all’estero (dalle Filippine al Perù, dalla Guinea Bissau al Kosovo, dalla Bolivia al Libano). Gli 8 enti sono: Cesc-Project, Fondazione Avsi, Arci Servizio Civile, Federazione SCS/CNOS Salesiani, Caritas Italiana, Focsiv, Università di Bari, Focus-Casa dei diritti sociali. Nel suo saluto, il Sottosegretario ha ripercorso le tappe che hanno portato all’avvio dei progetti, avvenuto lunedì 5 giugno, a partire dall’approvazione, durante la discussione alla Camera della legge di bilancio del 2014, dell’emendamento dell’on. Marcon che stanziò 9 milioni di euro per un contingente di 500 giovani volontari nei Corpi Civili di Pace. L’on. Bobba ha ricordato che il primo bando della sperimentazione ha riguardato i primi 102 volontari e che presto verrà lanciato il secondo bando per gli enti che potranno presentare progetti per i restanti 398 posti. Al termine dell’incontro, al Sottosegretario è stata consegnata la “maglietta dei CCP” e gli Enti lo hanno invitato a visitare, nei prossimi mesi, alcuni dei progetti all’estero.

giugno 7, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Europa, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile: in onda sulle reti RAI il nuovo spot istituzionale

È in onda da oggi la campagna relativa al nuovo spot sul Servizio civile, diffusa sui canali televisivi e radiofonici della RAI. Il nuovo spot riprende l'idea vincitrice del concorso "Realizzazione video per campagna istituzionale SCN 2017", promosso dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale lo scorso anno.

giugno 6, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Storia del SC, Video | Permalink | Commenti (0)

Bobba: grazie a disponibilità Governo partiranno tutti i progetti di servizio civile presentati

IMG-20170602-WA0000Sul sito della Camera dei Deputati è possibile rivedere per intero l'incontro "Servizio civile - Giovani per un'Italia solidale", con gli interventi della Presidente della Camera dei Deputati, on. Laura Boldrini, di alcuni volontari in servizio civile, del Presidente della Consulta nazionale, Giovanni Bastianini, e del Sottosegretario con delega, on. Luigi Bobba, che ha annunciato che grazie all'interessamento della Sottosegretaria Maria Elena Boschi, sono stati stanziati dei fondi aggiuntivi che permetteranno di finanziare "tutti i progetti di servizio civile per circa 1.000 giovani in più".

giugno 5, 2017 nella Appuntamenti, Bando nazionale, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Seminario Lumsa-IARD su servizio civile. Bobba: ecco priorità attuazione riforma

Bobba_Lumsa«Il lavoro di ricerca ed approfondimento è importante in questa fase di sviluppo della riforma del servizio civile universale, finalizzato all'attuazione della legge». Lo ha sottolineato venerdì mattina a Roma il Sottosegretario con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, concludendo il Seminario "Il nuovo volto del Servizio Civile universale. Le prospettive e il contributo della ricerca". L’iniziativa - organizzata congiuntamente dai Dipartimenti di Scienze Umane e Giurisprudenza dell'Università LUMSA - è stata realizzata in collaborazione con l'Istituto IARD, dal 1961 riferimento nazionale per la ricerca sui giovani, cui la LUMSA afferisce insieme all’Università di Parma, di Milano-Bicocca, di Trento e l’Università Federico II di Napoli. «È il primo momento di confronto specifico che LUMSA attiva nell’area di ricerca della partecipazione giovani», ha ricordato la professoressa Donatella Pacelli, che ha aperto il Seminario. «La realtà del giovane in movimento è la realtà di una intera società – ha proseguito -, per questo occorre andare oltre le categorie e pensare che i loro problemi siano quelli di tutti. Il servizio civile in questo senso è uno spazio elettivo di confronto ed integrazione degli studi». Il Sottosegretario ha poi aggiunto nel suo intervento tre priorità di azione per i prossimi mesi: "aggiornare i meccanismi delle selezioni ed aumentare il coinvolgimento di giovani svantaggiati, con un meccanismo premiante per gli enti che si attivano in questo senso”, sperimentare la proposta “dell’esperienza di tre mesi all’estero a fine progetto insieme a quella dei tirocini”, e infine “sviluppare l’accordo con il Ministero degli Interni per dei progetti di servizio civile dentro un prossimo bando ordinario con il coinvolgimento di giovani destinatari di protezione internazionale o umanitario”. Per Bobba sarà importante anche avviare nei prossimi mesi un confronto con le Regioni e le Province Autonome, che hanno delle proprie leggi di servizio civile regionale, “per una cooperazione virtuosa sia dentro il servizio civile universale che nell’ambito delle loro leggi regionali”. [Fonte: Redattore Sociale]

maggio 29, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Piccola guida al Bando nazionale di servizio civile 2017

Banner_guida_bando2017Dopo l'uscita ieri del nuovo Bando nazionale di servizio civile 2017, pubblichiamo rivista ed aggiornata una piccola Guida per coloro che sono interessati a candidarsi. Tra informazioni utili, consigli, suggerimenti pratici e qualche curiosità, la Guida è pensata per accompagnare i giovani dai primi momenti della scelta del progetto fino alla compilazione della domanda, che va consegnata entro le ore 14:00 del 26 giugno prossimo. Scarica e leggi la Guida aggiornata al bando volontari 2017 [PDF], segnalaci eventuali refusi o errori, e torna a trovarci per i prossimi aggiornamenti.

maggio 25, 2017 nella Bando nazionale, Esperienze, Libri e siti utili, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Il nuovo Servizio civile universale: se ne parla in un seminario LUMSA - IARD

Convegno_LUMSASi svolgerà domani 26 maggio, dalle 9:00 alle 13:00 a Roma (Piazza delle Vaschette) il Seminario dal titolo "Il nuovo volto del Servizio Civile universale. Le prospettive e il contributo della ricerca". L’iniziativa - organizzata congiuntamente dai Dipartimenti di Scienze Umane e Giurisprudenza dell'Università LUMSA - è realizzata in collaborazione con l'Istituto IARD, dal 1961 riferimento nazionale per la ricerca sui giovani, cui la LUMSA afferisce. «Alla luce della recente riforma del Servizio civile universale - scrivono i promotori -, l'evento si propone di mettere a confronto esperti del mondo accademico, delle istituzioni e della società civile al fine di individuare nuove chiavi di lettura e possibili prospettive di sviluppo". Tra i relatori del Seminario, cui sarà presente il Sottosegretario con delega, on. Luigi Bobba, anche Luigi Coluccino (Rappresentanza nazionale giovani in servizio civile), Eduardo De Crescenzo (AGCI), Licio Palazzini (Presidente CNESC), Paolo Paroni (Rete ITER), Mario Pollo (LUMSA), Lello Savonardo (Università di Napoli Federico II) e altri esponenti del mondo dell’impresa, della formazione e della società civile. Leggi qui il programma dettagliato [PDF].

maggio 25, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Idee, Libri e siti utili, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Volontariato e servizio civile alla Biblioteca nazionale di Roma, arriva interrogazione a Ministro Franceschini

Si svolgerà domani alla Camera un "question time" (Diretta Rai ore 15-16), proposto dagli onorevoli Marcon e Fassina (SI), che interrogheranno il Ministro dei Beni Culturali, Franceschini, sulla vicenda dei cosiddetti "scontrinisti" che ha lambito anche il tema del servizio civile. Tutto nasce da una denuncia via Facebook di 8 collaboratori dell'associazione A.V.A.C.A. (Associazione Volontari Attività Culturali e Ambientali), che attraverso una convenzione con il Ministero dei Beni Culturali e la Biblioteca Nazionale, gestisce mediante una ventina di persone “volontarie” attività di vigilanza agli accessi, di servizio accoglienza, di ufficio prestito, di distribuzione del materiale librario nelle sale di lettura, e di servizi di magazzino e in altri uffici. «Ci hanno chiamato 'scontrinisti' - scrivono -, veniamo cioè pagati dall'associazione A.V.A.C.A. solo previa presentazione di scontrini di tipo alimentare, che siamo obbligati a consegnare ogni mese in cambio di un assegno di 400 euro mensili. Per farci lavorare, l'associazione, presieduta da Gaetano Rastelli (componente del Coordinamento Generale FLP BAC, che ha replicato alle accuse, ndr.), ci fa pagare una tessera annua di 25 euro, che ci rende soci dell'associazione e ci dà diritto al rimborso spese, che, in realtà, dovrebbe essere il nostro stipendio: sì, perché non siamo riconosciuti come lavoratori effettivi, ma come dei volontari retribuiti, che hanno solo diritto ad un magro rimborso spese. Siamo, però, inseriti nel registro dei turni del personale della biblioteca per lo svolgimento di diverse mansioni».

I "volontari" denunciano anche la possibilità di essere sostituiti dai giovani in servizio civile che arriveranno dal Bando, scaduto lo scorso 10 febbraio, per 1.000 volontari dai 18 ai 28 anni da avviare in 116 progetti autofinanziati dal Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo. «Per la sede della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma - ricorda un articolo di "Redattore Sociale" - sono stati messi a bando 20 posti, senza rimborso di vitto e alloggio, con compiti che vanno dalla "ricezione, smistamento e prima descrizione del materiale pervenuto per deposito legale" all'inventariazione, alla "collocazione e movimentazione del materiale in magazzino", e al "supporto alle attività di digitalizzazione". Dai dati reperibili sul sito del MIBACT le domande per i 20 posti della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma sono state 244: 60 i candidati ammessi ai colloqui di selezione, che si sono svolti tra il 10 e il 12 maggio scorso» [Fonte: Redattore Sociale].

maggio 23, 2017 nella Esperienze, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

2 giugno: Montecitorio torna ad aprirsi ai giovani del servizio civile ed Erasmus+

MontecitorioIl prossimo 2 giugno, Festa della Repubblica, Montecitorio tornerà ad aprirsi, su invito della Presidente della Camera, on. Laura Boldrini, alle ragazze e ai ragazzi "che hanno deciso di partecipare alla vita del Paese" svolgendo attività presso enti o organizzazioni pubbliche o private tramite il servizio civile nazionale, del quale sono attesi circa 400 volontari, e il Programma Erasmus+. L'evento a Montecitorio inizierà alle ore 15.00 e terminerà alle ore 16.30 circa.

maggio 19, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio Civile: Regione Lazio approva legge regionale

18485392_10213055657493965_8951288120211078873_nIl Consiglio regionale del Lazio ha dato via libera ieri all’unanimità alla proposta di legge che istituisce il Servizio civile regionale, aggiungendo la Regione alle altre 13, più le Province autonome di Trento e Bolzano, che hanno legiferato in materia. “Benvenuta Regione Lazio nel club del Servizio Civile. Stato e Regioni insieme e in modi diversi possono realizzare #serviziocivileuniversale”, ha twittato ieri il serata il Sottosegretario con delega al servizio civile, Luigi Bobba. Positivi i commenti dell'’Assessore regionale alle Politiche sociali, sicurezza e sport, Rita Visini, e della consigliera regionale PD e promotrice della Legge, Cristiana Avenali.

maggio 18, 2017 nella Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

In ricordo del prof. Antonio Papisca

PapiscaE' morto nella mattina di martedì 16 maggio ad 80 anni Antonio Papisca, professore emerito dell'Università di Padova dove ha insegnato Tutela internazionale dei diritti umani e Organizzazione internazionale dei diritti umani e della pace nella Facoltà di Scienze politiche. Papisca era stato preside di facoltà a Scienze politiche dal 1980 al 1983 e fondatore nel 1982 del Centro di studi e di formazione sui diritti della persona e dei popoli. Il 4 aprile scorso era stato a Roma tra i relatori principali del primo Corso di formazione dei formatori degli Enti che partecipano alla sperimentazione dei Corpi civili di pace.

maggio 17, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Ministra Pinotti riapre dibattito su servizio civile obbligatorio

Roberta-pinottiLe parole della Ministra della Difesa, Roberta Pinotti, domenica a Treviso durante l’annuale Adunata nazionale degli Alpini, hanno riaperto il dibattito sul ritorno della leva obbligatoria in Italia e sul servizio civile obbligatorio. Una leva, ha specificato la Ministra, «non più solo nelle forze armate ma con un servizio civile che divenga allargato a tutti». «Da un lato, per le missioni internazionali - ha osservato l’on. Pinotti - abbiamo bisogno di militari professionalmente preparati e qui la leva obbligatoria non sarebbe lo strumento più idoneo. Ma l'idea di riproporre a tutti i giovani e alle giovani di questo paese un momento unificante, non più solo nelle forze armate ma con un servizio civile che divenga allargato a tutti ed in cui i giovani possono scegliere dove meglio esercitarlo è un filone di ragionamento che dobbiamo cominciare ad avere». Con un tweet in serata la Ministra della Difesa ha precisato il suo pensiero: “Non ho parlato di leva obbligatoria, ma di un progetto degli alpini per coinvolgere i giovani al servizio civile universale”. Sulla stessa scia il collega di Governo della Ministra Pinotti, il Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, on. Luigi Bobba, che sempre via Twitter ha dichiarato: «Il servizio civile deve restare volontario. Via dell'obbligo invocata da destra e sinistra è scorciatoia. Avanti con Servizio civile universale e volontario. Nuove risorse per rispondere SI' a tutti giovani che lo chiedono».

La CNESC (Conferenza Nazionale Enti di Servizio Civile) in una nota stampa ha ringraziato «la Ministra Pinotti per aver sollecitato l’ampliamento del servizio civile a tutti i giovani che vogliono farlo. In questi 15 anni di SCN solo 400.000 giovani, sul milione che ha fatto domanda, hanno potuto svolgerlo a causa della carenza di fondi messi a disposizione: Un giovane costa allo Stato per un anno di servizio 5.300,00 euro». «La risposta dovrebbe arrivare – precisa l’Associazione di enti - mediante l’attuazione del Servizio Civile Universale, il cui decreto è stato appena licenziato, su base volontaria. Ci sono invece minacce che spingono al ritorno alla leva obbligatoria, civile e militare? Sarebbe bene conoscerle e discuterne”. “Chiarita la posizione su obbligo o volontarietà, accogliamo pienamente la sfida di rendere complementari il servizio civile e quello militare, per una comune difesa Della Patria. Una delle finalità del SCU è proprio la difesa civile e non armata, assieme al dovere di partecipazione sociale e civica. E auspichiamo che proprio questo richiamo del Ministro della Difesa venga messo alla base della definizione della programmazione triennale, uno degli architravi della ambiziosa legge del Servizio Civile Universale», conclude la nota stampa. [Fonte: Redattore Sociale]

maggio 16, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Idee, Normativa e progetti, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Rappresentanza giovani servizio civile replica ad articolo La Stampa

La Rappresentanza nazionale dei giovani in servizio civile ha replicato oggi con un comunicato all'articolo de "La Stampa" pubblicato lunedì scorso dal titolo "Il servizio civile rifugio per i giovani disoccupati". «Intendiamo innanzitutto discostarci da questa definizione impropria e fuorviante del Servizio Civile. I titoli iperbolici dei giornali sono un’arma a doppio taglio, spesso tendono a sacrificare il senso e il valore, ma noi siamo convinti che il Servizio Civile non può e non deve essere confuso con un lavoro», scrivono i Rappresentanti nazionali, per i quali il servizio de “La Stampa” "sebbene offra un quadro ampio e dettagliato", «presenta tuttavia un montaggio non accurato che rende necessario chiarire alcuni dei punti che vengono trattati nell’articolo, nonché segnaliamo un’inadeguata terminologia usata più vicina ai temi delle politiche per il lavoro». Leggi qui tutto il comunicato stampa [PDF].

maggio 12, 2017 nella Esperienze, Giovani e rappresentanza, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Su TG2000 una presentazione del nuovo servizio civile universale

Nel TG2000 delle 18.30 di ieri 8 maggio è andato in onda il servizio di Silvio Vitelli sul nuovo servizio civile universale. «Una esperienza formativa - si legge nella presentazione -, frutto di una scelta consapevole. Ma per la maggior parte di loro, la scelta del servizio civile diventa anche un'occasione concreta per trovare una occupazione».

maggio 9, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Riforma SC, Storia del SC, Video | Permalink | Commenti (0)

Il servizio civile su "la Stampa", il commento del sottosegretario Bobba e Palazzini (CNESC)

Sc"La Stampa" di oggi pubblica un reportage di Giacomo Galeazzi sul servizio civile nazionale, ampio e tutto da leggere, con varie interviste e dati, dal titolo "Il servizio civile rifugio per i giovani disoccupati". «Titolo pessimo e fuorviante, servizio giornalistico invece accurato e completo», ha commentato su Facebook il Sottosegretario con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba. L'articolo è stato apprezzato anche da Licio Palazzini, Presidente della CNESC, che in una nota stampa ha dichiarato: «l’ottimo servizio de La Stampa sul servizio civile offre molti dati e argomenti di riflessione». «In effetti - continua Palazzini - le considerazioni dei giovani e dei professori intervistati offrono un quadro molto più ricco dei titoli che restringono il focus al rapporto fra servizio civile e lavoro. Ci riconosciamo nelle considerazioni della prof.ssa Saraceno sulla priorità che le istituzioni dovrebbero dare alla “scelta di partecipazione civile alla costruzione del bene comune” e "di educazione alla pace", aggiungiamo noi».

Per il Presidente CNESC però «colpisce come new entry fra le possibili distorsioni del servizio civile, la funzione di sostegno agli enti locali, oggetto di tagli alle piante organiche. “Per il comune è una risorsa preziosa in termini di forza lavoro (+10), visto che oggi i nostri impiegati sono 500 e nel 2000 erano 900” così nell’articolo afferma il sindaco di Arezzo. Siamo certi che ANCI Nazionale e il Sottosegretario Bobba chiariranno questa distorsione. Per quello che ci compete chiederemo il rispetto del divieto di impiego del servizio civile per sostituire posizioni lavorative previste da piante organiche o disposizioni di legge, sia nel Servizio Civile Nazionale che nel Servizio Civile Universale». «Infine, è curiosa l’assenza, fra le voci sentite, di quella delle organizzazioni che propongono le attività e accolgono i giovani, come se il servizio civile non si reggesse su una infrastruttura complessa di organizzazioni, che lo cofinanziano», conclude Palazzini.

maggio 8, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Libri e siti utili, Normativa e progetti, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

In ricordo di mons. Diego Bona

Diego_BonaÈ scomparso sabato 29 aprile scorso mons. Diego Natale Bona, vescovo emerito di Saluzzo e dal 1994 al 2002 Presidente nazionale del movimento Pax Christi, succedendo a don Tonino Bello. Lo ricorda in questo articolo don Tonio Dell'Olio. Mons. Bona, che è stato anche Vescovo delegato per la Carità del Lazio e membro della Presidenza di Caritas Italiana, ne guidò nel 1993 la delegazione all'iniziativa "Mir Sada - Pace ora", la Marcia della pace verso Sarajevo in pieno conflitto balcanico (leggi qui il suo articolo). Inoltre il 15 dicembre 1990 ad Assisi presiede la Terza Conferenza Nazionale degli Obiettori della Caritas e il 5 novembre 1994 a Firenze, in qualità di Presidente di Pax Christi, celebra la messa conclusiva della Quinta Conferenza Nazionale degli Obiettori della Caritas.

maggio 8, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Forum P.A.: il 24 maggio colloquio con Sottosegretario Bobba su Servizio Civile Universale

Fpa17_ok-01-defSi svolgerà il prossimo 24 maggio dalle 11:30 alle 12:30, nell'ambito del Forum della Pubblica Amministrazione di Roma, l'incontro "Un'ora con... Luigi Bobba" dedicato in particolare al nuovo Servizio Civile Universale. «L’incontro, promosso dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, prende il nome di "#IoScelgo – scopri il servizio civile universale" e rientra nel format "Un’ora con..." : in sessanta minuti il racconto di ciò che è stato fatto finora sul Servizio Civile e tutto quello che cambierà con il decreto legislativo che lo istituisce e lo disciplina ma, soprattutto, le anticipazioni sul nuovo bando nazionale con le opportunità offerte dal Servizio Civile Universale, un focus anche sui linguaggi della rete e su come le nuove tecnologie possano intercettare in modo positivo l’interesse di tanti giovani attraverso una narrazione che aggrega community online», spiega una nota stampa.

Al talk prenderà parte il Sottosegretario di Stato presso il Ministero del lavoro e delle Politiche sociali on. Luigi Bobba, che illustrerà il futuro del Servizio Civile Nazionale con le nuove opportunità per i giovani. Saranno presenti inoltre Gianluca Callipo, Sindaco di Pizzo Calabro e Coordinatore Nazionale ANCI Giovani, il giornalista Francesco Spagnolo ed un referente del mondo social. Modererà l’incontro Giampaolo Colletti, giornalista storyteller, fondatore della job community wwworkers.it e autore del volume “Sei Un Genio! – la rivoluzione degli Artigeni dalle idee geniali” edito da Hoepli. «L’evento - spiega ancora la nota stampa - sarà scandito dalla narrazione fotografica delle social stories di giovani che hanno terminato il Servizio Civile e dalla visione dello spot realizzato con il contributo dei volontari che hanno partecipato al “concorso per la presentazione di uno spot televisivo e di un cortometraggio di promozione del servizio civile nazionale. Alcuni volontari testimonieranno la propria esperienza e al termine dell’incontro il sottosegretario on. Luigi Bobba risponderà alle domande della platea. È possibile intervenire anche virtualmente con quesiti o domande inviando un tweet con #IoScelgo».

maggio 5, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Veneto: proposta di legge per un servizio civile o militare obbligatorio

AlpiniMentre nel Lazio continua l'iter di discussione in Consiglio regionale della legge sul servizio civile, in Veneto è stato presentato ieri in Consiglio regionale, da parte dell’Assessore alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin, un progetto di legge statale con cui si promuove "l’istituzione del servizio civile o militare obbligatorio, quale modalità di difesa civile e militare dello Stato". «La scelta tra servizio civile o militare, prevista in maniera paritaria per gli uomini e le donne - spiega una nota della Regione -, verrà fatta da ciascun soggetto prima dello svolgimento del servizio, da assolversi nel periodo di tempo tra la maggiore età e il compimento dei ventotto anni compatibilmente con il percorso scolastico del cittadino, che non sarà in alcun modo posto in secondo piano». Se per la scelta del servizio militare si potranno valutare le diverse opportunità di ferma in vigore al momento dell'emanazione della legge, per quanto riguarda il servizio civile questo dovrà essere svolto presso le associazioni nazionali o locali accreditate di protezione civile. Il servizio civile o militare sarà svolto nel territorio della propria regione così da dare forza al territorio di appartenenza attraverso la messa a disposizione di energie umane che a quel territorio già appartengono e, relativamente al servizio di protezione civile, la formazione sarà programmata secondo modalità stabilite con deliberazione dalla Giunta regionale.

«Valorizzare le proprie radici geografiche – spiega l’Assessore Bottacin - significa anche dedicare un periodo della propria vita al territorio di appartenenza durante il quale svolgere forme di servizio civili o militari. In tal senso da sempre forte è l'esempio dei tantissimi Veneti che, tramite il loro volontariato, sono animati da spirito di solidarietà e legame al territorio e sono splendida dimostrazione di come si possa mettere a disposizione del prossimo il proprio tempo. Uno spirito incarnato magnificamente da gruppi come gli alpini, campioni da solidarietà e spesso primi soccorritori fin da quando nelle calamità naturali interveniva l'esercito, come successe nel disastro del Vajont. Oggi, per tali scopi e dando continuità a quello spirito, esiste la protezione civile: creare perciò un servizio civile in questo ambito consentirebbe certamente di avere un esercito di persone già addestrate e sempre pronte a intervenire». «Attualmente - prosegue l'Assessore della Giunta Zaia - accade spesso che scelte di ferma militare o civile volontaria, conseguenti all’abolizione della leva obbligatoria, rispondano a ragioni che poco hanno a che fare con la solidarietà o l'appartenenza al territorio, ma siano collegabili o interpretabili, senza nulla togliere peraltro all'ottimo servizio che viene prestato, come opportunità di impiego per chi non trova differentemente occupazione. Con questa proposta di legge – conclude – abbiamo perciò voluto proporre di ripristinare un periodo di ferma obbligatoria, quantificato in otto mesi, con l'obiettivo di costruire una cultura della solidarietà e per rispondere altresì ad alcuni bisogni primari del proprio territorio, soprattutto in situazioni in cui dovessero manifestarsi necessità particolari, dando modo a tutti di rendersi utili alla società nell'ambito per il quale ognuno si può sentire più portato: la difesa civile o quella militare».

maggio 4, 2017 nella Esperienze, Idee, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

20 anni fa la scomparsa di Paulo Freire

Freire2Il 2 maggio 1997, 20 anni fa, moriva a San Paolo in Brasile, il celebre pedagogista Paulo Freire. Nato a Recife nel 1921, dedicò la sua vita all'insegnamento, concentrandosi in particolar modo sulla popolazione povera e contro l'analfabetismo. Da questa esperienza nacque uno dei suoi libri più conosciuti: "La pedagogia degli oppressi", incentrato sull'idea che il compito "umanista e storico degli oppressi fosse liberare se stessi e i loro oppressori". Freire nel 1986 ha vinto del Premio UNESCO per l'educazione alla pace.

maggio 3, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze | Permalink | Commenti (0)

Veneto, il 22 maggio Convegno regionale sul servizio civile

Convegno_verona_VenetoSi svolgerà lunedì 22 maggio prossimo a Verona, presso l'Auditorium - Palazzo della Gran Guardia, il Convegno regionale del Veneto sul servizio civile dal titolo "ri-GENERAZIONE! Giovani energie di comunità: cittadinanza attiva, servizio civile e futuro". Il convegno è organizzato grazie alla collaborazione dello CSEV – Coordinamento Spontaneo Enti e Volontari di servizio civile del Veneto e alla Federazione del Volontariato di Verona ONLUS. «Questo convegno - spiegano gli organizzatori - nasce con l’obiettivo di comunicare ai giovani messaggi positivi e far loro conoscere alcuni percorsi e attività che possono contribuire alla costruzione del loro futuro". Tra i temi che verranno affrontati nella giornata un focu particolare sarà dedicato alle varie "esperienze strutturate di cittadinanza attiva", a "Giovani e comunità" e a "Giovani e futuro". Leggi qui il programma dettagliato dell'incontro [.PDF].

maggio 2, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

In ricordo del card. Attilio Nicora, Presidente di Caritas Italiana 1990-1992

Attilio-NicoraNella serata di sabato 22 aprile scorso è scomparso a 80 anni il cardinale Attilio Nicora, varesino di nascita e sacerdote ambrosiano, che dal 1990 al 1992 ha ricoperto anche l'incarico di Presidente della Commissione episcopale per il servizio della carità e di Presidente di Caritas Italiana. In questa veste firmò l'editoriale del primo numero di "Arcobaleno di pace", la rivista degli obiettori di coscienza di Caritas Italiana che nel 1991 nacque dalla fusione di "Servizio Civile" e di "Dono di un anno", quest'ultima dedicata all'esperienza dell'Anno di Volontariato Sociale. Leggi qui in PDF l'editoriale.

aprile 28, 2017 nella Esperienze, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Brescia, la Caritas diocesana chiama a "reunion" i suoi obiettori e volontari del servizio civile

ReunionA 40 anni dalla stipula della convenzione fra Caritas Italiana e il Ministero della Difesa per la gestione dei giovani obiettori di coscienza, la Caritas Diocesana di Brescia chiama a raccolta il 26 maggio prossimo gli oltre 3mila bresciani che in questi anni hanno svolto servizio civile presso le sue sedi. Insieme si ritroveranno, per la prima volta, i primi obiettori di coscienza al servizio militare, quelli che si sono inseriti nel solco di percorso di obiezione ormai istituzionalizzato e quelli che hanno svolto il servizio civile volontario dopo la fine dell'obbligo di leva. «Una reunion in piena regola, alla quale parteciperà anche il Vescovo mons. Luciano Monari, che sarà ospitata proprio nella storica location di mostre internazionali di armi - hanno evidenziato gli organizzatori - per dire che l'esperienza nel servizio civile ha radici nella cultura della pace, della solidarietà e della nonviolenza». Un'esperienza che per molti, come ha detto Giorgio Cotelli, direttore Caritas Diocesana di Brescia, ha segnato un cambio radicale di vita.

aprile 27, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile universale: entra in vigore Decreto. "Congelati" nuovi accreditamenti

È entrato ufficialmente in vigore ieri 18 aprile il Decreto legislativo n. 40/2017 che attua il nuovo servizio civile “universale”, previsto dall’art. 8 della legge delega n. 106/2016 di riforma del Terzo settore, dell'impresa sociale e - appunto - del servizio civile universale. Tra i primi effetti il “congelamento” dell’accreditamento dei nuovi enti di servizio civile. Con una circolare emanata venerdì 14 aprile scorso, il Capo ad interim del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile, cons. Alessandra Gasparri, ha stabilito a partire dalla data di ieri “non potranno più essere presentate domande di iscrizione al Servizio Civile Nazionale sia per quanto riguarda l'Albo nazionale, che gli Albi delle Regioni e delle Province autonome. Non potranno cioè essere iscritti negli albi di Servizio Civile Nazionale nuovi' soggetti giuridici, né singolarmente, né in qualità di sedi di attuazione di progetti di enti già accreditati”. La cons. Gasparri specifica poi come per la prossima finestra di progettazione, prevista tra settembre ed ottobre 2017, “gli enti già iscritti potranno effettuare l'adeguamento dell'iscrizione relativamente alle figure professionali, ai sistemi di comunicazione e coordinamento, di progettazione, di reclutamento e selezione, di formazione, di monitoraggio e valutazione, nonché a nuove sedi di attuazione progetti appartenenti a soggetti a qualsiasi titolo già accreditati”.

«Questa circolare è il primo passo ufficiale che prepara il terreno al Servizio Civile Universale – ha dichiarato a "Redattore Sociale" il Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, on. Luigi Bobba - . Sono tre i passaggi fondamentali che ci aspettano e che dovranno rispettare il termine ultimo dei 12 mesi da oggi per essere completati: quelli relativi al nuovo Accreditamento (con l’istituzione dell'Albo del Servizio Civile Universale, che prevederà secondo la nuova normativa un unico accreditamento a livello nazionale), alla Consulta nazionale (in particolare la nomina e il funzionamento) e al Piano triennale con i relativi programmi annuali». Il Sottosegretario Bobba ha ricordato come contemporaneamente all’avvio del Servizio civile universale continuerà l’azione di rafforzamento di tutto il sistema: «In una recente riunione al Ministero del Lavoro si è deciso di continuare a prevedere all’interno delle azioni del piano di Garanzia Giovani, che è stato rifinanziato dalla Commissione europea e dal governo, anche il servizio civile, dati i buoni risultati raggiunti, confermati anche da recenti indagini. Allo stesso tempo stiamo sviluppando la collaborazione con altri Ministeri, come ad esempio quello degli Interni, che dovrebbe concretizzarsi in un progetto per consentire anche ai giovani stranieri titolari di protezione internazionale di poter svolgere il servizio civile». [Fonte: Redattore Sociale]

aprile 19, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

In ricordo di Pietro Pinna

Pinna pietroUn anno fa, il 13 aprile 2016, moriva a Firenze a 89 anni Pietro Pinna, obiettore di coscienza nel 1948 e fondatore con Aldo Capitini del Movimento Nonviolento. Dalla sua scelta, che gli costò vari mesi di carcere militare, nacque un'ampia campagna pubblica per il riconoscimento del diritto di obiezione al servizio militare e di un servizio civile "alternativo". 

aprile 13, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Marche: i volontari del servizio civile ANPAS raccontano la loro esperienza

33746251771_9f5b95febc_cSi è svolto lo scorso 6 aprile a Falconara Marittima l’evento “Falconara Orienta”, giornata di orientamento universitario e professionale post diploma, organizzato dall’Assessorato alla Cultura, Turismo e Politiche Giovanili del Comune di Falconara Marittima, a cui ha partecipato anche il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile in collaborazione con gli enti del territorio che hanno progetti attivi per l’anno 2017. Tra questi anche l'ANPAS e i suoi volontari, che raccontano a questo link la loro esperienza.

aprile 10, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza | Permalink | Commenti (0)

Lazio: riparte iter legge regionale servizio civile

Lunedì 3 aprile scorso si è sbloccato l’iter della proposta di legge per l’Istituzione del servizio civile regionale del Lazio, avanzata nel 2014 dalla Consigliera regionale di maggioranza, Cristiana Avenali (Gruppo PD). Come segnala un articolo di "Redattore Sociale" «il passaggio fondamentale è stata l’approvazione in Commissione Bilancio della parte relativa allo stanziamento di 1.385.000 mila euro per il triennio 2017-2019 (235.000 euro per l’anno 2017 e 575.000 euro per ciascuna delle annualità 2018 e 2019), che permetterà l’avvio di 100 giovani per ognuno dei prossimi tre anni». Una parte di risorse, pari a 160.000 euro, saranno destinate nei prossimi tre anni anche allo sviluppo della formazione dei giovani volontari, degli operatori del servizio civile regionale e per la valorizzazione e la promozione dell’attività di servizio civile nel Lazio. Se venisse approvata la Legge sul servizio civile regionale, il Lazio si unirebbe alle altre 12 Regioni e alle 2 Province Autonome che hanno in questo momento proprie leggi in materia. Le ultime ad aggiungersi sono state, in ordine di tempo, il Piemonte nel 2015 e l’Umbria nel 2016. [Fonte: "Redattore Sociale"]

aprile 7, 2017 nella Esperienze, Normativa e progetti, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Al via da oggi a Roma XXV Congresso nazionale del Movimento Nonviolento

Vigna-definitiva-290x420Si svolgerà a Roma dal 31 marzo al 2 aprile prossimo il XXV Congresso nazionale del Movimento Nonviolento, dal titolo “Coerenza, continuità, convinzione. La nonviolenza oggi”. Temi centrali della tre-giorni di riflessione del Movimento fondato nel 1962 da Aldo Capitini saranno - come spiegano gli organizzatori -: «conflitti e migrazioni, politiche per le città aperte, esperienze educative nonviolente, la difesa civile non armata e nonviolenta, le reti territoriali dei gruppi nonviolenti, l’Europa come casa comune, le campagne per la riduzione delle spese militari e per il disarmo, il servizio civile e i corpi civili di pace». «Il Congresso si svolge ogni tre anni – spiega il Presidente Mao Valpiana – e sarà un momento importante di confronto e di programmazione per tutto il Movimento Nonviolento, il primo dopo la morte un anno fa del nostro co-fondatore Pietro Pinna. Sarà anche un momento per ridirci i motivi della nostra stessa esistenza, nel senso di un Movimento che in un fase della storia in cui sembra contare anche in politica l’impegno “virtuale” o dietro lo schermo di un computer, ribadisce invece la nonviolenza come azione diretta e protagonismo concreto».

Tra gli argomenti di confronto nel Congresso anche il servizio civile “universale”, la cui riforma è stata da poco approvata. «Condividiamo con la CNESC, alla quale partecipiamo come osservatori, il giudizio complessivamente positivo sulla riforma – ci dice in conclusione il Presidente del Movimento Nonviolento -. Occorre ora che si passi all’applicazione concreta delle nuove Circolari e a un finanziamento adeguato per i prossimi anni. Siamo allo stesso tempo però perplessi su una impostazione che affida tutto il servizio civile ai grandi numeri, penalizzando le realtà più piccole, con il rischio di espellerle via. Bisognerebbe invece trovare il modo giusto per valorizzarle, anche alla luce della loro esperienza di questi anni e dell’innovatività che hanno saputo apportare al sistema». [Fonte: Redattore Sociale]

marzo 31, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Per un servizio civile "generativo". La proposta di Johnny Dotti

DottiSul sito "Generativita.it" Johnny Dotti, presidente e amministratore delegato di Welfare Italia Servizi srl, riflette sul nuovo servizio civile universale, all'indomani dell'approvazione del decreto legislativo che lo riforma in base all’articolo 8 della legge 106/ 2016. «La strada tracciata è una buona strada. Contiene tutti gli elementi per rendere questa esperienza un momento importante della vita delle persone, delle comunità e dell’intero paese. Esprimiamo quindi il nostro ringraziamento a chi ha promosso e seguito questa importante innovazione di civiltà. Adesso bisogna continuare a costruire con coraggio e lungimiranza su questa strada».

«Se veramente vogliamo che questa esperienza sia “universale” e persegua, come cita l’articolo 2 , “la difesa non armata e non violenta della patria, l’educazione della pace tra i popoli e promuova i valori fondativi della repubblica”, la chiave di lettura che va perseguita e culturalmente diffusa è quella di interpretare il servizio civile come un vero e proprio rito iniziatico», aggiunge Dotti, che poi dettaglia: «Due elementi appaiono essenziali nelle iniziazioni: l’ingresso in una comunità e l’ingresso in un mondo di valori spirituali in vista di una vita e di una missione. La nostra società moderna ha dimenticato l’importanza della iniziazione, ma è evidente nella vita di tutti come sia necessario recuperarne il senso nel momento di passaggio dalla vita adolescenziale/ giovanile alla vita adulta». Leggi tutto l'articolo a questo link.

marzo 27, 2017 nella Esperienze, Giovani e rappresentanza, Idee, Libri e siti utili, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Storia di Ilham Mounssif che svolge il servizio civile ma non è potuta entrare a Montecitorio

Ilham-boldrini-nativiSu "il Post", ma anche su altri giornali, si racconta la storia di Ilham Mounssif, una studentessa sarda nata in Marocco, che sta svolgendo il servizio civile all'estero con Progetto Mondo, ma che la mattina di giovedì 16 marzo scorso non è potuta entrare a Montecitorio. Domenica, per rimediare, la Presidente della Camera, Laura Boldrini, l’ha accompagnata di persona a visitare l’aula. «È stata comunque un’eccezione - spiega il Post -, perché la stessa cosa che è accaduta a Ilham Mounssif sarebbe accaduta a qualunque persona di origine extracomunitaria che non avesse la cittadinanza italiana», anche se l'accaduto ripropone l'annosa questione dell'acquisizione della cittadinanza italiana.

marzo 21, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Servizio civile e stranieri, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Josef Mayr-Nusser, martire per obiezione di coscienza al nazismo, proclamato Beato

Beatificazione_Mayr-NUsserSi è svolta sabato 18 marzo nel Duomo di Bolzano la cerimonia di beatificazione di Josef Mayr-Nusser, obiettore di coscienza al nazismo nel 1944 e martire per la sua fede. «La chiesa - scrive Giampiero Girardi nella newsletter legata ad un altro beato, Franz Jägerstätter - era gremita di gente, tra cui numerose autorità. Erano presente due folte delegazioni di Pax Christi Austria e di Pax Christi Germania, che hanno accompagnato Maria Jägerstätter, figlia di Franz, ed Erna Putz, la biografa dell'eroe austriaco, anch'esso beato dal 2007». La cerimonia è stata presieduta dal cardinal Angelo Amato, prefetto della Congregazione per la Cause dei Santi, e vi hanno partecipato numerosi vescovi. Tra di essi quello della vicina arcidiocesi di Trento, di cui la provincia di Bolzano faceva parte negli anni '40. Sull'altare concelebravano anche circa 200 sacerdoti. Dopo la proclamazione della Lettera Apostolica, nella quale il Papa definisce Mayer-Nusser come "fedele laico, padre di famiglia e martire, il quale, fedele alle promesse battesimali, riconobbe come unico Signore Gesù Cristo", le campane hanno cominciato a suonare a distesa e, spontaneo, è scoppiato un applauso nella chiesa, mentre sull'abside veniva issata l'immagine del nuovo Beato, la cui festa liturgica ricorrerà il 3 ottobre di ogni anno.

«La liturgia della parola - ricorda ancora Girardi - è stata scandita in tre lingue (come tutta la celebrazione), cioè italiano, tedesco e ladino. Nell'omelia il cardinale Amato ha tratteggiato la figura di Josef, sottolineando anche la dimensione politica della sua scelta, oltre a quella religiosa. Al termine della cerimonia molte persone hanno reso omaggio alle reliquie del Beato, che saranno conservate in uno degli altari laterali del Duomo». Papa Francesco, nell'Angelus di piazza San Pietro, ha ricordato il neo Beato come "padre di famiglia ed esponente dell’Azione Cattolica, morto martire perché si rifiutò di aderire al nazismo per fedeltà al Vangelo. Per la sua grande levatura morale e spirituale egli costituisce un modello per i fedeli laici".

marzo 20, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile con Garanzia Giovani “una vera e propria scossa per i NEET”

Servizio-civile_GG16marzo2017_okUna fotografia aggiornata, la terza negli ultimi 12 mesi, sul Servizio civile con Garanzia Giovani e “verso il servizio civile universale”. È quella che è stata presentata ieri al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali dal Sottosegretario con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, e da Stefano Sacchi, Presidente dell'INAPP (ex Isfol), che ha condotto materialmente l’indagine su un campione di mille intervistati tra i 4.251 giovani che hanno svolto il servizio civile nel 2015 tramite il programma Garanzia Giovani. Il quadro che emerge conferma, sulla scia delle precedenti indagini, la "positività della scelta di aver inserito, unico paese in Europa, il servizio civile nella proposta di azioni di Garanzia Giovani", ha commentato il Sottosegretario Bobba. Infatti a sei mesi dalla fine del servizio, "un ragazzo su tre risulta occupato (33,5%): tra questi, il 22,5% ha trovato lavoro attraverso gli enti dove ha prestato servizio", ha detto Sacchi. “Una vera e propria scossa per i NEET” - ha proseguito Sacchi -: i ragazzi che all’inizio dell’esperienza non studiavano né lavoravano sono tornati ad attivarsi grazie il servizio civile svolto in Garanzia Giovani”. Slide e info sulla presentazione sono disponibili a questo link.

marzo 17, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Libri e siti utili, Riforma SC, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Il Servizio civile nazionale al Festival delle Carriere Internazionali

Si è concluso martedì scorso a Roma presso l’UNINT (Università degli Studi Internazionali di Roma) il Festival delle Carriere Internazionali, manifestazione partita lo scorso 11 marzo e giunta alla sua ottava edizione. L’evento, promosso dall’Associazione Giovani nel Mondo, ha visto arrivare a Roma oltre 2mila giovani, dai 18 anni in su, provenienti da tutta Italia, in particolare studenti degli ultimi anni delle scuole superiori e dell’Università accompagnati dai loro docenti. All’appuntamento ha partecipato per la prima volta con un proprio stand anche il Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale, che tramite i propri funzionari ha svolto nelle giornate di lunedì 13 e martedì 14 alcune sessioni di “selezioni” simulate per la partecipazione ai prossimi bandi volontari di servizio civile nazionale.

«Abbiamo registrato una straordinaria partecipazione di giovani, che hanno anche sopportato lunghe file per partecipare a nostri workshop, perché interessati a conoscere il servizio civile nazionale e i meccanismi di selezione previsti dagli enti – ci dice il Dipartimento -. Emerge forte la voglia di impegnarsi in una esperienza che li aiuti a rendersi utili per sè, ma anche la poca consapevolezza da parte di molti di loro di cosa vogliano fare nella vita e quale progetto scegliere». Proprio per questo l’impegno del Dipartimento è stato quello di aiutare i giovani presenti nell’orientarsi alla scelta del servizio civile e dello specifico progetto potenzialmente più adatto a loro al momento dell’uscita del bando volontari, atteso anche quest’anno a ridosso dell’estate. Un altro dato interessante rilevato dai funzionari del Dipartimento della Gioventù e del servizio civile è l’esperienza pregressa di questi giovani: nel 50% almeno dei casi risultavano aver già svolto attività di volontariato e per questo si sentivano più pronti ad impegnarsi nel servizio civile “per dare una mano agli altri”.

marzo 16, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

​Giovedì 16 marzo conferenza stampa "Verso il Servizio Civile Universale"

Invito_sc_GG_marzo2017Si svolgerà domani, giovedì 16 marzo, a Roma, presso la Sala Stampa "Donat Cattin" del Ministero del Lavoro (Via Veneto 56) la Conferenza Stampa sul tema "Verso il Servizio Civile Universale". Il Sottosegretario di Stato al Lavoro e alle Politiche Sociali con delega al servizio civile, Luigi Bobba, e il Presidente dell'INAPP, Stefano Sacchi, illustreranno ai giornalisti la recente rilevazione INAPP "Il Servizio civile in Garanzia Giovani", che si inserisce all'interno di una ricerca più ampia condotta in questi mesi, e le novità contenute nella Riforma.

marzo 15, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

A Lamezia Terme 500 giovani in servizio civile per San Massimiliano

Oltre 500 giovani in servizio civile provenienti da tutta Italia si sono riuniti il 12 marzo per il XII incontro nazionale dei volontari del Tavolo Ecclesiale sul Servizio Civile, nella ricorrenza liturgica di San Massimiliano di Tebessa (martire del 295 d.C. per obiezione di coscienza al servizio militare). Tema dell'incontro quello della Giornata mondiale della Pace: “La nonviolenza: stile di una politica per la pace”, declinata anche come attenzione alla legalità. A questo link è possibile trovare un resoconto della giornata, insieme ad una fotogallery e uno storify.

marzo 14, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

XII incontro dei volontari in servizio civile per San Massimiliano

San_Max_2017_webSi svolgerà domani 12 marzo, ricorrenza liturgica di San Massimiliano di Tebessa (martire del 295 d.C. per obiezione di coscienza al servizio militare), l'incontro nazionale dei giovani in servizio civile del Tavolo Ecclesiale sul Servizio Civile che nella sua XII edizione verrà ospitato a Lamezia Terme (CZ) in Calabria sul tema della Giornata mondiale della Pace: “La nonviolenza: stile di una politica per la pace”. «Quest’anno abbiamo scelto la Calabria proprio per riflettere su questo tema – spiega al Sir Diego Cipriani, responsabile dell’ufficio per il servizio civile di Caritas italiana -. Lo spunto ci è stato dato dal messaggio del Papa per la Giornata mondiale della pace che parla di nonviolenza e politica come forma per costruire la pace».

La giornata, con inizio alle 10 presso il Teatro Grandinetti, prevede il saluto della Rappresentanza nazionale e la presentazione di testimonianze di giovani in servizio civile in Italia e all’estero con l’intervento di don Giacomo Panizza, della Comunità Progetto Sud, e di Deborah Cartisano, di Libera Locride, moderati da Antonella Ventre, giornalista di Tv2000. Nel pomeriggio verranno invece presentate esperienze di pace e servizio in 12 luoghi del centro cittadino. Poi, alle 16, il vescovo di Lamezia Terme, monsignor Luigi Antonio Cantafora, presiederà la celebrazione eucaristica nella Cattedrale dei santi Pietro e Paolo.

marzo 11, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Regioni, San Massimiliano, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

8 marzo, il servizio civile al femminile

«Dei 34.924 volontari avviati al servizio in Italia nell’anno 2015 - ricorda l'ultima Relazione al Parlamento -, n. 22.465 unità pari al 64,3% appartiene al sesso femminile e il restante 12.459 corrispondente al 35,7% appartiene al sesso maschile. Anche nell’anno 2015 è da notare come il risultato della percentuale tra il sesso femminile e quello maschile sia in linea con i risultati degli anni precedenti». Sempre secondo gli ultimi dati ufficiali «tra le Regioni è il Veneto ad avere la percentuale maggiore di volontari donne avviati (73,8%) mentre, a parte la Valle d’Aosta con appena 12 unità uomini avviati, è la Liguria come nel 2014 ad avere quella dei maschi (42,8%)». Buona Festa della donna e buon 8 marzo a tutte le volontarie!

8-marzo-2017-SCN

marzo 8, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Servizio civile in cifre, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Al Sottosegretario Bobba la delega al servizio civile ed ai giovani

Luigi_Bobba3Il Consiglio dei Ministri riunito a Palazzo Chigi il 3 marzo ha conferito al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, Giuliano Poletti, le funzioni, attualmente in capo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, in materia di politiche giovanili, servizio civile nazionale e universale, nonché all’integrazione. Nello stesso giorno il Ministro Poletti, ha comunicato che “le deleghe in materia di politiche giovanili, di servizio civile nazionale e universale, nonché di integrazione, come nel precedente Governo, verranno affidate le prime due  al Sottosegretario di Stato on. Luigi Bobba e la terza al Sottosegretario di Stato on. Franca Biondelli”. «Esprimiamo grande soddisfazione per le deleghe affidate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali al Sottosegretario Luigi Bobba che sin dall’inizio ha sostenuto, seguito e promosso il processo di riforma del Terzo Settore e del Servizio Civile Universale», ha affermato Enrico Maria Borrelli, presidente del Forum Nazionale Servizio Civile.

«Con l'assegnazione delle deleghe per il servizio civile al Ministro Poletti da parte del Consiglio dei Ministri, che ha accolto la proposta del Presidente Gentiloni - ha dichiarato Licio Palazzini, presidente della CNESC - finisce il pericoloso limbo in cui era finito il servizio civile, situazione che aveva causato alcuni inediti danni ai giovani e agli enti». «La successiva decisione del Ministro Poletti, che ricordiamo decise di investire sul servizio civile 146 milioni di fondi residui, di affidare la delega al Sottosegretario Bobba, viene incontro a quella richiesta di continuità politica che la Cnesc aveva chiesto già a dicembre 2016», aggiunge Palazzini. «La conferma dell’on. Bobba - ha scritto la Rappresentanza nazionale dei volontari -, persona che coniuga competenza specifica nel settore unita alla maturata conoscenza nel corso degli ultimi tre anni, rappresenta per noi una buona notizia perché numerosi atti in cantiere possono così sperare di essere portati a termine: pensiamo a tutto il processo di riforma del Terzo Settore e del Servizio Civile Universale».

marzo 6, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Istituita Giornata nazionale memoria delle vittime delle mafie

FalconeQuesta mattina la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva e all'unanimità l'istituzione del 21 marzo come "Giornata nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie". La data individuata corrisponde alla giornata in cui l'Associazione Libera Contro le Mafie celebra dal 1996 la memoria delle vittime della criminalità organizzata. «Questa mattina - ha dichiarato l'on. Francesca Bonomo (PD) - alla Camera è stata istituita con legge la "Giornata nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie". Da quest'anno, ogni 21 marzo, in difesa della democrazia, saranno organizzate iniziative in memoria delle vittime delle mafie e presentati i successi dello Stato nelle politiche di contrasto e di repressione di tutte le mafie, che rafforzeranno ancor più l'attività eccellente già intrapresa in questi anni dalle associazioni nazionali, come quella di Libera. Ringrazio il collega Davide Mattiello per l'eccellente lavoro come relatore, perché la battaglia contro la mafia è prima di tutto culturale. La cultura mafiosa isola e colpisce i suoi avversari lasciati soli, come diceva Falcone».

marzo 1, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze | Permalink | Commenti (0)

La Rappresentanza dei volontari aggiorna sui ritardi nei pagamenti del servizio civile

Sulla loro pagina facebook i Rappresentanti nazionali dei volontari aggiornano sul ritardo nei pagamenti dei compensi dei volontari, legati alla mancata nomina del nuovo Capo dipartimento. «A seguito delle numerosissime domande pervenuteci da parte dei volontari in Servizio Civile circa lo stato di attuazione dei pagamenti del mese di febbraio 2017 relativi ai compensi del mese di gennaio - scrivono - e considerato che tutt’oggi la delega istituzionale in materia di Servizio Civile non è stata ancora assegnata da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni, la Rappresentanza Nazionale ha contattato il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile nazionale per capire lo stato dell’arte». «E’ stata nominata ad interim, e cioè per un periodo di 3 mesi, a Capo Dipartimento la Consigliera Alessandra Gasparri. I pagamenti verranno disposti non appena l’iter burocratico di nomina sarà completato ed il Capo Dipartimento entrerà nel pieno delle sue funzioni. Resteremo in costante contatto con l’Ufficio nazionale che, pur non riuscendo a quantificarci il ritardo, ci ha assicurato che ridurranno al minimo i tempi della burocrazia vista l’emergenza e non appena il nuovo Capo Dipartimento sarà nel potere disporrà i pagamenti ai giovani», conclude la nota.

febbraio 28, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Libri e siti utili, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Il servizio civile su "il Venerdì"

Del servizio civile e della sua riforma si è parlato in un articolo su "il Venerdì" di Repubblica dello scorso 24 febbraio, con un'intervista anche al Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, on. Luigi Bobba.

Unnamed

febbraio 27, 2017 nella Esperienze, Giovani e rappresentanza, Normativa e progetti, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile universale, commenti ed interviste

Dopo l'approvazione del Decreto legislativo di attuazione della riforma del Servizio Civile Universale, si è sviluppato un ampio dibattito, con vari commenti e dichiarazione, riassunte in un articolo di "Reti Solidali". Tra gli interventi di questi giorni anche quello del Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, on. Luigi Bobba, intervistato ieri nel TG2 delle 13:00.

febbraio 16, 2017 nella Esperienze, Normativa e progetti, Riforma SC, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Servizio civile, dibattito a distanza sull'obbligatorietà

Dopo l'articolo di Aldo Cazzullo sul Corriere della Sera di giovedì scorso, si è sviluppato a distanza un dibattito sul tema del servizio civile nazionale, che ha visto prima il contributo di Giulio Sensi su Vita.it, suffragato anche da Maurizio Crippa su Il Foglio, e poi del Sottosegretario Luigi Bobba. L'on. Bobba in particolare si è detto d'accordo con Sensi in merito a mantenere la volontarietà della scelta ed ha aggiunto che «nel Rapporto giovani curato da Alessandro Rosina quasi il 90% dei giovani si dichiarava contrario all'obbligatorietà. Forse la sfida di convincere tanti giovani a scegliere volontariamente di fare Servizio civile e l'urgenza di apprestare le risorse necessarie rappresentano una strada più difficile e impegnativa, ma certamente più efficace».

febbraio 6, 2017 nella Esperienze, Idee, Libri e siti utili, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Torino, confronto Appendino e Nosiglia con volontari servizio civile

16388282_1221746817903611_310749145393827184_nSi è svolto ieri a Torino presso il Campus Luigi Einaudi il seminario sul Servizio Civile Nazionale promosso da Confcooperative Piemonte Nord , durante il quali i giovani volontari si sono confrontati con al Sindaca della città, Chiara Appendino, e con l'Arcivescovo S.E. mons. Cesare Nosiglia. «Bisogna sollecitare il mondo del lavoro ad ascoltare i giovani - ha detto mons. Nosiglia - troppo spesso vengono considerati bamboccioni mentre invece hanno idee e voglia di impegnarsi. Dare voce a tutti può dare una speranza per uscire dalla crisi e anche il servizio civile può aiutare i giovani ad entrare nel mondo del lavoro». «Sono sempre più numerosi gli imprenditori - ha concluso - che hanno capito come le esperienze nel volontariato, per esempio la capacità di lavorare in team, siano utili». Per Chiara Appendino «la Città di Torino vanta una storia importante di solidarietà. In questo momento storico o ci si impegna in questa direzione, oppure il rischio è che il tessuto sociale si disgreghi».

«Il valore sociale del volontariato può far crescere la comunità - ha aggiunto - è una scelta importante di vita che ha anche un coinvolgimento emotivo forte». «Facendo servizio civile si affrontano molte difficoltà, si viene a contatto con persone che vivono in situazioni drammatiche e si scopre quando è complicato vivere in una comunità e trovare soluzioni ai problemi. Ascoltare i cittadini arricchisce molto, io lo faccio sempre», ha concluso.

gennaio 31, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Regioni, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Insediato osservatorio Agricoltura sociale, tra temi anche servizio civile

Si è svolta lo scorso 26 gennaio la prima riunione di insediamento dell'Osservatorio nazionale dell'agricoltura sociale, presieduto dal Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, e dal Vice Ministro Andrea Olivero. L'Osservatorio nazionale è previsto dalla legge quadro sull'Agricoltura sociale e prevede la partecipazione di rappresentanti delle amministrazioni centrali e regionali, delle organizzazioni professionali agricole e delle organizzazioni e associazioni operanti nell'ambito dell'agricoltura sociale. «L'Osservatorio nazionale che abbiamo insediato oggi - ha dichiarato il Ministro Martina - dà vita a un modello di lavoro importante per dare forza al mondo dell'agricoltura sociale. Mettere insieme istituzioni, organizzazioni agricole, realtà del terzo settore ci consentirà di elaborare politiche concrete di sostegno a una realtà davvero importante. Cittadinanza, nuovo welfare, solidarietà, agricoltura: sono le parole chiave che vogliamo portare avanti. Già nella prima riunione si sono affrontati alcuni temi operativi per dare risposte utili a chi ogni giorno opera insieme a tante persone con difficoltà e disabilità. Penso alla semplificazione di alcuni aspetti normativi, all'armonizzazione delle politiche regionali in materia, a una ancora più stretta interazione col Servizio civile nazionale».

gennaio 30, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Normativa e progetti, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)

Arci Servizio Civile, Licio Palazzini riconfermato Presidente

Licio palazzini XV assemblea (1)_edited«Soddisfazione per quanto emerso dai lavori di questa XV Assemblea». È quanto ha dichiarato Licio Palazzini, rieletto alla guida di Arci Servizio Civile venerdì scorso. «Abbiamo idee, proposte condivise ed organismi: il modo migliore per iniziare il lavoro per sviluppare la "terza stagione" del servizio civile: quella del Servizio Civile Universale - ha poi proseguito -. «Grazie anche all'operato dei Gruppi di Lavoro, che hanno affrontato i temi Rapporto con i giovani; Risorse umane necessarie e Servizio civile all'estero abbiamo un patrimonio molto ricco di indicazioni su cui lavorare». L'Assemblea dei Delegati ha eletto anche il Consiglio Nazionale che è composto dalle 5 associazioni nazionali socie (Arci, ArciRagazzi, Auser, Legambiente e Uisp) e dai presidenti dei 12 Regionali di ASC. Al termine dei lavori i giovani in Servizio Civile presenti si sono riuniti in una piccola assemblea.

gennaio 23, 2017 nella Appuntamenti, Esperienze, Giovani e rappresentanza, Storia del SC | Permalink | Commenti (0)